Sono molto contento! Domani mamma e papà si sposano ed io seguirò questo evento importante da un posto privilegiato. Adesso sono con la mamma che non riesce a prender sonno e mi parla. Quando si è piccoli come me, però, non si ascoltano le parole. Ed io sono davvero tanto piccino! Io la capisco perché ascolto il suo cuore, le sue emozioni. Lei mi vuole bene e anche il mio papà me ne vuole tanto! La mamma pensa al primo incontro tra lei e papà. Io ascolto le sue emozioni. Tutto è nato con uno sguardo di sfuggita. La mamma saliva su un treno e papà scendeva. Le loro mani si sono sfiorate per un breve istante ed entrambi hanno sentito una scossa. Lei sul treno, lui giù si sono voltati per guardarsi ed è iniziato l’incanto. Si sono ritrovati qualche settimana più tardi, per caso, e dopo pochi giorni si sono dichiarati il loro amore. Prima che decidessero di sposarsi, però, sono passati un paio d’anni nei quali si sono frequentati ed hanno imparato a conoscersi.

ci_sono_anc_io_gravidanza_perfettamente_chic_2

Io sono stato concepito poche settimane prima che papà chiedesse alla mamma di sposarla. Non ero in programma. Il mio informatore (che sarebbe una specie di angioletto che risponde ai miei perché) mi ha detto che nasciamo grazie a delle strane combinazioni decise dal Capo e che non tutti siamo frutto di un abbraccio di emozioni ma tutti abbiamo qualcosa che ci rende speciali e diversi dagli altri. Siamo come dei pezzetti di un puzzle: io cambierò il mondo quando sarò grande! Ma questa è un’altra storia …

Quando la mamma si è “accorta di me” non lo ha detto subito a papà, lui era un po’ strano ed irrequieto, perciò lei ha fatto tutte quelle cose che si fanno per sapere se c’è davvero un bimbo in arrivo. Quando è stata sicura della mia presenza ha deciso di parlarne con papà. Io ero una bella notizia e le belle notizie meritano una cornice speciale per essere date. Ricordo benissimo quanti dubbi ha dovuto affrontare la mamma per decidere il momento giusto per parlare di me. Papà che, secondo me, è davvero speciale, ha creato quella cornice. L’ha invitata a cena in un bel posto e, ad un certo punto le ha preso la mano, l’ha guardata negli occhi e (Scusate se mi fermo, ma il cuore della mia mamma batte ancora tanto forte mentre ricorda queste cose e io ho il solletico dappertutto e devo scrollarmi un po’) … papà ha detto alla mamma che doveva dirle una cosa importante. La mamma ha sorriso e gli ha detto che anche lei doveva dirgli una cosa importante. Papà ha alzato la mano libera per precisare che c’era prima lui. Hanno riso e la mamma ha fatto la faccia seria, anche se voleva sorridere ed ha detto. “Va bene. Parla tu!” Era sicura che niente fosse più importante della sua notizia, ma è così innamorata di papà che non sa dirgli di no. Papà ha messo la mano in tasca, ha armeggiato un po’ e poi ha messo anche quella mano su quella che stringeva la mano di mamma. Ha cominciato a giocare con le sue dita e le ha chiesto se voleva sposarla. La mamma non riusciva a trovare le parole adatte da dirgli per rispondergli. Era troppo contenta. Poi ha fatto un gran respiro, ha sorriso e gli ha detto: “E tu sei pronto a prepararti a cambiare pannolini e svegliarti nel bel mezzo della notte per cullare il nostro bambino?” Papà è rimasto a guardarla in silenzio. La mamma, preoccupata, ha tirato via la mano dalla stretta di lui e gli ha mostrato il foglietto del dottore e papà non si è mosso. Dopo alcuni secondi di silenzio assoluto da parte di papà, mamma ha cominciato ad avere paura. Ricordo che io, piccolissimo, ho fatto tante capriole. Poi, finalmente, papà ha parlato: “Ormai hai il mio anello al dito!” Ha sorriso, con gli occhi pieni di emozione ed ha annuito: “Cullerò tutte le notti il nostro bambino e cambierò tutti i pannolini che vuoi. Ti amo! Anzi, vi amo tutti e due.”

ci_sono_anc_io_gravidanza_perfettamente_chic_1.jpg

Da quella sera mamma e papà mi hanno coccolato spesso mentre facevano progetti e organizzavano il loro matrimonio. Qualche volta papà mi parlava (solo con la voce) e la mamma lo allontanava e rideva. Chissà cosa mi diceva? Adesso eccoci qui, la mia mamma ed io. Lei è seduta su un dondolo e mi coccola, sta guardando il suo abito Premaman e mi sta dicendo (con il cuore) che lei e papà sono contenti che domani io sarò lì con loro. Peccato che, secondo il mio informatore, quando sarò nato non ricorderò più nulla di questa magica notte di emozioni ed attesa perché sono contento anche io. Tanto contento!

Autore: Clorinda Di Natale
Annunci