Tag

, , , ,

Jules-François_Crahay_perfettamente_chic.jpg1988: Jules-François Crahay era uno stilista francese di origini belghe che ha lavorato per la casa di moda di Nina Ricci dal 1952 al 1963 e per Lanvin come capo designer dal 1963 al 1983. Ha vinto il Neiman Marcus Fashion Award nel 1962. Crahay era nato a Liegi la madre, Francoise Crahay, era una couturier belga che ha insegnato le prime esperienze come disegnatore di abiti quando aveva 13 anni. Tra il 1934 e il 1936, studiò arte e moda a Parigi prima di ricongiungersi con sua madre nell’attività. Durante la seconda guerra mondiale, Crahay era un ufficiale non commissionato dell’esercito belga prima di essere catturato e passare cinque anni come prigioniero di guerra in Germania. Jules-François_Crahay_perfettamente_chic_cappotto.jpgDopo la guerra, Crahay aprì la sua casa di alta moda a Parigi nel 1951, ma non ebbe successo. Crahay, definì un “flop finanziario dopo un anno“, ma è stato successivamente impiegato da Robert Ricci come designer per la casa di moda della madre. Nel 1959, viene nominato capo designer per Nina Ricci. Mentre si trovava a Ricci, i suoi abiti con la gonna a campana e gli abiti a vita piccola venivano descritti come “incantati” e descritti come “la cosa più giovane e femminile di Parigi“. Crahay si unì a Lanvin nel 1964. In seguito alla sua prima collezione, la giornalista Eugenia Sheppard dichiarò “Lo stile gay e spiritoso di Crahay e l’elegante laboratorio di Lanvin si uniscono come pane e burro. Lanvin si tranquillizza su Crahay e Crahay rinnova la vecchia casa conservatrice“. Descrisse anche come i suoi colori spiccavano nella tavolozza “terribilmente sbiadita” di quella stagione, elogiò il suo uso di stampe astratte, “non romantiche” e notò i suoi inventivi cappotti ad abito. Crahay era noto per aver combinato una vasta gamma di influenze e fonti di ispirazione nei suoi progetti, piuttosto che concentrarsi su singole fonti. Due ensemble del 1971 chiamati Málaga (dopo il comune spagnolo) e Djerba (dopo l’ isola nordafricana) furono realizzati in tessuti esclusivi dall’artista scozzese Eduardo Paolozzi. Una collezione del 1977 combinava riferimenti a Russia, Tibet e Nord Africa. L’ultima collezione di Crahay a Lanvin prima di ritirarsi nel 1984 ha vinto il premio Golden Thimble per la migliore collezione di alta moda della stagione. Una volta in pensione, Crahay viveva tra Saint-Raphaël e Monte Carlo, dove morì di infarto a 71 anni.  (n. 1917)Jules-François_Crahay_perfettamente_chic_nina_ricci.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web
Annunci