Tag

, , , , , , , , , , ,

2002: Katy Jurado, pseudonimo di Maria Cristina Estela Marcela Jurado Garcìa, è stata un’attrice messicana attiva anche in campo televisivo concludendo la carriera nel suo paese natale, il Messico. Si sposò due volte: con l’attore messicano Víctor Velázquez (da cui ebbe due figli), poi con Ernest Borgnine, a cui rimase legata dal 1959 al 1963. (n. 1924)Katy_Jurado_perfettamente_chic

2001: Gigliola Aragozzini, attrice e showgirl italiana, venne scritturata per il ruolo della protagonista nel film Laura non c’è, ispirato alla nota canzone di Nek, accanto a Nicholas Rogers. Morì nel 2001 di leucemia, all’età di soli 23 anni. (n. 1978)Renato_Baldini_perfettamente_chic.jpg

1995: Renato Baldini, attore italiano. Attore di fotoromanzi, esordisce nel cinema. Per tutti gli anni cinquanta è attore assai amato dalle platee più popolari: lavora in molti film e quasi sempre in ruoli di primissimo piano. Alto, prestante, bello, interpreta solitamente il ruolo dell’uomo deciso, forte di carattere, leale e onesto. Dai primi anni sessanta, sparito dagli schermi il genere di film a lui più congeniale, si adatta a parti molto diverse fra loro. (n. 1921)

1992: Georgia Brown, nome d’arte di Lillian Claire Laizer Getel Klot, attrice e cantante britannica, ebbe una fortunata carriera artistica in campo musicale, divenendo una cantante molto famosa in patria, ma durante gli ultimi anni di attività si limitò ad apparizioni in serate di cabaret o piccoli spettacoli. Si dedicò anche alla carriera cinematografica. Verso gli ultimi anni, anche la sua carriera di attrice declinò, restando limitata a piccoli ruoli per la televisione. (n. 1933)Georgia_Brown_perfettamente_chic.jpg

1985: Marion Byron, pseudonimo di Miriam Bilenkin, attrice statunitense. Dotata di spirito comico, recitò nelle farse dirette da Hal Roach dal quale fu a volte posta a confronto con l’imponente Anita Garvin per far risaltare la sua minuta conformazione – era per questo soprannominata “nocciolina”. Con il sonoro recitò parti secondarie prevalentemente in commedie e musical fino alla prima metà degli anni trenta. Sposata con Lou Breslow (1900-1987), dal quale ebbe due figli. (n. 1911)Marion_Byron_perfettamente_chic.jpg

1948: Carole Landis, Frances Lillian Mary Ridste, attrice statunitense, iniziò la carriera come ballerina e cantante di night club a San Francisco. Trasferitasi a Hollywood per tentare la carriera nel cinema, nel 1937 debuttò con una particina nel film È nata una stella, cui seguirono altri ruoli marginali in commedie e western di serie B. Da un giorno all’altro Carole Landis diventò una star, ammirata per la sua vistosa bellezza e per il suo naturale glamour. Nel 1944 continuò a contribuire allo sforzo bellico degli Stati Uniti trasferendosi in tournée sul fronte del Sud Pacifico con l’attore comico Jack Benny, proseguendo gli spettacoli a ritmo instancabile, tanto che si ammalò più volte gravemente e rischiò di morire di malaria. Il suo impegno e la sua simpatia, uniti alla solare bellezza e fotogenia, la consacrarono comunque tra le pin up più amate dai soldati americani dell’epoca. Al termine del conflitto ritornò al cinema, ma la sua carriera stentò a riprendere quota. Il declino della carriera iniziò a compromettere la fragilità dell’attrice, già provata da una serie di matrimoni falliti e dalla difficoltà a ottenere ruoli cinematografici di rilievo. Nel 1948 si legò sentimentalmente all’attore Rex Harrison, all’epoca sposato con l’attrice Lilli Palmer. Fu una relazione tormentata e seguita con accanimento dalla stampa, che condusse lentamente la Landis all’autodistruzione. Dopo il rifiuto di Harrison di divorziare dalla moglie, Carole Landis si uccise il 5 luglio 1948 (n. 1919)Carole_Landis_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web
Annunci