Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2013: Lisa Robin Kelly, è stata un’attrice statunitense, nota per l’interpretazione di Laurie Forman nelle prime cinque stagioni (in seguito è stata sostituita da Christina Moore) della sitcom That ’70s Show. Kelly è morta nel sonno all’età di 43 anni dovuta a un’intossicazione orale multipla accidentale non specificata. (n. 1970)Lisa_Robin_Kelly_perfettamente_chic.jpg

2013: Gia Allemand, Gia Marie Allemand, modella e attrice statunitense. È nota per essere apparsa in Maxim e aver partecipato a due reality show della ABC, The Bachelor: On the Wings of Love and Bachelor Pad. Gia iniziò presto l’attività di modella, e da bambina apparve in una pubblicità della Johnson & Johnson.  Dopo un tentativo di suicidio per impiccagione. È stata dichiarata cerebralmente morta e rimossa dal supporto vitale due giorni dopo all’età di 29 anni. (n. 1983)Gia_Allemand_perfettamente_chic.jpg

2012: Phyllis Thaxter, nome d’arte di Phyllis St. Felix Thaxter, attrice statunitense. Complici alcuni problemi di salute, la Thaxter si allontanò quasi del tutto dal cinema per passare al piccolo schermo in diversi show di intrattenimento popolari negli Stati Uniti durante gli anni cinquanta. Occasionalmente ritornò sul grande schermo, segnalandosi in particolare nel popolare Superman (1978), in cui interpretò con Glenn Ford la coppia di genitori adottivi di Clark Kent (Christopher Reeve). All’inizio degli anni quaranta, la Thaxter fu legata per un breve periodo da un intenso rapporto di amicizia con il giovane Montgomery Clift. Nel 1944, l’attrice sposò James T. Aubrey, futuro presidente della CBS, dal quale ebbe la figlia Skye (divenuta poi anch’essa attrice) e dal quale divorziò nel 1962. Nel medesimo anno si risposò con Gilbert Lea, ex giocatore di football americano, che morì nel 2008. Affetta dalla malattia di Alzheimer da circa 10 anni, la Thaxter è deceduta all’età di 92 anni. (n. 1919)Phyllis_Thaxter_perfettamente_chic.jpg

2012: Anna Orso, Anna Maria Orso, attrice italiana: ha recitato in numerosi film e fiction televisive. (n. 1938)Anna_Orso_perfettamente_chic.jpg

2000: Gina Mattarolo, attrice italiana. Insegnante teatrale, ricoprì ruoli da caratterista, lavorando fianco a fianco con grandi professionisti. Fra i suoi film Il moralista, Il bell’Antonio e Non stuzzicate la zanzara. Ricoprì inoltre diversi ruoli marginali in grandi tragedie ed opere classiche.(n. 1908)Gina_Mattarolo_perfettamente_chic.jpg

1996: Camilla Horn, nata Camilla Martha Horn, attrice tedesca. Con l’avvento del sonoro, nel 1930, torna in Europa dove diventa una star di prima grandezza in Germania, un successo che le permette di lavorare con una certa sicurezza nonostante il suo disaccordo con il nazismo, almeno per un certo periodo. Nel 1943 infatti, dopo alcuni film girati in Italia, decide di rientrare in Germania e ritirarsi dalle scene. Con la fine della guerra, dopo aver passato alcuni mesi in galera per reati minori (viaggiare senza documenti) è costretta a tornare sulle scene e lavora con un certo successo dividendosi tra teatro, cinema e televisione. (n. 1903)Camilla_Horn_perfettamente_chic.jpg

1988: Enzo Ferrari, Enzo Anselmo Giuseppe Maria Ferrari, è stato un imprenditore, dirigente sportivo e pilota automobilistico italiano, fondatore della omonima casa automobilistica, la cui sezione sportiva, la Scuderia Ferrari, conquistò in Formula 1, con lui ancora in vita, 9 campionati del mondo piloti e 8 campionati del mondo costruttori. Sposa Laura Garello (1900-1978), dalla quale avrà il figlio Dino. In seguito ebbe un altro figlio, Piero, nato nel 1944 da Lina Lardi (1911-2006). Nota poi la relazione con Fiamma Breschi (1934-2015), conosciuta nel 1958 e frequentata fino alla morte. Ha trascorso una vita riservata e raramente concedeva interviste. (n. 1898)Enzo_Ferrari_perfettamente_chic.jpg

1985: Gale Sondergaard, vero nome Edith Holm Sondergaard, attrice statunitense. Fu la prima vincitrice del premio Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 1937 per la sua interpretazione in Avorio nero (1936). Sposata dal 1930 con il regista Herbert Biberman, fu vittima insieme al marito dell’ondata di anticomunismo che colpì il cinema hollywoodiano all’inizio degli anni cinquanta, quando Biberman venne inserito nella famigerata lista degli Hollywood Ten, ovvero i dieci personaggi hollywoodiani sedicenti sostenitori del comunismo sovietico. Con la carriera ormai rovinata dall’ingiusta infamia, la Sondergaard riapparve sugli schermi solo alla fine degli anni sessanta. Madre di due figli, Daniel Hans Biberman e Joan Campos, morì una trombosi cerebrovascolare (n. 1899)Gale_Sondergaard_perfettamente_chic.jpg

1969: Sigrid Gurie, nata Sigrid Gurie Haukelid, è stata un’attrice cinematografica statunitense di origine norvegese. Alla fine degli anni quaranta l’attrice si avvicinò alle arti figurative e si dedicò anche al design di gioielli per la “Royal Copenaghen“. Sigrid Gurie si sposò tre volte e altrettante divorziò: dal 1935 al 1938 con Thomas Stewart; dal 1939 al 1948 con il medico Lawrence Spangard; dal 1958 al 1961 con Lynn Abbott. I problemi di salute, principalmente riconducibili a malfunzionamento dei reni, sfociarono in un’embolia che si estese ai polmoni e portò la Gurie alla morte prematura all’età di cinquantotto anni. (n. 1911)Sigrid_Gurie_perfettamente_chic.jpg

1951: William Randolph Hearst, è stato un editore, imprenditore e politico statunitense. È divenuto celebre, oltre che per la sua smisurata ricchezza (si stima che i suoi introiti arrivarono a toccare i 15 milioni di dollari annui), anche per aver creato uno dei più grandi imperi mediatici di sempre, influenzando fortemente lo stile giornalistico e l’opinione pubblica statunitense. È considerato, insieme a Joseph Pulitzer, il padre del giornalismo scandalistico («Yellow Journalism», dal nome del fumetto Yellow Kid). Venne eletto per due volte alla Camera dei rappresentanti per il Partito Democratico. La sua vita nel 1941 ispirò il capolavoro cinematografico di Orson Welles Quarto potere. Nel 1903 Hearst sposa Millicent Veronica Willson, una giovane attrice di teatro, dopo un lungo corteggiamento da parte di Hearst. Millicent darà alla luce cinque figli: George Randolph Hearst, William Randolph Hearst, Jr., John Randolph Hearst e i gemelli, Randolph Apperson Hearst e David Whitmire (nato Elbert Willson) Hearst. Anche se rimasero sempre legalmente sposati, Millicent condusse gran parte della sua vita a New York lontana dalle serate mondane che il marito era solito organizzare nel suo castello in California, in cui solo raramente veniva a visitarlo. Hearst ebbe anche un’altra donna nella sua vita: l’attrice americana Marion Davies. I due intanto iniziano una relazione segreta alle spalle della moglie Millicent, ma il segreto non dura molto e presto si viene a sapere che mentre la moglie Millicent risiede a New York, Marion convive con Hearst nella sua villa in California. Nonostante la gravità dello scandalo, sua moglie non concesse mai al marito il divorzio che gli avrebbe permesso di sposare Marion. È probabile che senza l’appoggio di Hearst la sua carriera sarebbe decollata più lentamente ma sarebbe durata più a lungo, dato che alla fine degli anni 1930 Hearst cominciò ad avere problemi sia finanziari che di salute e l’attrice corse in suo aiuto vendendo i suoi gioielli per un valore stimato in un milione di dollari, salvandolo dal tracollo, ma rinunciando di lì a poco alla sua carriera artistica.[28] Dopo la morte di Hearst nel 1951, Marion si sposò per la prima volta all’età di 54 anni con Horace Brown. L’unione durò fino alla sua morte avvenuta a causa di cancro all’età di 64 anni.

William_Randolph_Hearst_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web
Annunci