Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

2018: Marin Mazzie, Marin Joy Mazzie, è stata un’attrice e cantante statunitense, nota soprattutto come interprete di musical a Broadway e nel West End. È stata sposata con l’attore Jason Danieley dal 1997 alla sua morte. Muore dopo una battaglia contro il cancro durata tre anni. In suo onore tutti i teatri di Broadway hanno spento le loro luci per un minuto il 21 settembre e nel 2019 ha ricevuto uno speciale Tony Award postumo.(n. 1960)Marin_Mazzie_perfettamente_chic.jpg

2017: Frank Vincent, Frank Vincent Gattuso, è stato un attore statunitense, di origini italiane. Da appassionato suonatore di batteria, tromba e pianoforte, Frank Vincent sperava inizialmente in una carriera musicale, ma notato dal registra Martin Scorsese, iniziò la sua carriera attiva come attore in Toro scatenato. Morì a causa di complicazioni durante un intervento al cuore, resosi necessario dopo che l’attore aveva subito un infarto. (n. 1937)Frank_Vincent_perfettamente_chic.jpg

2004: Giuni Russo, nome d’arte di Giuseppa Romeo, cantautrice italiana. Artista di ricerca, sperimentale e d’avanguardia, antesignana della musica di confine,[senza fonte] tra jazz ed elettronica, tra blues e lirica, tra pop e classica, tra musica sacra e musica leggera, caratterizzata dall’estrema facilità di cambio di registro. Nella sua lunga carriera ha inciso brani in italiano, inglese, francese, giapponese, castigliano, arabo, farsi e latino. Giuni muore all’età di 53 anni, dovuto alla malattia con cui è in lotta da alcuni anni. (n. 1951)

Dorothy_McGuire_perfettamente_chic.jpg2001: Dorothy McGuire, Dorothy Hackett McGuire, era un’attrice americana. È stata nominata per l’ Oscar alla migliore attrice per Gentleman’s Agreement (1947) e ha vinto il National Board of Review Award come migliore attrice per Friendly Persuasion (1956). Sposata con il fotografo John Swope (1908-1979) per più di 35 anni, ebbe un figlio, il fotografo Mark Swope, e una figlia, l’attrice Topo Swope  (1948). (n. 1916)

Philip_Ober_perfettamente_chic.jpg1982: Philip Ober, attore statunitense, comparve spesso in ruoli di uomo tutto di un pezzo alle prese con situazioni farsesche. Dal 1954 al 1967 Ober comparve frequentemente in episodi di serie televisive. Philip si sposò tre volte: nel 1923 con Phyllis Roper, dalla quale ebbe un figlio, e dalla quale divorziò nel 1941. Nel 1941 si risposò con l’attrice Vivian Vance, dalla quale divorziò nel 1959. Nel 1961 sposò in terze nozze Jane Westover, con la quale rimase fino alla morte. Ritiratosi dall’attività cinematografica e televisiva, entrò nel servizio diplomatico americano, e, mentre lavorava presso il Consolato degli Stati Uniti a Città del Messico, morì d’infarto. (n. 1902)

1973: Betty Field, è stata un’attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense. Recita in diverse rappresentazioni teatrali prima di esordire nel cinema. Il suo primo ruolo sul grande schermo fu quello di Mae, l’unico personaggio femminile della pellicola Uomini e topi (1939), che la fece apprezzare dalla critica per le sue qualità di attrice drammatica. Sposata tre volte, il suo primo marito fu l’autore teatrale Elmer Rice, dal quale ebbe tre figli. L’attrice morì all’età di 60 anni, per un ictus. (n. 1913)Betty_Field_perfettamente_chic.jpg

1969: Nataniela De Micheli, attrice teatrale e personaggio televisivo italiana. venne scoperta dal regista Alessandro Brissoni, che la diresse in alcuni spettacoli televisivi sperimentali negli studi Rai di Milano. Successivamente fu una delle prime annunciatrici della televisione italiana sempre dalla sede Rai di Milano, ruolo dal quale si dimise nel 1957 non avendo ottenuto un regolare contratto di lavoro. Dopo la separazione dal marito, l’avvocato e consulente del Milan Armando Radice, negli anni sessanta riprese a lavorare nel mondo dello spettacolo in alcuni ruoli di secondo piano. Si tolse la vita all’età di 34 anni, gettandosi dall’ultimo piano dello stabile dove abitava. (n. 1934)Nataniela_De_Micheli_perfettamente_chic.jpg

1959: Adrian, Adrian Adolph Greenberg, è stato un costumista statunitense; considerato il più celebre dei costumisti cinematografici, in diverse occasioni ha influenzato la moda contemporanea. Nato Adrian Adolph Greenberg, si diplomò alla School for Applied and Fine Arts di New York, trasferendosi quindi a Hollywood dove creò abiti maschili per molti attori, fra cui Rodolfo Valentino. Disegnò inoltre costumi per alcuni film di Cecil B. DeMille, lavorando sotto Mitchell Leisen, l’art director per la compagnia che De Mille stava formando. Nel 1928 e Adrian venne nominato “chief costume desiger” della MGM, dove rimase fino al 1942. Adrian_Adolph_Greenberg_perfettamente_chic_Janet_Gaynor.jpgSin dal loro primo film, Dinamite (Dynamite), Adrian fu assegnato anche ad altre produzioni MGM, incluse alcune con la Garbo, della quale avrebbe inventato l'”immagine”, soprattutto in film come Il bacio, Anna Christie, Anna Karenina, Grand Hotel e Margherita Gauthier. Avrebbe poi contribuito a creare anche il look di Norma Shearer, di Jean Harlow, di Hedy Lamarr e di Joan Crawford: per quest’ultima, disegnò gli abiti con le spalle imbottite, lanciando così una nuova moda che si affermò a livello mondiale. Nel 1930, DeMille girò Madame Satan che conteneva la lunga sequenza di un party che si svolgeva in uno Zeppelin. I costumi della festa diventarono una delle cose più stravaganti che Adrian avesse mai disegnato. Adrian cedette ai grandi magazzini Macy’s il modello di un abito da sera indossato da Joan Crawford in Ritorno: immesso sul mercato contemporaneamente all’uscita del film, vendette oltre mezzo milione di capi in una settimana. Abituato fin dagli inizi nel cinema muto a sfruttare il bianco e il nero, concentrò le sue scelte cromatiche sui contrasti di tono e lungo la gamma dei grigi, soprattutto nei sontuosi abiti da sera che erano richiesti dai film. Il famosto costumista era molto attivo e in due produzioni kolossal come Maria Antonietta (1938) e Il mago di Oz (1939) disegnò ogni cosa, inclusi gli abiti delle comparse, buttando giù gli schizzi ogni due/tre minuti. Anche se Adrian era amico personale di molte dive, ebbe rapporti piuttosto tesi con alcune star, come Greta Garbo, che non amava molto il suo modo di vestirla. Judy Garland, dal canto suo, aveva un personale piuttosto difficile da far risaltare, e Adrian la ingabbiava in corsetti poco confortevoli che dovevano snellirla e allungarne la figura. Lasciata la MGM, aprì un proprio laboratorio che servì le maggiori case di produzione. Aveva sposato l’attrice Janet Gaynor, in un tacito accordo per nascondere l’omosessualità di entrambi. Il loro matrimonio durò felicemente fino alla morte di Adrian, colpito da infarto. (n. 1903)Adrian_Adolph_Greenberg_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web
Annunci