Tag

, , , , , , , , , ,

La storia di Claudio ed Emma è stata complicata. Lui ha alle spalle una storia difficile. Viene fuori da un passato da tossicodipendente. È entrato in comunità per disintossicarsi e lì ha imparato un mestiere. Quando ha lasciato la struttura è stato preso come aiutante in una ditta di infissi. Col tempo si è distinto nel lavoro e ha sconfitto i pregiudizi della gente. Raggiunta una certa sicurezza, ha deciso di provare a far colpo sulla ragazza che ogni giorno aspettava alla fermata dell’autobus di fronte al suo posto di lavoro. Emma abitava nei paraggi della ditta dove lavorava Claudio e  si era spesso fermata a parlare con quel ragazzo schivo e dall’aria malaticcia. Provavano  simpatia l’uno per l’altra ma, se lei qualche volta chiedeva a lui di unirsi alla sua comitiva per trascorrere una serata insieme, si sentiva snocciolare un mare di scuse assurde. La ragazza si era chiesta spesso il motivo del comportamento del suo nuovo amico, ma non riusciva a capire. Fu lui in seguito a proporle di uscire assieme una sera. Lei ne fu contenta e gli chiese se gli andasse di unirsi alla sua compagnia per assistere all’esibizione di una rock band in piazza. Lui accettò. L’indomani Rita, la migliore amica di Emma, le raccontò il passato di Claudio, avvisandola di stare attenta che lui non la portasse su una cattiva strada. Emma reagì in modo brusco all’avvertimento dell’amica e, per un po’ non le rivolse la parola.amiche_perfettamente_chicIntanto continuava a frequentare il ragazzo. Quando tra loro si creò una certa confidenza, lei gli chiese se le voci sul suo passato fossero vere. Lui confermò tutto. Le raccontò la sua storia e, alla fine le confessò i sentimenti  che provava per lei, dicendole che se lei non lo ricambiava lui avrebbe capito. Lei lo ascoltò in silenzio e poi gli confessò che a causa sua aveva litigato con la sua migliore amica. Lui le chiese di riprendere i rapporti con Rita. Lei gli promise che lo avrebbe fatto a patto che lui non sparisse, perché teneva tanto a lui quanto all’amica. Emma ritrovò la sua amica e divenne la ragazza di Claudio. Rita, però, mise in guardia l’autoritario padre della ragazza sulle frequentazioni di sua figlia. L’uomo si informò sul ragazzo e quello che scoprì non fu di suo gradimento. Provò a dissuadere la figlia dal frequentarlo, ma Emma gli disse che era innamorata di lui e, se le proibivano di frequentarlo, lei sarebbe andata via di casa e lui non l’avrebbe più vista. Il padre, allora, le impose degli orari e delle regole nuove da seguire. Lei, per la buona pace della famiglia, accettò le condizioni del genitore. Quando ne parlò con Claudio, lui le propose di andare assieme a parlare col padre,  lei disse che era meglio aspettare e lui non insistette. Però, decise di presentarlo a sua sorella e suo fratello. A loro Claudio piacque da subito. Anzi, quando Fabio, il fratello di Emma, decise di sposarsi gli mandò l’invito per il matrimonio. Emma non credeva che lui si sarebbe presentato. Invece, Claudio la sorprese. E, quando nessuno gli stava prestando attenzione, andò dal padre della ragazza. Gli parlò chiaro: anni prima aveva scelto una strada sbagliata, ma ora aveva ritrovato se stesso. Spiegò la ragione per cui era lì all’uomo che non parlò, ma ascoltò ciò che lui gli diceva. Un paio di settimane dopo, mentre pranzavano, l’uomo chiese a sua figlia come andavano le cose con Claudio. Lei lo guardò sorpresa e gli rispose con calma. Suo padre si aspettava un commento astioso. Capì che sua figlia era cresciuta e la storia con quel ragazzo era una cosa seria. Le disse che se voleva portare avanti quella relazione era ora di conoscere meglio questo Claudio. Lei non era sicura di voler acconsentire alla richiesta di suo padre,ma sua madre la convinse ad accettare. Organizzarono una cenetta in famiglia alla quale furono invitati anche suo fratello e sua sorella e, con grande stupore della ragazza, Claudio venne messo a proprio agio da tutti e non ci fu nessun terzo grado da parte del padre. Quella fu solo la prima delle tante occasioni in cui il giovane si unì alla famiglia. Un anno dopo, nonostante tra lui e il padre di Emma non ci fosse ancora un rapporto sereno,  Claudio chiese all’uomo la mano di Emma. Non aveva detto a nessuno della sua intenzione e tutti guardarono preoccupati il burbero capo famiglia. L’uomo nel vedersi osservato a quel modo scoppiò in una fragorosa risata e concesse al giovane la mano della ragazza, non prima di specificare, però, che se un domani l’avesse fatta soffrire non l’avrebbe passata liscia.pranzo_famiglia_perfettamente_chicI preparativi per le nozze cominciarono alcuni mesi dopo. Emma era felice. Avrebbe voluto una proposta di matrimonio più moderna e spensierata, ma le andava bene così. Decise di immergersi completamente nelle emozioni dei mesi che la separavano dal grande giorno in cui avrebbe sposato il suo amore. Dalla prova dell’abito, alla scelta della sala, alle discussioni con Claudio su alcuni dettagli sui quali voleva un suo parere. il tempo volò ed arrivò la sera che precedeva le nozze. Rimasta sola nella sua stanza, la ragazza  aprì il suo diario: un enorme quadernone dalla copertina azzurra, il custode di tutte le emozioni di una vita. In quel momento scrivere l’avrebbe aiutata a rilassarsi. Quante emozioni correvano nel suo cuore! Le sembrava quasi di sentirle nelle orecchie come se fossero corde di una chitarra pizzicate dalle dita dell’anima. Un momento! Lì fuori c’era davvero qualcuno che suonava una chitarra!!!serenata_perfettamente_chicSi mise in ascolto e sentì anche cantare la  canzone che aveva accompagnato il nascere della sua storia con Claudio. Corse ad aprire la finestra e nel cortile di casa trovò un gruppetto di gente a lei familiare. Al centro del gruppetto c’era un ragazzo con la chitarra e accanto a lui il suo innamorato che stava cantando per lei. Si godette la canzone, uscì di corsa dalla stanza e scese giù mentre suo padre le urlava dietro con aria divertita di stare attenta alle scale. A lei sembrava di avere le ali ai piedi. Non aveva bisogno di scrivere più nulla sul suo diario. L’emozione di quella sorpresa, assieme alle altre che provava quando era col suo Claudio, ormai erano scritte con inchiostro indelebile nella sua anima. Aveva lottato contro suo padre per fargli accettare quella storia e il suo sogno si era avverato. L’indomani sarebbe diventata la moglie di Claudio. Per il momento, però, si sarebbe goduta la serenata che lui aveva organizzato per lei alla quale era presente anche Rita.

Autore: Clorinda Di Natale