Tag

, , , , , , , ,

lettera_di_babbo_natale_perfettamente_chic_1.jpgQuando arriva dicembre, ogni bimbo aspetta contento l’arrivo di Babbo Natale. Fiamma no. Lei, da bambina, era letteralmente terrorizzata all’idea che quello sconosciuto s’intrufolasse in casa sua. A testimonianza di ciò c’è una foto scattata all’asilo che la ritrae, a tre anni, accanto a Babbo Natale, con il terrore stampato sul viso. Non immagina che presto dovrà ricredersi.

Quando suo fratello Damiano andò in Inghilterra a perfezionare il suo inglese e da Londra mandarono a casa sua Nick, per migliorare il suo italiano, Fiamma lo trovò arrogante. Arrivato il periodo natalizio, però, il giovane, contagiato dall’allegria dei preparativi, si offrì di darle una mano con gli addobbi.  Da lui, a causa della vita frenetica dei suoi genitori, non c’era spazio per quei momenti di condivisione familiare che, invece, si vivevano in quella casa. Il londinese fu letteralmente conquistato dal profumo dei dolci preparati dalla nonna materna di Fiamma che viveva  con loro. Quando si seppe che il giovane, a causa dei disagi provocati dal maltempo, non avrebbe potuto passare il Natale nel suo paese d’origine, la famiglia di Fiamma gli propose di unirsi ai loro festeggiamenti. Lui accettò, a patto di poter collaborare in qualche modo. La nonna gli propose di sostituire Damiano e travestirsi da Babbo Natale per distribuire i regali ai più piccini. Il ragazzo accettò con gioia. L’entusiasmo del  giovane per quelle tradizioni contagiò tutti. Quando il giovane tornò a casa per Capodanno, Fiamma si rese conto di provare qualcosa per lui e, allo stesso tempo, si sentiva in colpa verso il suo fidanzato Filippo a cui voleva molto bene. Poco prima del ritorno di Nick, Filippo la sorprese chiudendo la loro storia con una lettera in cui spiegava di aver scoperto che, a  causa di un cancro in fase terminale, gli restavano pochi mesi di vita. Nel tempo che gli rimaneva da vivere voleva realizzare dei sogni. Aveva imbucato quella lettera prima di partire per un viaggio che desiderava fare sin da bambino. Le chiese di essere felice. Sapeva che lei era innamorata del suo ospite inglese e, dal modo in cui la guardava, era evidente che anche lui provasse lo stesso per lei. Non l’aveva mai vista allegra e spontanea come lo era stata con Nick il giorno di Natale. Le chiese di perdonarlo per averla lasciata con quella lettera, di rispettare le sue scelte e non cercarlo. La ragazza, sconvolta da quella lettera, si confidò con sua nonna che le consigliò di rispettare le decisioni del giovane. L’unica cosa che poteva fare per lui era essere felice.

Passarono alcuni mesi da quel giorno. In quel lasso di tempo Fiamma ebbe modo di conoscere meglio Nick che si dimostrò un ragazzo molto simpatico e alla mano. Quella che lei aveva scambiato per arroganza era solo timidezza. Fiamma raccontò a Nick della lettera solo quando seppe della morte di Filippo. Quando lei gliela mostrò, lui le confermò che l’amava. Nei mesi successivi  i due si separarono per un po’, perché lui doveva terminare gli studi nel suo paese. Intanto lei completò gli studi e trovò lavoro in una scuola materna. Quando Nick comunicò alla ragazza di aver ricevuto una proposta di lavoro che lo avrebbe riportato in Italia, a lei non sembrava vero che avessero tanta fortuna.

lettera_di_babbo_natale_perfettamente_chic_2.jpgNick lavora in Italia ormai da tre anni. Lui e Fiamma cercano casa e, quando l’avranno trovata,  potranno andare a convivere per poi pensare al matrimonio. Adesso la maestrina è impegnata con i suoi bimbi. Natale è alle porte e loro hanno una festa con canti e poesie da realizzare. Quel mattino sono intenti a rifinire gli ultimi ritocchi e aspettano l’arrivo di Babbo Natale per fare le foto con lui. Le colleghe di Fiamma chiedono ai piccoli di fare un disegno sul Natale. Ad un tratto si diffonde nell’aria la musica degli zampognari. Fiamma attira l’attenzione dei piccoli: “ Sentite  la musica? Questa è la musica del Natale.” I bimbi chiedono da dove vengono quegli strani suoni. Una maestra promette loro che, se i musicisti si avvicinano all’asilo, avranno il permesso di guardarli dalla finestra. Così si ritorna a colorare e parlare del Natale e tutti si dimenticano degli zampognari. Dopo alcuni minuti arriva Babbo Natale e le maestre si organizzano con i bimbi per fare le foto. Dopo le foto, ai bimbi vengono distribuiti dei piccoli doni. Prima di andare, l’uomo con la barba bianca chiama accanto a sè Fiamma e le dice che c’è una sorpresa per lei. Poi apre la porta dell’aula e si affaccia in corridoio. Poco dopo si diffonde nell’aria il suono delle zampogne e i musicisti entrano in classe. La ragazza è confusa. I due musicisti si spostano ai lati della porta e lasciano entrare Nick che sorride allegramente salutando con la mano i bimbi. Poi si fa serio e va dalla sua ragazza. Le prende la mano e le parla col suo accento inglese: “Da quando ti ho conosciuta ho scoperto un mondo nuovo, fatto di calore, di famiglia, di profumi e sensazioni che non avevo mai provato prima. Mi hai accolto nella tua famiglia e mi hai fatto diventare una persona nuova. Ho scelto di darti adesso il mio regalo di Natale. Davanti ai tuoi “angeli” monelli (come li chiami tu). Di fronte a loro non piangerai, spero!”lettera_di_babbo_natale_perfettamente_chic_3.jpg Tira fuori dalla tasca uno scatolino, estrae l’anello custodito al suo interno e posa la scatola. Prende la mano di Fiamma e, guardandola negli occhi, le dice. “Fiamma mi vuoi sposare?” Lei manda indietro le lacrime e scuote il capo sorridendo: “Bambini secondo voi devo sposarlo?” I bimbi cominciano a battere le mani e fanno un coro di entusiastici sì.  Nick mette l’anello al dito della sua futura sposa e le dà un rapido bacio. Prima di congedare gli zampognari e Babbo Natale, il giovane chiede di poter fare una foto assieme a loro, in modo che Fiamma possa metterla sull’album dei suoi ricordi, accanto alla foto di quando era bambina. Adesso, sicuramente, la sua opinione su Babbo Natale sarà cambiata.

Autore: Clorinda Di Natale
Pubblicato: felicementesposati.it