Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

2013: Eileen Brennan, nome d’arte di Verla Eileen Brennen, attrice statunitense figlia dell’attrice di film muti Regina “Jeanne” Menehan e del medico John Gerald Brennen. Nel corso della sua carriera, Eileen Brennan interpretò più di 121 ruoli tra film, film tv e serie tv. Dal 1968 al 1974 fu sposata con il fotografo David John Lampson, dal quale ebbe due figli: Patrick (un ex giocatore di basket, divenuto attore) e Sam (cantante). Dopo aver sconfitto un cancro al seno, l’attrice morì per un cancro alla vescica. (n. 1932)Eileen_Brennan_perfettamente_chic.jpg

2004: Eugene Roche, Eugene Harrison Roche, attore statunitense. Roche fece il suo debutto a Broadway nel 1961 ed ebbe altri ruoli teatrali di rilievo. Si specializzò come attore televisivo, interpretando ruoli ricorrenti in numerose serie di intrattenimento. Ebbe ruoli di supporto anche in alcuni film per il grande schermo. Roche interpretò anche personaggi drammatici, dai modi spesso ingannevoli ma in grado di dimostrare spietatezza, violenza minacciosa o inquietante perversione, come in un episodio della serie La signora in giallo, in cui interpretò un duro poliziotto che tenta di uccidere Jessica Fletcher. È stato sposato dal 1953 al 1981 con Marjorie Perkins, da cui ha avuto nove figli, tra cui Eamonn, Brogan e Sean Roche. Nel 1982 si risposò con Anntoni C. Bratman, con cui rimase per il resto della sua vita.  (n. 1928)Eugene_Roche_perfettamente_chic.jpg

1990: Jill Esmond, Jill Esmond Moore, è stata un’attrice teatrale e sceneggiatrice inglese. E’ stata la prima moglie di Laurence Olivier.  Figlia degli attori teatrali Henry V. Esmond e Eva Moore, all’età di 14 anni, ha deciso di diventare attrice. Attrice teatrale affermata, incontrò l’allora quasi sconosciuto Laurence Olivier. I due iniziano a lavorare insieme e nel 1930 convolarono a nozze. Hanno avuto un figlio, Tarquin Olivier (1936). La carriera di Esmond continuò a salire mentre la carriera di Olivier languiva. Esmond ha resistito alla pubblicità della relazione di Olivier con Vivien Leigh e non ha chiesto il divorzio. Pressato da Olivier, che era ansioso di sposare Leigh, alla fine accettò e divorziarono. Tornò brevemente alla recitazione e apparve in film popolari. Alla fine della sua vita, Olivier ha continuato i pagamenti degli alimenti per Esmond. Esmond rimase in contatto con Olivier, e in una lettera a suo figlio Tarquin, disse “È divertente dopo tutto quel tempo come posso ancora amarlo così tanto.” Fragile e su una sedia a rotelle, ha frequentato la cerimonia funebre di Olivier nell’ottobre 1989. (n. 1908)Jill_Esmond_perfettamente_chic.jpg

Giovanna_Caracciolo_perfettamente_chic1983: Giovanna Caracciolo, Giovanna Caracciolo Ginetti, è stata una stilista italiana. Appartenente a un ramo della famiglia dei principi Caracciolo, fondò, a Roma nel 1947, insieme alla contessa Barbara Rota Angelini Desalles la sua casa di moda, la maison Carosa. Partecipò con delle sue creazioni alla “First Italian High Fashion Show”, la prima storica sfilata organizzata il 12 febbraio 1951 a Firenze. Nel 1952 partecipò insieme ad altre prestigiose firme dell’epoca alla sfilata che utilizzò per la prima volta la celebre “Sala Bianca” di Palazzo Pitti. (n. 1920)

1976: Charlotte Susa, nata Charlotta Wegmüller, attrice e cantante tedesca. Esordì nel 1915 ne Charlotte_Susa_perfettamente_chic.jpgIl flauto magico di Mozart, avendo adottato il cognome della madre, italiana di nascita. Interpretò vari ruoli in opere e operette rappresentate in molteplici teatri della Germania, finché nel 1926 debuttò al cinema, 36 film, nei quali passò da ruoli di femme fatale fino a quelli drammatici di una donna criminale. Charlotte Susa si sposò tre volte: col regista Paul Cablin e con gli attori Arthur Malkowsky e dal 1939 con Andrews Engelmann. (n. 1898)

1975: Florine McKinneyFlorine_McKinney_perfettamente_chic.jpg, attrice statunitense. Di notevole bellezza, in dieci anni partecipò a una trentina di film, recitando per lo più in parti secondarie. Problemi di alcolismo contribuirono probabilmente alla prematura fine della sua carriera, nel 1942. Nel 1936 aveva sposato lo sceneggiatore Barry Trivers, da cui divorziò nel 1940. (n. 1909)

1945: Elio Marcuzzo, è stato un attore italiano, ucciso nell’immediato secondo dopoguerra da alcuni partigiani delle Brigate Garibaldi. Nel 1937 debuttò come attore, insieme ad Alberto Sordi. Marcuzzo interpretò altre parti secondarie in alcuni film di cassetta girati in quegli anni, fino a quando Goffredo Alessandrini non gli affidò un ruolo importante in Nozze di sangue (1941) accanto a Fosco Giachetti e Luisa Ferida. Da li’ altre parti in vari film e lungometraggi importanti. Nel settembre del 1943, con l’invasione tedesca, si interruppe l’attività cinematografica che fu ripresa qualche mese più tardi. Elio Marcuzzo, uomo di sinistra, seppur non iscritto a nessun partito o movimento politico, non aderì al nuovo Stato di Mussolini preferendo ritirarsi a Cavriè dove era stata sfollata la famiglia. Elio_Marcuzzo_perfettamente_chic.JPGCirca tre mesi dopo la resa delle truppe tedesche, un gruppo di ex partigiani travestiti da militi della Guardia Nazionale Repubblicana, al comando di Gino Simionato (“Falco”), lo prelevò insieme a suo fratello Armando dal piccolo centro. I due, trasportati in un camion alla cartiera di Mignagola nei pressi di Breda di Piave vennero impiccati e, come rilevò la perizia medica, seppelliti ancora in vita[2]. Il processo, intentato nella prima metà degli anni ’50 contro i responsabili di tale efferato delitto, non andò oltre la fase di istruttoria per subentrata amnistia. Dagli interrogatori emerse che Marcuzzo venne impiccato per avere effettuato due traduzioni per conto di un impiegato comunale di Treviso durante la RSI: la prima dall’inglese, la seconda dal tedesco all’italiano: quest’ultima aveva ingenerato il sospetto che l’attore fosse un collaborazionista. Al momento del decesso il giovane aveva appena compiuto ventotto anni.  (n. 1917)Edith_Yorke_perfettamente_chic.jpg

1934: Edith Yorke, nata Edithe Byard, è stata un’attrice inglese apparsa in oltre sessanta pellicole soprattutto all’epoca del muto, tra il 1919 e il 1933. Sposò Robert Byard ed emigrò con lui e i loro figli negli Stati Uniti nel 1902, diventando un’attrice cinematografica. Anche sua figlia era un’attrice cinematografica, e suo figlio divenne violinista con un’orchestra sinfonica. (n. 1867)

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web