Tag

, , , , , ,

amish_matrimonio_perfettamente_chic1.jpgGli Amish sono una comunità nata in Svizzera. Dal ‘700 questa comunità stabilì negli Stati Uniti d’America; attualmente la più grande comunità Amish si trova in Ohio.

La loro vita è basata sulla semplicità del ‘700, escludono ogni forma di tecnologia e vivono a stretto contatto con la natura e la campagna.

amish_matrimonio_perfettamente_chic2.jpgC’è un film-commedia “In ricchezza e in povertà” del 1997,  interpretato da Tim Allen e Kirstie Alley, che riesce a spiegarci in pieno (anche in un modo divertente) come funziona questa comunità, basata sull’umiltà e l’amore.

amish_matrimonio_perfettamente_chic3.pngNel loro modo di scandire il tempo e la vita, attraverso l’ agricoltura e l’artigianato, il matrimonio ha delle usanze molto semplici.

La famiglia è alla base della comunità e per questo dai 16 anni, i giovani si avviano alla ricerca del compagno/a per sposarsi verso i 20 anni; la comunità, per favorire la conoscenza fra i giovani, organizza spesso picnic, aste, serate cantanti, le raccolte nelle campagne o lavori collettivi come costruire case per altri sposi.

amish_matrimonio_perfettamente_chic4.jpgSono le giovani donne a scegliere il futuro marito, senza imposizioni da parte  dei genitori, facendo passeggiate con i ragazzi, senza mai appartarsi. I ragazzi che desiderano sposarsi, annunciano, nel periodo estivo, l’intenzione e il nome del futuro sposo/a e, in una delle celebrazioni domenicali, i promessi sposi vengono “annunciati” alla comunità.

La cerimonia di nozze avviene esclusivamente in novembre e dicembre, nella casa della promessa sposa, quando le varie coltivazioni agricole sono ferme, il mercoledì o il giovedì, così si ha tempo per rimettere a posto la casa e fare riposo la domenica (come il Signore ha comandato di fare).

I preparativi nel giorno delle nozze iniziano alle 5 del mattino; le donne, tutte assieme, peparono il banchetto per l’intera comunità (dalle 200 alle 400 persone), e terminano a tarda notte accompagnate dalle note di chitarra, violino e banjo.

L’abito della sposa è semplice, privo di ogni ornamento, di colore blu, celeste o viola; un vestito che poi userà alle funzioni religiose della domenica e… ahimè, sarà usato anche per il proprio funerale. La sposa non porta nessun fiore (o bouquet). Anche gli abiti della comunità sono quelli usuali della funzione domenicale, puliti, ma semplici. Non ci sono  testimoni “particolari” o damigelle d’onore, perché l’intera comunità è testimone all’ “evento”.amish_matrimonio_perfettamente_chic7.jpg

Grande importanza viene data alle torte nuziali, che saranno due: una dedicata allo sposo, che nella forma dovrà richiamare la sua professione, e una per la sposa, che viene decorata con nastri agganciati a 10 oggetti. Le amiche tireranno questi nastri e ogni oggetto sarà un’ indicazione per il futuro, un po’ come il nostro lancio del bouquet. Come regali di nozze gli sposi ricevono solo arnesi da lavoro e oggetti per la cucina.

Dopo il matrimonio gli uomini si fanno crescere la barba, mentre le donne cambiano colore della loro cuffietta per raccogliere i capelli (che non tagliano mai) dal nero di “nubile” al bianco di “sposata”.amish_matrimonio_perfettamente_chic5.jpg

Gli sposi dopo la cerimonia si concedono un viaggio di nozze: un tour dai parenti (tutti) e al loro ritorno vivono con i genitori di lei sino alla primavera, a quel punto l’intera comunità si mobiliterà per aiutarli a costruire la loro modesta casa.

Autore: Lynda Di Natale
Pubblicato: felicementesposati.it