Tag

, , , , , ,

Tra me e Andrea tutto è cominciato con una bella e grande amicizia. Ci siamo conosciuti all’asilo e da allora siamo inseparabili. Andrea è il fratello che non ho mai avuto,  c’è sempre stato per me. Parliamo di tutto e tra noi non ci sono segreti. Ci capiamo al volo. Mi conosce meglio della mia migliore amica…

amici_perfettamente_chic_1.jpg

Lei diceva che la nostra amicizia ci avrebbe impedito di trovare l’amore. È capitato più di una volta che le nostre avventure sentimentali finissero, perché i nostri partner erano gelosi della nostra amicizia. Poi Andrea s’ innamorò sul serio. Mara accettava il nostro rapporto e non era gelosa di me come le altre ragazze che l’avevano preceduta. Spesso mi invitava ad uscire con lei ed Andrea. A volte accettavo, ma capivo che dovevo farmi da parte. Ci stavo un po’ male a non poter vedere Andrea come un tempo, finché anch’io trovai l’amore.  Luca era il fidanzato ideale. Tutto andava bene tra noi, tanto che lui mi propose di partire assieme per un week end in montagna. Mi rendevo conto che accettare quell’invito implicava altro. Io non mi sentivo pronta a vivere quell’esperienza e non avevo il coraggio di dirlo a Luca.  Avevo un’idea precisa sulla mia prima volta. Ero convinta che certe cose vengono da sé,  non vanno programmate e  quando succedono è perché lo si desidera in due, così presi tempo. Volevo parlarne con le mie amiche, ma temevo che loro avrebbero riso delle mie idee, considerandole superate. Così decisi di cercare Andrea. Lui mi avrebbe aiutata a leggere dentro di me. Appena mi vide, mi abbracciò e mi disse di rilassarmi: “ Nessun problema deve togliere l’allegria e il sorriso dal tuo viso!

amici_perfettamente_chic_2

Era bello rifugiarsi nel suo abbraccio.  Per un momento tutti i dubbi e le incertezze che mi tormentavano svanirono. Anche Luca era bravo a consolarmi quando ero preoccupata per qualcosa o se ero un po’ giù, ma Andrea era diverso. Mi resi conto in quel momento che non era normale preferire di essere tra le braccia del mio amico anziché fra quelle del mio ragazzo. I dubbi si moltiplicarono nella mia mente. Mi sciolsi dall’abbraccio e inventai qualcosa per non far capire ad Andrea il mio vero disagio ma non funzionò. Lui mi ascoltò e mi diede uno dei suoi consigli poi, mentre ci salutavamo, mi disse che se avevo voglia di parlargli del mio “vero” problema mi bastava fargli uno squillo e lui sarebbe arrivato come al solito. Io annuì e corsi via prima che lui si accorgesse che stavo per piangere. Liberai le lacrime quando fui sola in camera mia. Ero sempre stata innamorata del mio migliore amico e me ne rendevo conto solo in quel momento. Di colpo la mia vita era diventata un completo fallimento. Avevo sbagliato tutto. Lasciai Luca dicendogli che avevo scoperto di non amarlo abbastanza per condividere certe esperienze con lui. Non la prese per niente bene. Cercai di tenere un comportamento il più naturale possibile con Andrea per non fargli capire i miei sentimenti. Lui sapeva che avevo qualcosa che mi turbava, ma aspettava che fossi io a parlare.

amici_perfettamente_chic_3.jpg

Dopo alcune settimane di apparente normalità mi sono convinta di essere riuscita a nascondere la mia inquietudine anche al mio caro amico. Finché un  pomeriggio, tornata a casa, la mamma mi ha detto che era arrivata una lettera per me. L’aveva lasciata sulla scrivania in camera mia. Io sono andata subito a vedere di che si trattava. Non aspettavo nessuna lettera. Chiusa in camera, ho aperto la lettera. Ho riconosciuto immediatamente la scrittura di Andrea e ho iniziato a leggere:

Ciao Anna,

immagino la tua sorpresa nel trovare questa lettera. Non ho il coraggio di dirti ciò che devo, guardandoti negli occhi. La nostra amicizia è la cosa più preziosa che abbiamo, ma da qualche settimana mi sono reso conto di non poter più andare avanti con questo segreto nel cuore. Credevo di potermi accontentare di starti accanto come amico, ma non mi basta più. Ho capito che c’è qualcosa che ti turba  e che non vuoi condividere con me ed ho notato una certa freddezza nei miei confronti. Allora mi sono detto che dovevo essere sincero con te. Quando ami una persona non puoi accontentarti di essere suo amico. Prima o poi i tuoi sentimenti vengono fuori mettendo a rischio l’amicizia. Io ho capito che voglio vivere la mia vita con te non solo come amico. Quando c’era Luca mi sembrava di impazzire. Sono rimasto da parte per permetterti di essere felice, ma stavo male. Con Mara le cose non andavano, ma non avevo il coraggio di lasciarla. A dirla tutta è stata lei a spingermi a dirti la verità. In queste settimane avrei voluto parlarti, ma ti vedevo così inquieta e pensierosa ed ho deciso di aspettare che mi cercassi. Quando ho capito che non lo avresti fatto ho deciso di scriverti. Anna, io ti amo e non posso più tenere nascosto il mio amore dietro l’amicizia. Se c’è una sola possibilità che la nostra amicizia possa diventare qualcosa di più anche per te, sai dove cercarmi. Altrimenti questa è una lettera di addio, perché domani sera partirò per lavoro e non ci vedremo per molto tempo. Addio amica mia. Mi mancherai.”

Le ultime frasi della lettera le leggevo a fatica. Non credevo ai miei occhi. Lui mi amava come io amavo lui. Mi tremavano le mani, il mio stomaco faceva le capriole. Non sapevo cosa fare. Cercavo di rileggere la lettera, ma non riuscivo a smettere di piangere. Ho fatto tutto senza rendermene conto. Sono uscita dalla stanza con la lettera stretta in mano e sono corsa fuori di casa con la mamma che mi chiedeva preoccupata dove andavo così di fretta ed in quello stato. Sono arrivata a casa di Andrea in un baleno. Mi ha aperto lui la porta. Per la corsa ero senza fiato, ma lui ha visto la lettera che tenevo in mano ed ha capito tutto.

amici_perfettamente_chic_4

Sono passati alcuni mesi da quel giorno. Giusto il tempo di organizzare il nostro matrimonio. Io e il mio migliore amico stiamo per giurarci amore eterno e credo che nessuno in questo momento possa essere più emozionato e contento di noi due.

Autore: Clorinda Di Natale
Annunci