Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Sicilia è stata la prima regione italiana a far partire i “saldi” – dal 2 gennaio 2017 – mentre il 5 gennaio saranno coivolte tutte le altre regioni.
Il giorno di stop ai saldi sarà però diverso regione per regione.

.saldi_perfettamente_chic_4.jpg

Ecco le date di fine sconti per regione – in testa all’elenco, città e regioni dove il periodo di svendite durerà di meno-.

  • I saldi dureranno meno che altrove a Roma: la data di fine saldi per il Lazio, infatti, è prevista per il 15 febbraio.
  • seguono la Provincia di Bolzano e la Liguria, dove gli sconti termineranno il 18 febbraio;
  • dieci giorni dopo, avremo lo stop ai saldi a Torino, Venezia, Verona, Reggio Calabria, Bari, Foggia e Lecce: la data di fine saldi in Piemonte, Calabria, Veneto e Puglia, è infatti quella del 28 febbraio;
  • nelle Marche e in Basilicata, stop agli sconti il 1°marzo;
  • in Lombardia,  Abruzzo, Emilia Romagna, Molise, Sardegna, Toscana, Umbria e nella Provincia di Trento il termine dei saldi è  il 5 marzo;
  • in Sicilia la fine delle svendite di fine stagione è prevista per il 15 marzo;
  • per la Valle D’Aosta e il Friuli Venezia Giulia, stop al 31 marzo;
  • a chiudere sarà Napoli, infatti la svendita di fine stagione durerà più che altrove nella Campania, in quanto lo stop agli sconti è stato fissato per il 2 aprile 2017.

Nel 2016, secondo la Confcommercio la previsione media della spesa per i saldi invernali ovvero per l’acquisto di calzature, di capi di abbigliamento e di altri accessori era stimata intorno ai 346 euro a famiglia. L’Adoc, invece, comunica che quest’anno la cifra sarà decisamente più bassa in quanto, molto probabilmente, ogni famiglia spenderà intorno ai 250 euro. Si crede inoltre che un cliente su quattro opterà per gli acquisti online che stanno crescendo di anno in anno.

Per evitare fregature durante i saldi invernali 2017, le associazioni dei consumatori ovvero l’Adoc, la Federconsumatori, l’Adusbef e il Codacons propongono un decalogo con alcune regole d’oro per fare buoni affari.

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: web
Annunci