Tag

, , , , , , , ,

2013: Sara Montiel, pseudonimo di Maria Antonia Alejandra Vicenta Elpidia Isidora Abad Fernandez, attrice e cantante spagnola. Fu la prima attrice spagnola a lavorare a Hollywood e fu l’interprete di una delle pellicole di maggior incasso in Spagna, El último cuplé (1957), che le permise di diventare l’attrice più pagata del momento. Il suo primo ruolo importante arrivò nel 1948 con Giovanna la pazza, cui seguirono altri film coronati da un grande successo di pubblico. In questi stessi anni visse una intensa storia d’amore con Miguel Mihura, giornalista e scrittore molto più anziano di lei, che le fece conoscere i grandi della letteratura e del pensiero, anche se non volle mai sposarsi per lasciarle la sua libertà. Durante la sua permanenza in terra messicana girò 14 pellicole e conobbe grandi intellettuali messicani, ma anche artisti di lingua spagnola esiliati in quel paese, come Frida Kahlo e Pablo Neruda. Il 1957 fu un anno fondamentale per l’attrice: si sposò con il regista Anthony Mann, prima con la clausola articulo mortis” su consiglio della figlia di lui, dopo che un attacco cardiaco lo aveva ridotto in fin di vita, e poi con una cerimonia civile. Nel 1963 divorziò da Anthony Mann e si sposò con un industriale spagnolo, José Vicente Ramírez Olalla. Il matrimonio durò pochi mesi perché il marito voleva che lei smettesse di recitare. Negli anni settanta decise di lasciare il cinema dove, secondo lei, c’erano troppi nudi inutili per dedicarsi alla canzone partecipando a spettacoli televisivi e organizzando tournée teatrali che ottennero sempre grande successo. Iniziò una lunga relazione con l’attore Giancarlo Viola, che proseguì negli anni tra rotture e riappacificazioni, poi conobbe e sposò l’impresario e giornalista José Tous Barberán (Pepe Tous) che considerò il vero amore della sua vita e con il quale adottò i suoi due figli Thais e Zeus. Il matrimonio finì nel 1992 quando l’uomo morì di cancro. Un ultimo matrimonio si celebrò nel 2002 con un fan cubano molto più giovane di lei, unione che l’attrice definì poi “il suo più grande errore”. Negli ultimi anni rifiutò numerose offerte per tornare al cinema ma un altro artista manchego, Pedro Almodóvar, la omaggiò affettuosamente nel film La mala educación (2004). (n. 1928)

sara_montiel_perfettamente_chic.jpg

2002: María Félix, il cui nome completo era María de los Ángeles Félix Güereña, attrice messicana. Conosciuta anche con l’appellativo di La Doña, attribuitole dopo il suo ruolo nel film Doña Bárbara (del 1943). È stata sposata con Enrique Álvarez (dal 1931 al 1938) padre del suo unico figlio: Enrique Álvarez Félix (1934-1996), la coppia divorzia a causa dei tradimenti di lui e María si trasferisce a Città del Messico con il figlio; si racconta che lavorò come segretaria di un chirurgo plastico che la esibiva per dimostrare la sua bravura. Una bugia bianca di cui lei non si vergognava dato che non danneggiava nessuno. Dopo il debutto cinematografico si sposa con il cantante Agustín Lara (dal 1943 al 1947) che in occasione del matrimonio compose in suo onore la canzone María Bonita, un matrimonio difficile a causa della pressante attenzione della stampa e dalla carriera in crescita dell’attrice. Il terzo matrimonio fu con l’attore Jorge Negrete, dal 18 ottobre 1952 al 1953, anno della sua morte. L’ultimo matrimonio fu celebrato nel 1956 con il banchiere francese Alex Berger, di cui rimase vedova nel 1974. In questo periodo continua a viaggiare tra Messico e Francia. Alla fine degli anni cinquanta ridusse gli impegni lavorativi fino a decidere di abbandonare le scene per dedicarsi alla sua grande passione: i cavalli. I suoi destrieri allevati in Francia erano battezzati con nomi messicani e ottennero numerose vittorie. Dopo la morte del quarto marito ebbe un legame con l’artista Antoine Tzapoff. Nel 1996 un grande dolore: la morte del figlio Enrique a causa di un attacco cardiaco. Da allora anche le sue partecipazioni pubbliche cessarono. (n. 1914)

María_Félix_perfettamente_chic

1973: Pablo Picasso, Pablo Ruiz y Picasso, pittore, scultore e litografo spagnolo, di fama mondiale, considerato uno dei protagonisti assoluti della pittura del XX secolo. Dopo aver trascorso una gioventù burrascosa, ben espressa nei quadri dei cosiddetti periodi blu e rosa, a partire dagli anni venti del Novecento conobbe una rapidissima fama; tra le sue opere universalmente conosciute vi sono Les demoiselles d’Avignon (1907) e Guernica (1937). (n. 1881)

Pablo_Picasso_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale