Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Furla è un’azienda di moda italiana che opera nel campo della pelletteria producendo borse, calzature, accessori.furla_perfettamente_chic_copertina_

furla_perfettamente_chic_Aldo_Margherita_FurlanettoFondata a Bologna nel 1927 da Aldo e Margherita Furlanetto per occuparsi inizialmente della distribuzione di accessori femminili, nel 1955 apre in via Ugo Bassi il primo negozio Furla, tuttora esistente. A partire dagli anni settanta affiancano il padre nella guida dell’azienda i figli Carlo, Paolo e Giovanna Furlanetto. Sempre in quegli anni è inaugurata la prima linea di borse Furla, le prime borse con logo Furla. furla_perfettamente_chic_logoIn quegli stessi anni ha avuto inizio la nostra strategia di espansione, dapprima a livello nazionale nelle principali città italiane, e poi anche in ambito internazionale.

La società, trasformata nel frattempo in società per azioni, si specializza in oggetti e accessori dedicati al mondo femminile, dalle borse, alle cinture, ai portachiavi, ai gioielli fino ad arrivare negli anni a produrre alcune linee di borse e accessori da uomo. Negli anni ottanta comincia ad entrare con i primi negozi monomarca nel mercato francese e in quello statunitense, nel 1990 approda in Giappone.

Uno dei modelli di borsa più richiesti è stato Furla Metropolis: proposta in una vasta gamma di colori e di materiali, incluse le stampe di pelli esotiche. Negl’anni  ci sono state più di trecento varianti, tra ricami e applicazioni, e con vari materiali innovativi tipo plexiglas, Crystal trasparente, ect.furla_perfettamente_chic_Furla_Metropolis_

Controllata interamente da due rami della famiglia (quello che fa capo a Giovanna Furlanetto con la maggioranza delle quote, più del 66%, e quello che fa invece capo agli eredi del fratello Carlo e cioè la moglie Chiara Valentini e i figli Marco, Filippo, Silvia, Michele), furla_perfettamente_chic_Giovanna_Furlanettol’attività è sempre stata gestita direttamente dalla famiglia fino al 2007, quando la carica di amministratore delegato è stata affidata a un manager esterno, Paolo Fontanelli.

Giovanna Furlanetto, nata a Bologna nel 1943, entrata in azienda nel 1963 per occuparsi soprattutto di sviluppo di prodotto, ha poi ricoperto vari ruoli e nel 1989 è diventata amministratore delegato.furla_perfettamente_chic_Alberto_Camerlengo

In seguito la guida passa nel 2010 a Eraldo Poletto (con l’interruzione di un anno: esce nel 2012 per andare alla Alfred Dunhill, rientra nel maggio 2013) il quale rimane in azienda fino al 2016. Nel marzo 2017 è nominato il successore: Alberto Camerlengo, l’ex direttore generale di Furla. Camerlengo, che non è un discendente del fondatore ma lavora in Furla dal 2011.

Nel 2008 per volontà di Giovanna Furlanetto è stata creata la “Fondazione Furla”, con sede a Bologna, che si prefigge la missione di allargare le possibilità di affermazione dei giovani talenti nei mestieri creativi, dall’arte alla moda.furla_perfettamente_chic_2

Nel 2013 viene aperto il flagship store di Milano Duomo, nel 2015 viene inaugurato nel cuore di Milano Palazzo Furla (l’ex Palazzo Ricordi),furla_perfettamente_chic_palazzo_furla nel 2016 Giovanna Furlanetto, che controlla il 66,6% della società attraverso la Bloom Holding, cede parte della quota in nuda proprietà al figlio Giuseppe Costato.furla_perfettamente_chic_1

Sono aperti altri negozi monomarca fino a gestirne 467 – di cui 263 diretti – nel 2018 in cento paesi del mondo dopo avere ripreso negli ultimi due anni il controllo diretto della distribuzione acquisendo il 51% della società che distribuisce il marchio in Portogallo, cinque negozi attivi a Singapore e 11 in Australia. Il Giappone è il secondo mercato dopo quello europeo con l’area Asia Pacifico che ha registrato nel 2017 un aumento delle vendite del 50%. Nel 2018 diventa il primo mercato con una quota del 22%.

L’azienda produce borse, calzature e piccola pelletteria in pelle per donna e uomo. Grazie ad importanti prestigiosi accordi nei settori del tessile, degli occhiali e degli orologi, Furla ha ampliato la proposta a nuove categorie di prodotto e ha potenziato il suo posizionamento di marchio lifestyle. Anche le nuove collezioni rispecchiano l’identità del brand, che unisce estetica contemporanea e artigianalità d’eccellenza. Il DNA italiano e Il gusto innato per la qualità attraversano tutte le collezioni. In ogni creazione elemento chiave è l’elegante equilibrio fra colori, materiali e design.

furla_perfettamente_chic_collezioniIl Covid non cambia gli obiettivi dell’azienda che ha razionalizzato la distribuzione della vendita all’ingrosso, concentrando gli investimenti sulla sostenibilità.

Difficile prevedere quale possa essere il calo dei ricavi per il 2020. Ma dalle prime settimane di riapertura in Cina e in Europa i dati sono confortanti e proprio per questo non cambiamo di una virgola i piani per i prossimi mesi. L’unico cambiamento, certo, è stata introduzione di tutti i protocolli di sicurezza nelle sedi produttive e nei negozi e dell’attuazione di misure di protezione del reddito per tutti i dipendenti. Siamo stati costretti a posticipare l’inaugurazione della fabbrica modello in Toscana, ma in agosto la faremo – racconta Giovanna Furlanetto

In settembre verrà presentato l’altro grande progetto del 2020, il rinnovo del concept dei negozi.

aggiornato al 13 agosto 2020
Autore: Lynda Di Natale
Fonte: furla.com, wikipedia.org, web