Tag

, , , , , , , ,

Uno dei più grandi misteri della vita e, allo stesso tempo il dono più grande che possiamo ricevere da essa, è l’amore. Nonostante ci siano ricercatori e scienziati che da sempre dedicano i loro studi a cercare di capire come funzioni il complesso fenomeno di reazioni scatenate da questo sentimento nel nostro organismo, si conosce poco o nulla di questo miracolo. Per esempio, nessuno sa affermare con certezza se ci si innamori prima col cuore o col cervello. L’unica certezza è che, quando l’amore arriva, si cade inevitabilmente vittima del vortice di emozioni e reazioni chimiche generate da esso, in ogni parte del nostro essere.

Pamela e Raul sono molto amici. Qualcuno penserà che prima o poi la loro amicizia diventerà amore. Non c’è nulla di più sbagliato! Entrambi sono seriamente impegnati: Pamela addirittura è in procinto di sposare Manuel, fratello del suo caro amico. È stato proprio Raul a presentarglielo. Lui e Manuel sono gemelli. Sono identici in tutto, ma c’è una cosa che li rende meno uguali l’uno all’altro. Uno dei due, un bel giorno, ha capito di essere gay. Questa caratteristica del ragazzo è stata chiara ai due sin dalla tenera età, nonostante i genitori continuassero a trattarli come se fossero quasi la stessa persona. Manuel è sempre stato il più forte dei due, mentre Raul aveva difficoltà persino nel socializzare. Poi crescendo il ragazzo ha capito qual era il suo “problema”, lo ha elaborato, riuscendo (anche grazie all’immancabile supporto di suo fratello) a farlo accettare prima a se stesso poi ai suoi, come un suo modo di essere.

Quando la famiglia si è trasferita nella nuova città, il primo ad ambientarsi è stato Raul. Manuel era impegnato con gli esami universitari ed era sempre sui libri, mentre lui aveva interrotto gli studi dopo la maturità. Il ragazzo riuscì immediatamente ad inserirsi nella comitiva di cui faceva parte Pamela che fu la prima ad accoglierlo, anche perché era la sola del gruppo ad essere single. Dopo qualche settimana il ragazzo si rese conto che l’amica si era fatta delle illusioni su di loro. Cercò di farle capire in ogni modo che tra loro non poteva funzionare, ma ogni suo sforzo sembrava inutile. Una sera si decise a parlarle chiaro. Sarebbe stata la prima volta che confessava a qualcuno, al di fuori della famiglia, il suo segreto. Sperava che la ragazza capisse. Gli sarebbe dispiaciuto dover rinunciare alla sua amicizia. In fondo lei sembrava una persona molto sensibile.

La prima reazione di Pamela alla rivelazione di Raul fu incredulità, seguita da un sonoro ceffone che lasciò il giovane in difficoltà.  La ragazza gli parlò con voce piena di rabbia:

Perché alla mensa dell’università sei sempre così gentile da cercare posto altrove per non lasciarmi mangiare in piedi e ti sei sempre prodigato in altri gesti carini?

Raul non poté fare a meno di cominciare a ridere. Pamela girò sui tacchi decisa a non rivolgergli mai più la parola, ma si trovò di fronte la fotocopia identica del ragazzo che osservava la situazione con disappunto.

Chiuse gli occhi e li riaprì, confusa nel vedere quei due ragazzi così uguali. Notando che il ragazzo alle sue spalle continuava a sbellicarsi dal ridere, gli diede una spinta:

Smetti immediatamente di ridere e spiegami questa cosa! Cos’è uno scherzo?

Per Raul non era facile smettere di ridere. Allora fu Manuel a prendere la parola:

Si può sapere che stai combinando, Raul? Che hai da ridere tanto? Lei non si diverte affatto. Non è lei la persona con cui dovevi parlare, vero?

Raul annuì e, mentre il suo attacco d’ilarità si esauriva, spiegò al fratello l’accaduto. Al termine del resoconto Pamela li guardò entrambi e, mantenendo il suo tono deciso, chiese spiegazioni:

Insomma!. Chi è lui? Perché siete tanto uguali?

Raul prese la parola:

Ho parlato del mio gemello da subito. Quello gentile all’università è lui.

La ragazza li osservò un momento in silenzio e si voltò per andar via. Dopo qualche passo, però, si fermò. Si voltò e andò da Manuel:

Il fatto che lui sia gay è vero o anche quello è parte dello scherzo?

Manuel le porse la mano:

Posso conoscere il tuo nome? Raul mi ha parlato di te, ma non credevo che fossi la ragazza carina dell’università. Mi divido tra studio e lavoro. Dopo  il veloce pranzo in mensa corro a lavorare. Ti ho vista che cercavi posto ed ho fatto quello che farebbe chiunque altro. Mi sarebbe piaciuto fermarmi a chiacchierare con te, ma il tempo era sempre troppo poco. Adesso che tutto è chiarito, spero che perdonerai il malinteso e mi permetterai di conoscere la ragazza di cui questo delinquente continua a tessere lodi.

Pamela, dopo un momento di indecisione, sorrise porgendo la mano a Manuel e gli disse il suo nome. Quello fu l’inizio della grande amicizia tra lei e Raul e della storia tra lei e Manuel. La ragazza aiutò il suo amico a farsi accettare nel gruppo per quello che era davvero. Finalmente il ragazzo poteva vivere la sua vita senza doversi scontrare coi pregiudizi della gente. Per Pamela l’amicizia con Raul divenne molto importante, perché lui le mostrava ogni cosa sotto un nuovo punto di vista.

Quando il ragazzo trovò l’amore, la prima a cui ne parlò fu la sua amica. Raul collaborò con suo fratello perché la proposta di matrimonio a Pamela fosse perfetta. Tra pochi giorni i fidanzati si sarebbero sposati e in seguito anche Raul avrebbe fatto in modo di sposare il suo Marco. A loro non importava di sposarsi in chiesa. Capivano che per vedere rispettato il loro modo di essere dovevano rispettare i diversi punti di vista degli altri, istituzioni comprese. Sapevano che molti li additavano come diversi, solo perché giudicavano il loro rapporto in maniera superficiale e speravano che un giorno si arrivasse a capire che l’amore che lega due individui dello stesso sesso, non è altro che l’ennesima sfumatura del grande sentimento che da sempre porta avanti il mondo: solo una delle tante facce dell’amore.

Autore: Clorinda Di Natale