Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Entrambi erano come sospesi in una nuvola di silenzio. Il tempo sembrava essersi fermato…

Avevano paura…

Temevano entrambi che un qualsiasi gesto, una sola parola fuori posto rischiasse di frantumare il loro fragile universo…

Si sentivano sospesi nel vuoto.

Aspettavano entrambi che fosse l’altro a fare o dire qualcosa: la cosa giusta per ristabilire il loro equilibrio evitando che il mondo gli crollasse sotto i piedi.

Entrambi consapevoli che la fretta porta a compiere passi falsi. Entrambi, ognuno nella sua bolla di silenzio, erano risoluti nel voler continuare a camminare sulla strada che avevano scelto di seguire insieme.

Nonostante le difficoltà.

Si guardarono un momento negli occhi, si sedettero vicini e si presero per mano volgendo lo sguardo verso l’orizzonte davanti a loro…

Il semplice contatto delle loro mani, delle loro dita incrociate, fu in grado di unirli in un’unica bolla di silenzio.

Il calore sprigionato da quella semplice stretta di mano gli diede la consapevolezza che desideravano ancora la stessa cosa.

Chiusero gli occhi abbandonandosi alla piacevole sensazione di calore al cuore provocata dal contatto delle loro mani e compresero che se avessero cercato insieme avrebbero trovato, nel buio del silenzio, la luce della speranza di cui avevano bisogno.

Perché sapevano che i battiti dei loro cuori suonavano ancora insieme…

Autore: Clorinda Di Natale