Tag

, , , , , ,

Maria adora seguire il programma della De Filippi “C’è posta per te”. Soprattutto quando ci sono le sorprese con i personaggi famosi o le proposte di matrimonio. Per scherzare (ma anche no) aveva chiesto più di una volta ad Andrea di scrivere alla redazione del programma televisivo: le sarebbe piaciuto ricevere una proposta di matrimonio in grande stile, come quelle ideate dagli autori della trasmissione.

Posta_per_te_perfettamente_chic.jpg

Nella sua comitiva la prendevano in giro per questa sua passione. Lei non se la prendeva più di tanto. Per il suo compleanno quei matti organizzarono una festa di cui lei non avrebbe dovuto sapere nulla. Però, rientrata a casa qualche sera prima, sentì sua madre mentre era al telefono con sua cugina e rideva con lei della sorpresa che le stavano preparando. Non voleva essere sleale, dunque entrò allegramente in cucina ed andò a sbirciare nelle pentole.

La sera del suo compleanno Andrea le propose di uscire da soli per una romantica cenetta, chiedendole di vestirsi elegantemente. Il giovane fermò l’auto nei pressi della casa di Italo (un amico comune che apriva spesso il suo garage alle loro serate festose)  e la fece uscire con la scusa che doveva parlare all’amico di una faccenda di lavoro: “Ti prometto che non impiegherò più di dieci minuti.”  Maria seguì il giovane in silenzio. Appena voltato l’angolo i due furono circondati dagli amici che li accolsero con allegri schiamazzi e lanci di variopinte stelle filanti. Maria si fece subito contagiare da quell’euforia. Ad un certo punto della serata, suo fratello Dario, travestito da postino, si fece strada tra la gente portandosi dietro una bicicletta. Si fermò accanto alla sorella e, come i postini della tv, le fece tre domande.  Dopo aver sentito le risposte di conferma, porse alla ragazza una busta enorme con la scritta: “C’è posta per te”. Andrea bendò la sua ragazza e la fece sedere. La fanciulla, divertita, cercò di capire cosa stessero combinando tutti. Li sentiva muoversi nel locale come formiche impazzite poi, d’un tratto fu silenzio. Eliana, la sua migliore amica, le tolse la benda, fece una giravolta e le chiese se sembrava o no la De Filippi. Maria la osservò: parrucca bionda, occhialetti, vestito stravagante e cartellina. Scoppiò a ridere ed annuì. Eliana fece qualche passo davanti a sè e indicò una tenda alla quale era appesa, con una molletta, una busta. Poi, imitando la erre moscia della nota conduttrice, cominciò a parlare: “Benvenuta Maria. Conosci questo programma, dunque saprai che ti chiederò di aprire la busta. Tu vedrai chi ti scrive e deciderai se può parlare. Altrimenti chiudiamo la busta ed ognuno a casa sua. Giusto?”  Maria disse di sì e la sua amica prese la busta dalla tenda, l’aprì e tirò fuori la foto dei genitori della ragazza. Maria scoppiò a ridere e disse che potevano parlare. Subito sentì la voce divertita di sua madre che era dietro la tenda. La donna si lamentò che sua figlia non le dava mai una mano per tenere pulita la casa, che non voleva imparare a cucinare come si deve e che era sempre di corsa: “Come farai quando sarai sposata?” Eliana chiese all’amica se prometteva di aiutare sua madre e diventare una brava cuoca. Maria accettò e i genitori uscirono dalla tenda ed abbracciarono divertiti la loro figlia, mentre qualcuno fingeva di asciugarsi gli occhi per la commozione. Poi l’imitatrice della De Filippi annunciò che c’era qualcun altro che aveva un messaggio per la ragazza. Furono sistemate due sedie per far sedere i genitori assieme alla fanciulla ed Eliana chiese al postino se poteva proseguire. Dario ridacchiò e fece proseguire la ragazza. Eliana-De Filippi prese un foglio dalla cartelletta e cominciò a leggere: “Qualche anno fa, nella tua vita è arrivato un ragazzo che ti ha fatto perdere la testa…” Portarono a Maria un vassoio con un bicchiere di aranciata. Poi Eliana iniziò a leggere una storia che lei conosceva fin troppo bene.

Posta_per_te_perfettamente_chic_0.jpgMaria, da ragazzina, aiutava i genitori  servendo ai tavoli del loro piccolo bar. Un giorno arrivò Andrea che si sedette ad un tavolo e chiese una spremuta d’arancia. Da quel momento la ragazza divenne distratta e non aspettava altro che servire il suo cliente preferito. Lui ordinava sempre la solita spremuta. Maria gli portava la bibita e i due si fermavano a parlare. Sembrava che tra loro ci fosse un tacito accordo. Dopo un mese di questo rituale, finalmente lui trovò il coraggio di chiederle di uscire insieme. Lei lo presentò alla sua migliore amica e lo aiutò ad inserirsi nella comitiva. Andrea confessò il suo amore a Maria dopo una discussione con Dario che gli chiese di non importunare sua sorella se non aveva intenzioni serie. Non fu la dichiarazione romantica che la ragazza aveva sempre sognato ma lei, in quel momento, era la persona più felice al mondo. Da allora sono passati alcuni anni. Tutti sono cresciuti, Andrea è diventato molto amico con Dario, conquistando anche un posto nel cuore dei genitori dei ragazzi.

Al termine della lettura, Eliana disse all’amica che il ragazzo della spremuta aveva un messaggio importante per lei: “Può parlare?”  Maria cominciò a sospettare che quello non fosse solo uno scherzo. Non voleva illudersi, ma il suo cuore iniziò a galoppare. Cercando di non dare a vedere la sua emozione, diede ad Andrea il permesso di parlare. Qualcuno spostò la tenda. Dietro di essa c’era lui, nel suo elegantissimo smoking nero e con un fascio di rose rosse tra le braccia. Si avvicinò alla sua innamorata, le porse le rose sfiorandole la guancia con un bacio e si inginocchiò di fronte a lei. Prese uno scatolino dalla tasca, prese l’anello al suo interno e, guardando Maria dritto negli occhi le chiese: “Vuoi diventare la mia sposa?” Maria aveva dato libero sfogo alle sue lacrime. Sorrise ad Andrea, gli gettò le braccia al collo dicendo di sì alla sua insolita e scherzosa proposta di matrimonio.Posta_per_te_perfettamente_chic_1.jpg

Autore: Clorinda Di Natale