Tag

, , , ,

2018: Marco Garofalo, ballerino e coreografo italiano. Costretto a rinunciare alla carriera calcistica per via di un infortunio al ginocchio, Marco iniziò a studiare danza all’età di ventuno anni con Enzo Paolo Turchi. 1978, Garofalo debuttò in televisione in Ma che sera. Dal 1989 iniziò a lavorare come coreografo per show televisivi. Nel 2009 e nel 2010 fu insegnante/coreografo di danza moderna nel programma Amici di Maria De Filippi. Morto all’età di 61 anni dopo una lunga malattia. (n. 1956)Marco_Garofalo_perfettamente_chic_.jpg

2005: Ruth Hussey, attrice cinematografica statunitense celebre soprattutto per la sua interpretazione nel film commedia Scandalo a Filadelfia (1940), per la quale ebbe una candidatura all’Oscar come miglior attrice non protagonista nel 1941. Nel 1937 fece il suo debutto cinematografico come attrice. Dando prova delle sue capacità e del suo talento artistico, la Hussey guadagnò la stima del pubblico e della sua casa cinematografica, specializzandosi in ruoli di donna di sofisticata e affascinante. 1942, Hussey sposò l’agente di talenti e produttore radiofonico C. Robert “Bob” Longenecker. Hanno cresciuto tre figli: George Robert Longenecker, John William Longenecker e Mary Elizabeth Hendrix. Dopo la nascita dei suoi figli, Hussey concentrò gran parte della sua attenzione sulle attività familiari. Suo marito è morto nel 2002, poco dopo aver celebrato il loro 60 ° anniversario di matrimonio. Suo figlio John Longenecker lavora come direttore della fotografia e regista. (n. 1911)

Ruth_Hussey_perfettamente_chic.jpg

1979: Antonio Centa, attore italiano. Cresciuto lavora nel mondo delle ceramiche friulane emigrando poi giovanissimo, nel 1929, negli Stati Uniti dove prosegue la sua attività artigianale ed entrando nello staff del famoso pugile di origine friulana Primo Carnera mettendosi in luce come giovane brillante, affascinante e volitivo. Rientrato in Italia ha l’occasione di entrare nel mondo del cinema e si impone improvvisamente nella metà degli anni trenta esordendo nel 1935 in La luce del mondo. Diventa uno dei nomi più interessanti dello star system italiano negli anni tra il 1935 e il 1943, avendo il suo primo grande successo con Lo squadrone bianco nel 1936, film di propaganda che lo lanciò in modo definitivo. Dopo l’ultimo conflitto, Centa ha stentato a ritrovare ruoli primari, forse per i mutati gusti del pubblico o forse per via del suo look un po’ appesantito. Prende comunque parte a film importanti. Pur avendo mantenuto la sua residenza ufficiale al paese natio, Maniago, Centa andò a vivere – dopo essersi ritirato definitivamente dal mondo del cinema alla fine degli anni sessanta – a Ferrara dove gestì, per un certo periodo, un importante e storico ristorante nel centro della città estense. Fu proprio sulla strada del ritorno verso Ferrara che, dopo aver passato la Pasqua a Maniago, ebbe un incidente stradale nei pressi di Rovigo e morì a seguito delle ferite riportate.   (n. 1907)

Antonio_Centa_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale