Tag

, , , , , , , , , , , ,

2018: Sandro Mayer, Sandro Michele Emilio Mayer, giornalista, scrittore e personaggio televisivo italiano. Fino al 1977 fu inviato speciale, per poi divenire direttore di Bolero Film. Dopo aver diretto altre riviste femminili, come Dolly, e Novella 2000, venne chiamato alla guida di Epoca (1981). Nel 1983 gli fu affidata la direzione di Gente, che tenne per venti anni.Dal 2004 fino ai suoi ultimi giorni fu direttore di alcune testate della Cairo Editore tra cui Dipiù e Dipiù TV. Mayer apparve spesso come opinionista o giurato in varie trasmissioni televisive. Scrisse il testo del brano musicale Amore senza parole, vincitore del Festival di Napoli nel 2003 e fu anche autore e regista teatrale. È deceduto dopo una breve malattia causata da un’infezione a tre settimane prima di compiere 78 anni. (n. 1940)Sandro_Mayer_perfettamente_chic.jpg2013: Paul Walker, Paul William Walker IV, attore e produttore cinematografico statunitense. Ha raggiunto la notorietà soprattutto per aver interpretato il personaggio di Brian O’Conner nella serie di film Fast and Furious.  Walker viveva a Santa Barbara con i suoi cani. Aveva una figlia di nome Meadow (1998), avuta da una relazione con l’ex fidanzata Rebecca Soteros, che ha vissuto con la madre alle Hawaii per 13 anni e poi si trasferì in California per vivere con il padre nel 2011. Dal 2005 fino alla morte ebbe una relazione con Jasmine Gosnell. Appassionato di auto, ha partecipato alla serie di corse Redline Time Attack. Walker si stava preparando per uno show automobilistico prima della sua morte. Inoltre aveva anche una grande collezione di auto (circa 30), una parte della quale era comproprietaria insieme a Roger Rodas. Walker e Roger Rodas, 38 anni, tornando da un evento per beneficenza, con Rodas alla guida della sua Porsche Carrera GT a Valencia, Santa Clarita, California, l’auto si schiantò contro un lampione di cemento e due alberi e scoppiò in fiamme. Rodas morì di traumi multipli mentre Walker per gli effetti combinati di traumi e ustioni. Entrambi i loro corpi furono completamente bruciati dalle fiamme ma fu possibile il loro riconoscimento. Né alcool né altri farmaci furono trovati nel sistema di entrambi, né guasti meccanici né le condizioni stradali sembrarono aver avuto un ruolo. L’inchiesta concluse che la velocità della vettura era tra i 130 km/h e i 150 km/h, unita all’usura eccessiva delle gomme furono le ragioni principali dell’incidente.  (n. 1973)Paul_Walker_perfettamente_chic.jpg2013: Jean Kent, pseudonimo di Joan Mildred Summerfield, è stata un’attrice cinematografica e televisiva britannica. La svolta nella sua carriera giunse quando le venne assegnato un ruolo drammatico nel film Il mio amore vivrà (1944). All’inizio degli anni cinquanta la carriera della Kent raggiunse l’apice. Girò un film in Italia, Quel bandito sono io (1950) e  Addio Mr. Harris (1951). Dagli anni sessanta la Kent si dedicò per i successivi tre decenni al piccolo schermo, lavorando in numerose serie televisive tra le quali è da ricordare Sir Francis Drake (1961-1962), in cui interpretò il ruolo della regina Elisabetta I d’Inghilterra. Kent fu sposata con l’attore austriaco Josef Ramart dal 1946 fino alla morte di lui nel 1989. (n. 1921)Jean_Kent_perfettamente_chic.jpg2005: Jean Parker, nome d’arte di Lois Mae Green, è stata un’attrice cinematografica e televisiva statunitense. Scoperta nel 1932 da Ida Koverman, segretaria del potente produttore Louis B. Mayer, la diciassettenne Lois Mae Green cambiò il proprio nome in Jean Parker e siglò un contratto con la MGM. La Parker iniziò la prima fase della sua carriera, che la vide interpretare ruoli prevalentemente di “ingenua”, ma che le diede l’occasione di partecipare ad alcune delle più importanti produzioni degli anni trenta. L’attrice consolidò la propria fama negli anni successivi con altre interpretazioni di rilievo. A partire dal 1940 e fino alla metà del decennio, l’attrice interpretò prevalentemente B-Movie di routine. Nella seconda metà degli anni quaranta, la Parker tentò con successo la strada del teatro, debuttando nel 1946. Dopo un primo matrimonio (1936-1940) con il giornalista George MacDonald, la Parker fu sposata con Douglas Dawson dal 1941 al 1943 e con Curtis Grotter dal 1944 al 1949. Nel 1951 si sposò per la quarta volta con l’attore Robert Lowery. Dal matrimonio con Lowery (da cui avrebbe poi divorziato nel 1957), la Parker ebbe il suo unico figlio, Robert Lowery Hanks Jr., che nacque nel 1952. Si ritirò in una casa di riposo per artisti.   (n. 1915)Jean_Parker_perfettamente_chic.jpg1994: Lionel Stander, Lionel Jay Stander, attore statunitense. Prese parte al film Per grazia ricevuta (1971) e  Milano calibro 9 (1972). La popolarità presso il pubblico americano però si deve ad una serie televisiva, Cuore e batticuore (1979-1984). Tra i suoi ultimi ruoli sul grande schermo, spicca quello del magnate italo-americano Frank Santamaria in Bellifreschi (1987). Definitivamente riabilitato in patria, Stander tornò stabilmente negli Stati Uniti con la sua sesta e ultima moglie Stephanie Van Hennick, e morì nel 1994 a seguito di un cancro ai polmoni. (n. 1908)Lionel_Stander_perfettamente_chic.jpg1957: Beniamino Gigli, è stato un tenore e attore italiano, uno dei più celebri cantanti d’opera del XX secolo. A quindici anni, mostrando voce di contralto, fu scelto a Macerata come protagonista, in vesti femminili, dell’operetta La fuga di Angelica, alla quale seguirono altre buone prove del genere, che convinsero la famiglia a favorirne il trasferimento a Roma nell’autunno del 1907. Il debutto teatrale, dopo aver vinto un concorso di canto. Seguirono presenze in alcuni dei maggiori teatri italiani, in opere come ManonToscaMefistofeleLa Favorita. Nel 1917 iniziarono le scritture all’estero e, dopo aver esordito a Milano al Teatro Lirico nella primavera del 1918 con Lodoletta, il 19 novembre dello stesso anno esordì alla Scala in Mefistofele, sotto la direzione di Arturo Toscanini. Nel 1932, dopo dodici anni consecutivi e circa cinquecento recite, la collaborazione con il Metropolitan si interruppe in seguito alla riduzione dei compensi dovuta alla grande crisi economica americana e Gigli tornò in Italia, facendo del Teatro dell’Opera di Roma le sede principale della sua attività. In seguito, con l’avvento del sonoro, approdò anche al cinema, girando una serie continuativa di sedici film dal 1935 ai primi anni cinquanta, malgrado gli evidenti limiti di una fotogenia non proprio ideale e di una recitazione alquanto convenzionale. Fu poi costretto per motivi di salute ad interrompere dapprima le produzioni teatrali e poi i concerti, l’ultimo dei quali, a livello ufficiale, fu alla Carnegie Hall di New York il 20 aprile 1955. Dal matrimonio nacquero i due figli Rina nel 1916, futuro soprano di valore, ed Enzo nel 1919. Nel 1932 incontrò Lucia Vigarani, con la quale ebbe una relazione segreta dalla quale nacquero tre figli: Giovanni nel 1940, Gloria nel 1942 e Maria Pia nel 1944. Nel 1915 sposò Costanza Cerroni. Nelle ultime tournée si esibì a volte con la figlia Rina, soprano. Morì all’età di sessantasette anni nella sua abitazione di via Serchio a Roma, stroncato da un arresto cardiaco, avvenuto in seguito ad una polmonite. (n. 1890)

Beniamino_Gigli_perfettamente_chic

Autore: Lynda Di Natale 
Fonte: wikipedia.it, web