Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2018: Alessandra Appiano, scrittrice, giornalista e autrice televisiva italiana. Collaborò con varie testate giornalistiche. Sorella di un’altra scrittrice-giornalista, Antonella Appiano, nonché moglie del collega Nanni Delbecchi, è morta suicida mentre era ricoverata per depressione presso l’ospedale Turro San Raffaele di Milano. (n. 1959)Alessandra_Appiano_perfettamente_chic.jpg

2016: Lucia Ragni, attrice teatrale, regista teatrale e attrice cinematografica italiana. Ha sposato lo scenografo e costumista Franz Prestieri da cui ha avuto la figlia Viola. (n. 1951)Lucia_Ragni_perfettamente_chic.jpg

2012: Sergio Tedesco, attore, doppiatore e tenore italiano. Tedesco concluderà la sua carriera lirica nel 1998 dopo 52 anni di successi ed aver cantato in tutti i più importanti teatri italiani, europei e sudamericani. Tutte le notizie relative alla vita artistica e privata di Sergio Tedesco vengono dagli appunti dal lui consegnati alla compagna per la redazione della sua biografia e dai numerosissimi articoli di giornale. (n. 1928)

2011: James Arness, attore statunitense. Attore televisivo di decennale esperienza, ha legato la sua carriera (iniziata sul grande schermo) all’interpretazione di due celebri personaggi western: Matt Dillon, lo sceriffo di Dodge City  e lo zio Zeb Macahan in un’altra serie di successo, Alla conquista del West. È stato sposato due volte, dapprima con l’attrice Virginia Chapman, da cui divorziò nel 1960, e successivamente con Janet Surtees. (n. 1923)James_Arness_perfettamente_chic.jpg

2010: Rue McClanahan, attrice statunitense. È stata una veterana della televisione e ha riscosso successo a Broadway durante gli anni cinquanta. Nel 1985 arrivò la consacrazione definitiva con il ruolo di Blanche Deveraux in Cuori senza età, che ebbe un successo mondiale e venne trasmessa in oltre 60 paesi in tutto il globo. (n. 1934)Rue_McClanahan_perfettamente_chic.jpg

2001: Anthony Quinn, nome d’arte di Antonio Rodolfo Quinn-Oaxaca, attore messicano. Caratterista dal fisico imponente e dai lineamenti rudi, nell’arco di una carriera lunga oltre 60 anni deve la sua notorietà all’interpretazione di personaggi “improntati a una virilità brutale ed elementare”. Ha lavorato in numerosi film di successo sia a Hollywood che a Cinecittà. 1965 divorziò dalla prima moglie Katherine DeMille, da cui aveva avuto cinque figli: Christopher (morto nel 1941 a 2 anni), Christina (1941), Catalina (1942), Duncan (1945) e Valentina (1952). Nel 1966 si risposò con la costumista italiana Jolanda Addolori, dalla quale ebbe tre figli: Francesco (morto nel 2011 a 48 anni per un infarto), Danny (1964) e Lorenzo (1966). Il loro fu un matrimonio burrascoso che si spezzò definitivamente nel 1993, allorché Quinn ebbe una relazione con la sua segretaria Kathy Benvin, dalla quale ebbe una figlia, Antonia; nel 1996 i due ebbero poi un secondo bambino, Ryan, e si sposarono nel 1997, dopo il divorzio di Quinn dalla Addolori. Durante il suo secondo matrimonio, ha avuto una relazione extraconiugale con Friedel Dunbard, durata dal 1971 al 1985, da cui sono nati due figli: Sean (1973) e Alex (1976). (n. 1915)Anthony_Quinn_perfettamente_chic

Robert_Morley_perfettamente_chic.jpg1992: Franco Rossellini, regista, attore e produttore cinematografico italiano (n. 1935)

1992: Robert Morley, attore britannico, noto per le sue interpretazioni cinematografiche come caratterista. L’ispettore Bloch, personaggio nel noto fumetto italiano Dylan Dog, ha le sembianze di Robert Morley.  (n. 1908)

1991: Eva Le Gallienne, è stata una regista, attrice e produttrice cinematografica statunitense di origine britannica. Fu attiva soprattutto in America nella prima metà del XX secolo. La sua unica relazione eterosessuale fu con l’attore Basil Rathbone. Durante il loro legame, iniziato subito dopo il matrimonio della De Acosta con Abram Poole, anch’egli omosessuale dichiarato, i tre viaggiarono spesso, facendo frequenti visite alla nota scrittrice Natalie Barney. Agli inizi del 1927 fu coinvolta in una relazione sentimentale con una donna sposata, l’attrice Josephine Hutchinson, provocandone il divorzio dal marito, che durante il processo indicò in Eva la causa della separazione legale. La stampa creò una lunga serie di articoli diffamatori nei confronti della Hutchinson chiamandola shadow actress, termine dell’epoca per indicare un’attrice omosessuale. (n. 1899)Eva_Le_Gallienne_perfettamente_chic.jpg

Lucio_Rama_perfettamente_chic.jpg1988: Lucio Rama, attore italiano. Attore di formazione teatrale, è stato attivo prevalentemente alla Radio Rai e in televisione fra il 1953 ed il 1978. È stato sposato con la doppiatrice Alina Moradei. (n. 1911)

Renzo_Palmer_perfettamente_chic.jpg1988: Renzo Palmer, attore, doppiatore e conduttore televisivo italiano. Figlio adottivo dell’attrice di prosa Kiki Palmer (dalla quale ereditò il nome d’arte), esordì in radio nel 1955 dopo essere stato notato in un provino per cantanti. Per qualche anno condusse in Rai Oggi le comiche, programma in onda all’ora di pranzo del sabato, che lo rese popolare anche tra i più giovani. Attore versatile, ironico e con una voce all’occorrenza modulabile nei toni più bonari e divertenti (per la televisione ha doppiato alcuni personaggi dei cartoni animati), Come doppiatore ha prestato la voce a Anthony Quinn.  (n. 1929)Anna_Neagle_perfettamente_chic.jpg

1986: Anna Neagle, Dame Anna Neagle, nome d’arte di Florence Marjorie Robertson, è stata un’attrice cinematografica e teatrale britannica. Il successo da protagonista giunse nel 1931 grazie al musical Stand Up and Sing, andato in scena al West End, in cui la Neagle apparve per la prima volta col suo nome d’arte, recitando al fianco dell’attore Jack Buchanan. La sua autobiografia, intitolata There’s Always Tomorrow, venne pubblicata nel 1974. (n. 1904)

1977: Roberto Rossellini, Roberto Gastone Zeffiro Rossellini, è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. È stato uno dei più importanti registi della storia del cinema italiano, che ha contribuito a rendere noto al mondo con pellicole quali Roma città aperta (1945), Paisà (1946), Germania anno zero (1948) e Il generale Della Rovere (1959). Nel 1936 sposò Marcella de Marchis, scenografa e costumista, con la quale collaborò a lungo anche dopo la rottura del matrimonio. Da questa unione nacque Romano, morto nel 1946 a soli 9 anni, poi nel 1941 il figlio Renzo jr, divenuto anche lui registra. Dopo questa uscita, venne chiamato ad assistere Goffredo Alessandrini. Con la fine del regime fascista nel 1943, a soli due mesi dalla liberazione di Roma, Rossellini stava già preparando Roma città aperta (con Fellini che lo assisteva alla sceneggiatura e Fabrizi che recitava nella parte del sacerdote). Il 1948 è l’anno dell’amore: Rossellini riceve una lettera da un’attrice straniera che gli si propone per lavorare con lui. Con questa famosa lettera ebbe inizio una delle più popolari storie d’amore del mondo del cinema, fra Ingrid Bergman e Rossellini, entrambi all’apice della loro popolarità. Questa relazione causò grande scandalo nell’ambiente del cinema (Rossellini e la Bergman erano entrambi sposati con altre persone); in particolare Hollywood non perdonava al regista italiano di aver sottratto all’industria cinematografica americana la sua più grande diva. Lo scandalo si intensificò alla nascita del loro primo figlio, Robertino, e in seguito delle due gemelle (Isabella e Isotta). Nel 1965 Rossellini spiega il suo passaggio dal cinema alla televisione sostenendo che quest’ultimo, essendo un medium freddo e rivolto ad un pubblico di massa, potesse comunicare meglio con lo spettatore rispetto al cinema, considerato un medium caldo e regressivo. Inizia il suo progetto enciclopedico con la geografia per poi passare alla storia: quest’ultima era fondamentale per Rossellini perché ci spiega il nostro essere, il nostro passato, presente e futuro. L’uomo è fatto di storia. Il tumultuoso matrimonio con Ingrid Bergman si concluse nel 1957, anno in cui Rossellini compì un lungo viaggio in India su invito del primo ministro indiano, dal quale tornò con un film per il cinema, India Matri Bhumi, un documentario per la televisione, L’India vista da Rossellini, e una nuova compagna, Sonali Das Gupta. In seguito Rossellini adottò il figlio di Sonali, Gil Rossellini (n. 1956 – m. 2008). Rossellini e Sonali ebbero insieme un’altra figlia: Raffaella Rossellini (1958-). Fra il 1968 e il 1974 Rossellini fu impegnatissimo nel portare il progetto didattico  enciclopedico con i momenti chiave della storia dell’evoluzione della civiltà occidentale attraverso il racconto delle idee e degli uomini che la hanno guidata. Morì a causa di un attacco di cuore. (n. 1906)

Roberto_Rossellini_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web