Tag

, , , , , , , ,

Dopo aver parlato del matrimonio “stile country chic” e di quello “vintage, ci è sembrato doveroso ricordare che esiste una terza tipologia di matrimonio, legata alle prime due, quello “shabby chic”. In realtà non c’è una vera e propria distinzione e, spesso, le tre tipologie si confondono.

Se proprio dobbiamo trovare una differenza diciamo che: il matrimonio “country chic”, oltre a prevedere l’utilizzo di oggetti retrò, è caratterizzato da un forte legame con la natura e la cerimonia si svolge in zone verdi; la caratteristica del matrimonio vintage, invece,  sono proprio gli oggetti utilizzati che devono avere almeno 20 anni (per essere definiti vintage, appunto).

Lo stile “shabby chic”, invece, nasce negli Stati Uniti, shabby significa “logoro/trasandato” e la caratteristica di un matrimonio in questo stile, è proprio l’utilizzo di materiali vecchi e usati, ma reinventati in chiave chic.

Per intenderci, è shabby-chic lo mescolare oggetti vecchi e nuovi; recuperare vecchi mobili e restaurarli in chiave elegante, lasciando comunque in evidenza ammaccature e segni del tempo; apparecchiare i tavoli degli invitati con piatti e bicchieri d’epoca (quindi chic), ma differenti tra loro (shabby),…

Caratteristica dello stile shabby, sono i colori chiari, soprattutto il bianco e il rosa cipria; oggi non solo vengono organizzati matrimonio in stile shabby-chic, ma viene utilizzato per arredare le case (dato che questo stile nasce proprio nell’interior-design), nella moda,…ovunque…si vive in stile shabby-chic.

Autore: Lynda Di Natale
Annunci