Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

2017: Ray Lovelock, Raymond, attore e cantante italiano. Ha svolto la carriera di cantante per un breve periodo della sua vita (circa tre anni), pur continuando la professione di attore che in seguito diventerà l’unica della sua carriera, brillantemente sviluppatasi sino al teatro a partire dalla seconda metà degli anni 2000. Il nome e cognome stranieri sono dovuti alla nazionalità inglese del padre.  Muore all’età di 67 anni a causa di un tumore  (n. 1950)Ray_Lovelock_perfettamente_chic.jpg2006: Jack Palance, pseudonimo di Volodymyr Palahniuk, è stato un attore, cantante e pittore statunitense ricordato soprattutto per i suoi ruoli da cattivo e i numerosi film western. Si disse per anni che, durante la seconda guerra mondiale, il bombardiere su cui si trovava precipitò e che il suo volto rimase sfigurato. Jack_Palance_perfettamente_chic.jpgLe successive operazioni di chirurgia plastica gli avrebbero quindi dato quei lineamenti duri ed irregolari e quell’espressione grintosa che lo resero perfetto per i ruoli del cattivo. Fu egli stesso a rivelare, poco prima della morte, che l’intera storia fu solo una trovata pubblicitaria dei suoi agenti. Noto non soltanto per il volto solcato da profonde rughe, ma anche per la sua voce stentorea, ha avuto una lunga carriera artistica, articolata su quasi centotrenta titoli per il cinema e la televisione. Palance è stato sposato due volte. Con Virginia Baker dal 1949 al 1966, dalla quale ebbe tre figli: Holly (nata nel 1950), anch’essa attrice, Brooke (nata nel 1952), Cody (nato nel 1955 e scomparso prematuramente nel 1998, all’età di quarantadue anni, a causa di un melanoma). Cody, che fu anch’egli attore, recitò accanto al padre nel film Young Guns – Giovani pistole. In sua memoria, Palance istituì il The Cody Palance Memorial Golf Classic, allo scopo di raccogliere fondi destinati all’apertura di un centro anticancro nella città di Los Angeles. Dopo il divorzio nel 1968 da Virginia Baker, Palance si risposò nel 1987 con Elaine Rogers. Franco_Fantasia_perfettamente_chicL’attore statunitense è stato anche un discreto pittore e scrittore.  (n. 1919)

2002: Franco Fantasia, attore italiano. Ha interpretato oltre 130 film, molti divenuti dei cult movie, prevalentemente di genere.  Tra i titoli da lui interpretati vi sono Zombi 2Mangiati vivi!Milano rovente e Il grande duello. Svolse anche ruoli di maestro d’armi e di direttore della produzione. (n. 1924)

1998: Richard Denning, all’anagrafe Louis Albert Heindrich Denninger Jr., è stato un attore cinematografico e televisivo statunitense. Intenzionato ad abbandonare le scene per stabilirsi con la famiglia Richard_Denning_perfettamente_chic.jpgnell’isola di Maui (Hawaii), Denning accettò il suo ultimo importante ruolo, quello del governatore Paul Jameson nella serie poliziesca Hawaii Squadra Cinque Zero, serie che gli consentì di girare in loco proprio alle Hawaii e che lo impegnò costantemente durante tutti gli anni settanta, per un totale di 71 episodi girati fra il 1968 e il 1980.  Denning fu sposato dal 1942 con l’attrice Evelyn Ankers. Il matrimonio durò fino alla scomparsa della Ankers, che morì di cancro nel 1985. Risposatosi nel 1986 con Patricia Leffingwell. (n. 1914)

1995: Franco Silva, nome d’arte di Francesco Vistarini, attore italiano. debutta nel cinema, diretto nella sua prima pellicola Ho visto brillare le stelle nel 1939. Lo scoppio della guerra causerà un rallentamento dell’attività artistica che potrà riprendere regolarmente solo dopo la fine del conflitto. Per il suo fisico atletico viene spesso scelto per ruoli in film d’azione e di avventura, sino a quando il regista Francesco De Robertis gli affiderà la parte di uno dei protagonisti nel film Mizar (Sabotaggio in mare) nel 1954. Frequenti anche i suoi lavori televisivi sin dall’inizio delle trasmissioni della Rai nel 1954, in sceneggiati e teleromanzi. Nel 1949 sposa Anna Maria Perini, già Miss Roma 1948; dal loro matrimonio nascono l’attrice Mita Medici e la sceneggiatrice, scrittrice e autrice di testi di canzoni Carla Vistarini.  (n. 1920)Franco_Silva_perfettamente_chic.jpg1995: Ria De Simone, attrice e cantante italiana. Figlia dell’attrice Olga Romanelli (accanto alla quale ha recitato nel film La bolognese) e sorella dell’attrice Lily Romanelli, ha interpretato molti film a cavallo tra il 1975 e il 1988, soprattutto nel filone della commedia all’italiana. Bruna, mediterranea, dal fisico prosperoso, è stata uno dei volti più noti della commedia sexy all’italiana, dove interpretava spesso il ruolo della donna matura e sexy senza inibizioni, pur con varie incursioni in tutti i filoni del cinema di genere dal poliziottesco all’horror. All’attività cinematografica ha associato quella di cantante, incidendo l’album Ricominciare e accompagnando il cantante Rocky Roberts in una tournée del 1987. È morta nel 1995 all’età di 48 anni per un tumore cerebrale. (n. 1947)Ria_De_Simone_perfettamente_chic.jpgAmina_Pirani_Maggi_perfettamente_chic.jpg1979: Amina Pirani Maggi, pseudonimo di Anna Maria Maggi, è stata un’attrice italiana di teatro, cinema e televisione. Importante attrice caratterista, comincia a calcare i palcoscenici sin da bambina, recitando soprattutto in dialetto. Esordisce al cinema non più giovanissima, negli anni trenta, partecipando, in piccole parti. Nonostante la maggior parte delle parti interpretate dalla Pirani Maggi sia di piccolissimo spessore, è una delle caratteriste più richieste ed attive del periodo post-bellico: la sua carriera prosegue infatti senza sosta sino all’anno della sua morte. Importante anche la sua attività nel doppiaggio. Rosemary_Theby_perfettamente_chic.jpgÈ stata la moglie dell’attore Italo Pirani, da cui prese il cognome. (n. 1892)

1973: Rosemary Theby, nata Rose Masing, attrice statunitense. Dal 1915 fino al 25 dicembre 1938, giorno in cui le morì il marito, fu felicemente sposata con l’attore e regista Harry Myers. Rimasta vedova, si risposò con Truitt Hughes con il quale visse tutto il resto della sua vita. (n. 1892)

1950: Franca Florio, all’anagrafe Donna Franca Jacona della Motta dei baroni di San Giuliano, è stata una nobile italiana, discendente di una famiglia dell’aristocrazia siciliana. Nonostante il futuro marito Ignazio Florio jr, figlio di Ignazio Senior, appartenesse alla famiglia che deteneva, allora, il maggior potere economico dell’isola ed apparisse anche per intelligenza e cultura un ottimo partito, le nozze fra i giovani furono inizialmente ostacolate dalla cattiva fama di donnaiolo, che il giovane rampante si portava con sé. Acconsentendo il padre di lei, infine, nel 1893, a 24 anni Franca entrò a pieno titolo nella famiglia Florio, di cui ereditò il nome. Dai siciliani era chiamata Donna Franca, la regina di Sicilia, il Kaiser Guglielmo II la soprannominò Stella d’Italia, mentre Gabriele D’Annunzio la definì l’Unica. Fu una donna apprezzata da molti, il cui fascino andava oltre la già nota bellezza fisica: si dice avesse una particolare naturalezza nelle conversazioni, fosse molto acculturata e generosa d’animo. Ospitava spesso famiglie illustri dell’epoca per pranzi e cene. Ebbe due figlie: nel 1900 Igiea Costanza e nel 1909 Giulia, chiamata come la bisnonna e la zia paterna Giulia Florio. Subì la perdita di tre bambini, fra cui l’unico figlio maschio. Il Ritratto di donna Franca Florio è un dipinto a olio su tela di Giovanni Boldini. Firmato e datato al 1924, fu però realizzato dall’autore nel 1901 e variamente ritoccato fino alla versione definitiva degli anni venti. Un aneddoto racconta inoltre che le 365 perle della sua collana rappresentino gli altrettanti tradimenti del marito Ignazio Florio. (n. 1873)Franca_Florio_perfettamente_chic.jpg

1910: Gaetano Marzotto senior, è stato un imprenditore e politico italiano, secondo figlio di Luigi Marzotto e di Angela Pedrazza. Il padre Luigi lascia il lanificio e le altre attività ai tre figli, Francesco, Gaetano e Giovanni. Ma è Gaetano che dà impulso alla fabbrica di tessuti di lana, a cominciare dal 1836 quando riunisce in una sola azienda le varie attività laniere svolte dalla famiglia presso lavoranti a domicilio e abbandona le altre attività mercantili del padre. Nel 1842 l’opificio rimane proprietà di Gaetano e Giovanni col nome di “Fabbrica tessuti di lana F.lli Gaetano e Giovanni Marzotto” e Gaetano Marzotto ne assume la direzione. Nel 1869 inizia un processo di meccanizzazione della tessitura introducendo una turbina a vapore che alimenta gli alberi motori dei telai e acquista nuove attrezzature. Alle soglie degli anni settanta dell’Ottocento la seconda impresa laniera del Veneto. Nel 1876 il numero degli operai sale a 400 e nel 1879 Gaetano senior costruisce, per far fronte alla crescente domanda di filato, una nuova fabbrica di filatura, a Maglio di Sopra. Nel 1877 partecipa alla costituzione dell’ ”Associazione dell’industria laniera italiana” diventandone in seguito vicepresidente. 1879 Gaetano Marzotto sr promuove la costituzione a Londra della società “The Province of Vicenza Steam Tramway Company Limited” e titolare della concessione della tranvia Vicenza-Valdagno-Recoaro Terme/Chiampo, importantissima per il trasporto e delle materie prime e dei prodotti finiti.  Nel 1885 muore il fratello Giovanni e Gaetano sr cambia il nome della ditta in Gaetano Marzotto & Figli. Gaetano Marzotto ebbe tre figli che lavorarono con lui e contribuirono negli anni allo sviluppo dell’azienda : Luigi Marzotto, Vittorio Emanuele Marzotto Sr ed Alessandro Marzotto. Nel 1890, con il figlio Vittorio Emanuele Marzotto Senior, entra nella “Accomandita Società per la esportazione dei prodotti italiani nell’America del Sud Enrico Dell’Acqua“, grazie alla quale l’azienda valdagnese inizia ad esportare nei mercati sudamericani. Gaetano sr 1902 viene insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro. (n. 1820)Marzotto_perfettamente_chic_Gaetano_senior

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web