Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

2018: Piera Vidale, attrice e doppiatrice italiana. Ebbe una relazione con Franco Latini da cui nacque Fabrizio Vidale. Importante il suo ruolo da doppiatrice. (n. 1944)Piera_Vidale_perfettamente_chic.jpg2017: Shadia, all’anagrafe Fatma Ahmad Kamal Shaker, attrice e cantante egiziana. È stata una tra le più iconiche attrici del mondo arabo. Viene ricordata come “l’idolo delle masse” e “la chitarra della canzone araba“. Ha partecipato ad oltre 100 film e cantato centinaia di canzoni nell’arco della sua carriera artistica. Ha avuto tre matrimoni, il primo con l’attore Emad Hamdy (1909 –1984), poi con l’ingegnere Aziz Fathy ed infine con l’attore Salah Zulfikar (1926 – 1993). Non ha avuto figli. (n. 1931)Shadia_perfettamente_chic.jpg2015: Yoka Berretty, nata Johanna Ernestina Petrusa Meijeringh, è stata un’attrice olandese, attiva al cinema e in televisione. Ha interpretato la moglie tedesca di Totò nel film La banda degli onesti. Dopo il 1956 rientra nei Paesi Bassi e prosegue lì la sua carriera comparendo soprattutto in televisione, fino alla fine degli anni Novanta, in film e serie televisive. (n. 1928)Yoka_Berretty_perfettamente_chic.jpg2010: Leslie Nielsen, Leslie William Nielsen, attore, comico e doppiatore canadese. Nielsen è apparso in oltre 100 film e 1500 programmi televisivi, impersonando più di 220 personaggi. È conosciuto soprattutto per i suoi ruoli comici in L’aereo più pazzo del mondo (1980) e nella trilogia di Una pallottola spuntata (1988-1994), basata sulla serie televisiva Quelli della pallottola spuntata del 1982, nella quale era tra i protagonisti. La rappresentazione di personaggi seri in apparenza ignari (e di conseguenza complici) dell’assurdità delle situazioni in cui sono coinvolti gli diedero una reputazione di comico. Leslie Nielsen era un grande appassionato di golf, uno dei suoi passatempi preferiti. Nipote dell’attore Jean Hersholt, Nielsen è stato sposato quattro volte: con la cantante Monica Boyer dal 1950 al 1956, con Alisande Ullman dal 1958 al 1973, con Brooks Oliver dal 1981 al 1983, e con l’attrice Barbaree Earl dal 2001 fino alla sua morte. Le sue due figlie, Maura e Thea Nielsen, sono frutto del suo secondo matrimonio  (n. 1926)Leslie_Nielsen_perfettamente_chic.jpg1983: Christopher George, nome completo Christopher John George, attore statunitense. Nel 1962 la sua carriera ebbe una svolta grazie alla partecipazione a una pubblicità televisiva per una crema da barba che gli diede la popolarità. George incontrò per la prima volta a New York la futura moglie Lynda Day, su un set pubblicitario nel quale entrambi lavoravano come modelli. Dal loro matrimonio sarebbero nati due figli.Due mesi dopo il termine delle riprese dell’horror Obitorio, Christopher George morì improvvisamente per un attacco cardiaco all’età di 52 anni. (n. 1931)Christopher_George_perfettamente_chic.jpg1975: Rosalind Russell, Catherine Rosalind Russell, attrice e cantante statunitense. Nata in una numerosa famiglia di origine irlandese, sua madre era direttrice della celebre rivista Vogue. Iniziò la sua carriera come modella e con qualche ruolo minore nei teatri di Broadway. All’inizio degli anni trenta venne scritturata ove recitò in diverse commedie. Nel 1956 l’attrice fornì la sua più celebre performance teatrale nello spettacolo Auntie Mame, che ripropose due anni più tardi nella versione cinematografica intitolata La signora mia zia (1958). Tra la fine degli anni cinquanta e la metà degli anni sessanta, Rosalind Russell interpretò altri notevoli ruoli. Il 25 ottobre 1941 Russell sposò il produttore danese -americano Frederick Brisson, figlio dell’attore Carl Brisson. Il matrimonio di Russell e Brisson è durato 35 anni, finendo con la sua morte. Hanno avuto un figlio, nel 1943, Carl Lance Brisson. Morì all’età di sessantanove anni, dopo una lunga lotta contro un cancro al seno.  (n. 1907)Rosalind_Russell_perfettamente_chic.jpg1970: Nina Ricci, nata Maria Nielli, è stata una stilista italiana naturalizzata francese. Nata a Torino nel 1883, si trasferì in Francia all’età di 12 anni. Nina_Ricci_perfettamente_chic_.JPGAll’età di 13 cominciò a lavorare da apprendista come stilista. Nel 1904 sposò Luigi Ricci, figlio di un gioielliere italiano, da cui ebbe un figlio, Robert, nel 1905. Nel 1908 si unisce alla casa di moda parigina di Raffin, con cui rimase a lavorare per oltre vent’anni. Insieme a suo figlio Robert fondò, nel 1932 a Parigi, la maison di moda Nina Ricci. Nina Ricci disegnava abiti mentre Robert si occupava del lato manageriale dell’azienda (amministratore degli affari e delle finanze). Nina lavorava con i tessuti direttamente sui manichini, senza particolare bisogno di fare schizzi dei propri abiti, in modo da garantire una forma perfetta una volta finito il lavoro. I prodotti di Nina Ricci divennero presto conosciuti per la loro raffinatezza, romanticismo e femminilità. Nel 1945, alla fine della guerra, gli stilisti erano ricercati per ristabilire l’infatuazione delle donne per la moda e, quindi, per contribuire alla restaurazione post-bellica. Robert Ricci ebbe un’idea che Lucien Lelong, Presidente della Camera francese, mise in atto. Più di 150 manichini di 40 maison parigine, incluse Balenciaga e Madame Grès, furono vestiti e messi in mostra al Louvre. Dopo un grandissimo successo riscosso a Parigi, la mostra fu mandata in tour per l’Europa e negli Stati Uniti. Nei primi anni cinquanta Nina Ricci era prossima ai 70anni e lentamente cessò il suo ruolo principale di designer all’interno della casa da lei fondata. Suo figlio scelse così un nuovo designer nel 1954, il belga Jules-Francois Crahay. Crahay lasciò Ricci nove anni dopo (nel 1963) e fu rimpiazzato immediatamente da Gerard Pipart. Alla morte di Maria Ricci nel 1970, Crahay fu messo a capo della maison. Robert continuò ad eccellere nel campo dei profumi e della contabilità fino alla sua morte nel 1988. La famiglia di Massimo Guissain acquistò la maison Nina Ricci nel 1998 da Crahay. (n. 1883)Nina_Ricci_perfettamente_chic

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web