Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2016: Antonella Steni, nome d’arte di Antonietta Stefanini, attrice italiana. (n. 1926)Antonella_Steni_perfettamente_chic

Loredana_Padoan_perfettamente_chic2016: Loredana Padoan, è stata un’attrice italiana che è stata attiva negli anni quaranta. (n. 1924)

Kathleen_Byron_perfettamente_chic2009: Kathleen Byron, pseudonimo di Kathleen Elizabeth Fell, attrice inglese.  (n. 1921)

2008: Lois Nettleton, Lois June Nettleton, è stata un’attrice statunitense, attiva in campo teatrale, televisivo e cinematografico.  (n. 1927)Lois_Nettleton_perfettamente_chic

2000: Frances Drake, nome d’arte di Frances Dean, attrice statunitense. Frances_Drake_perfettamente_chic (n. 1912)Nancy_Coleman_perfettamente_chic

2000: Nancy Coleman, è stata un’attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.  (n. 1912)

Adriana_Caselotti_perfettamente_chic1997: Adriana Caselotti, attrice statunitense. Adriana nacque a Bridgeport da una famiglia di artisti: suo padre, immigrato dall’Italia, più precisamente da Udine, era insegnante di musica a New York; sua madre, Maria Orefice (originaria di Napoli) cantava al Teatro dell’Opera di Roma.  (n. 1916)

Diana_Lewis_perfettamente_chic1997: Diana Lewis, era un’attrice cinematografica americana.  (n. 1919)

1980: Cecil Beaton, Sir Cecil Walter Hardy Beaton, fotografo e costumista britannico. dal 1926 si dedica alla fotografia e a disegnare costumi e scenografie per la televisione e poi per il cinema. Vince due Oscar per Gigi e My Fair Lady. In particolar modo diventerà un’icona della Cecil_Beaton_perfettamente_chicmoda il vestito bianco e nero disegnato da Beaton ed indossato da Audrey Hepburn in My Fair Lady. Nel 1927 Beaton viene assunto dalla rivista Vogue come disegnatore ma si fa apprezzare anche per la sua fotografia. Beaton, nella sua fotografia, crea degli accostamenti inconsueti che gli permettono di unire un mondo scenografico alla vita quotidiana e anche se sembrano artificiose sono dotate di acute intuizioni. la caratteristica principale delle sue fotografie è un’ironia che gli permette di filtrare ciò che vede e rielaborarlo. I suoi ritratti possono essere considerati i suoi miglior lavori in cui ambienta e connota i soggetti tramite metafore armoniche che consentono di raffigurare i personaggi della cultura e dello spettacolo insieme ai gesti, alle espressioni e agli oggetti che li caratterizzano. Beaton aveva rapporti con vari uomini: il suo ultimo amante era l’ex schermitore olimpico e insegnante Kinmont Hoitsma. A avuto rapporti anche con donne, comprese le attrici Greta Garbo e Coral Browne, la ballerina Adele Astaire, la mondana greca Madame Jean Ralli (Lilia), e la mondana britannica Doris Castlerosse. È stato nominato cavaliere nel 1972 New Year Honours. Due anni dopo ha subito un ictus che lo ha lasciato permanentemente paralizzato sul lato destro del corpo. Sebbene avesse imparato a scrivere e disegnare con la mano sinistra e avesse adattato le telecamere, Beaton si sentì frustrato dai limiti che l’ictus aveva posto sul suo lavoro. A causa del suo ictus, Beaton divenne preoccupato per la sicurezza finanziaria per la sua vecchiaia e, nel 1976, iniziò una trattativa con Philippe Garner, esperto in fotografia. Per conto della casa d’aste, Garner ha acquisito l’archivio di Beaton, esclusi tutti i ritratti della famiglia reale e le cinque decadi di stampe detenute da Vogue a Londra, Parigi e New York. Garner, che aveva inventato quasi da solo l’asta fotografica, sovrintendeva alla conservazione dell’archivio e alla parziale dispersione, in modo che gli unici beni tangibili di Beaton, e quello che considerava il lavoro della sua vita, gli garantissero un reddito annuale. La prima delle cinque aste si è svolta nel 1977, l’ultima nel 1980. Alla fine degli anni ’70, la salute di Beaton  peggiorò. (n. 1904)

1975: Gertrude Olmstead, o Gertrude Olmsted, Gertrude_Olmstead_perfettamente_chicè stata un’attrice statunitense che lavorò nel cinema muto.  (n. 1897)

1974: Teresina Negri, detta Grisina, nome d’arte di Teresa Maria Margherita Negri, ballerina, imprenditrice e stilista italiana. Teresina nacque nel 1879 a Torino. Teresina_Negri_perfettamente_chic_Suo padre Costanzo era un falegname, mentre la madre Angela svolgeva la professione di cuoca. Seguendo la prassi dell’epoca, Costanzo ed Angela indirizzarono Teresina e la sorella minore Margherita verso una formazione per sarte. Le due sorelle condividevano entrambe la stessa passione per la danza, e di nascosto dai propri genitori frequentarono dei corsi di danza classica. All’età di 16, Teresina e la sorella furono scoperte. Per non rinunciare alla danza, Teresina decise di scappare di casa e si trasferì a Roma. Dopo aver lavorato alcuni anni nei teatri romani, Teresina si trasferì a Napoli, per poi essere successivamente ingaggiata dal Gran Teatro di Monte Carlo. Negri non fu solo una grande interprete, ma fu anche un’anticipatrice di nuove tendenze. Nel 1914 insieme ad un’altra étoile, Dirthy Darling, fece approdare a Parigi per la prima volta la danza furlana. Il nome di Teresina Negri cominciò a risuonare in tutti i teatri europei. Teresina era consapevole che non avrebbe potuto danzare per tutta la sua esistenza, ma al tempo stesso sapeva di poter sfruttare la sua notorietà per promuovere un’attività imprenditoriale. Teresina_Negri_perfettamente_chic_grisina_Tornò ai tessuti di sartoria da cui era fuggita in tenera età. Nel 1920 con l’amata sorella Margherita, aprì a Parigi un laboratorio di moda, che prese il nome di “Grisina“. Il laboratorio, che prestò aprì diversi punti vendita anche sulla Costa Azzura, si specializzò nella creazione di lingerie e costumi da bagno che divennero particolarmente in voga tra la borghesia parigina. Teresina Negri da ètoile si trasformò in “Madame Grisina” , con sede a Parigi, al 14 di Rue d’Alger e, a Cannes, sulla Promenade de la Croisette. L’attività, più volte premiata per i design innovativi e rivoluzionari e brevettata in Francia, Canada e America cessò nel 1962. La Grisina aveva raggiunto ormai una fama internazionale. Morì ultra novantenne nel Principato di Monaco nel 1974. Qui aveva deciso di trascorrere gli ultimi anni di vita nella sua sontuosa villa chiamata Unda Maris. Nel 1938, sposò a Monte Carlo il baritono e bibliofilo francese Henri Espirac (1890 – 1950), di 11 anni più giovane e ottenne così la cittadinanza francese, assicurandosi la possibilità di rimanere in Francia. (n. 1879)Teresina_Negri_perfettamente_chic

Valentina_Frascaroli_perfettamente_chic_1955: Valentina Frascaroli, è stata un’attrice italiana autentica diva del cinema muto. Studiò sin da piccola danza e recitazione, svolgendo un’intensa attività nel teatro. Jack_Holt_perfettamente_chic

1951: Jack Holt, nato Charles John Holt, attore cinematografico statunitense. (n. 1888)

1923: Wallace Reid, nome completo William Wallace Reid, è stato un attore, regista e sceneggiatore statunitense, stella del grande schermo all’epoca del muto. (n. 1891)Dorothy_Davenport_perfettamente_chic

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web