Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

2019: Omero Antonutti. Attore di cinema e teatro, Antonutti è stato una delle figure più eclettiche del panorama artistico italiano. Esordì nel cinema nel 1966, ma il suo primo ruolo di spessore fu nel 1977, quando venne scritturato in Padre padrone. Dotato d’un forte, profondo e graffiante timbro vocale, Antonutti fu apprezzato doppiatore. Si possono ricordare, inoltre, l’impiego come voce narrante nel film La vita è bella di Roberto Benigni e le letture di libri alla radio nel programma Il terzo anello di Rai Radio 3. (n. 1935)Omero_Antonutti_perfettamente_chic

Jill_Clayburgh_perfettamente_chic2010: Jill Clayburgh, attrice statunitense. La causa del decesso è una forma di leucemia, aveva 66 anni.(n. 1944)

Fred_MacMurray_perfettamente_chic1991: Fred MacMurray, all’anagrafe Fredrick Martin MacMurray, attore statunitense.  Nel corso della sua carriera ha recitato in più di 100 film. Morto dopo una lunga battaglia contro la leucemia.   (n. 1908)

John_Gallaudet_perfettamente_chic1983: John Gallaudet, John Beury Gallaudet, attore statunitense. Nel corso della sua carriera televisiva partecipò a oltre 60 produzioni dal 1950 al 1974. Partecipò inoltre a più di 130 film per gli schermi cinematografici dal 1934 al 1969. Iniziò a lavorare come attore in teatro e fece parte di diverse produzioni a Broadway fin dagli anni trenta. Debuttò al cinema a metà dello stesso decennio e in televisione agli inizi degli anni cinquanta. Fu sposato con Constance Helen Gallaudet. (n. 1903)

1979: Amedeo Nazzari, nome d’arte di Amedeo Carlo Leone Buffa, è stato un attore italiano. 1957 Nazzari sposa Irene Genna, attrice italo-greca, da cui un anno più tardi nascerà Maria Evelina, oggi anch’essa attrice di teatro. Muore per collasso cardiorespiratorio, pochi mesi prima che la figlia Maria Evelina gli desse il primo nipotino, Leonardo.  (n. 1907)Amedeo_Nazzari_perfettamente_chic.jpg

1978: Denis O’Dea, attore irlandese. Nel 1946 sposò l’attrice Siobhán McKenna, da cui ebbe un figlio: Donnacha O’Dea. Morì a causa di un arresto cardiaco. (n. 1905)Denis_O'Dea_perfettamente_chic.jpg

Mack_Sennett_perfettamente_chic1960: Mack Sennett, pseudonimo di Michael Sinnott, è stato un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico canadese naturalizzato statunitense. (n. 1880)

1942: George M. Cohan, George_M_Cohan_perfettamente_chicnato George Michael Cohan, è stato un attore, scrittore e produttore teatrale statunitense di origine irlandese e cattolica: celebre cantante e ballerino, viene considerato il padre della commedia musicale americana ed anche uno dei più autorevoli impresari di Broadway. Cohan divenne uno dei più stimati e prolifici autori di canzoni, con oltre 1500 titoli nella sua discografia. Gran parte del suo materiale musicale si caratterizzò per l’accattivante melodia e per la gradevolezza lirica. I suoi maggiori successi inclusero You’re a Grand Old FlagForty-five Minutes from BroadwayMary Is a Grand Old NameThe Warmest Baby In The BunchLife’s A Funny Proposition After AllI Want to Hear a Yankee Doodle TuneYou Won’t Do Any Business If You Haven’t Got A BandThe Small Town GalI’m Mighty Glad I’m Living, That’s AllThat Haunting Melody, e la popolarissima Over There, canzone patriottica che diventò l’inno delle truppe americane durante la prima guerra mondiale. Dal 1906 al 1926 produsse assieme a Sam Harris vari spettacoli a Broadway e nel 1925 Cohan redasse una sua prima autobiografia intitolata, Twenty Years on Broadway and the Years It Took to Get There. Negli anni trenta venne acclamato anche come attore drammatico. Cohan oltre alle doti artistiche dimostrò di essere anche un abile produttore e uomo di affari. Dal 1899 al 1907 Cohan fu sposato con Ethel Levey, un’attrice di musical, con la quale ebbe una figlia. Si risposò nuovamente nel 1907 con la ballerina Agnes Mary Nolan. Cohan morì all’età di 64 anni di cancro. Era cognato del regista Fred Niblo che aveva sposato sua sorella Josephine. (n. 1878)

1923: Jacques Fersen, Jacques d’Adelswärd-Fersen, scrittore e poeta francese. Jacques _d_Adelswärd_Fersen_perfettamente_chicNel 1903 uno scandalo che coinvolgeva alcuni studenti di Parigi, coi quali fu accusato di celebrare “messe nere” a sfondo sessuale, rese Jacques d’Adelswärd-Fersen una “persona non grata” nei salotti francesi e compromise i suoi ipotetici progetti di matrimonio. Iniziò allora ad abitare a Capri, dove fece costruire l’imponente Villa Lysis, nella quale visse anche assieme al suo compagno Nino Cesarini, fino al suicidio per mezzo di una overdose di cocaina e champagne nel 1923. Il nonno di d’Adelswärd-Fersen aveva fondato l’industria dell’acciaio, un’impresa a tal punto redditizia da rendere d’Adelswärd-Fersen estremamente ricco nel momento in cui entrò in possesso dell’eredità familiare, a 22 anni. Di conseguenza, egli divenne molto ricercato nei circoli più elevati, dato che varie famiglie speravano di fargli sposare una delle loro figlie. in questo periodo, la sua inclinazione omosessuale cominciò ad essere manifesta, cosa che è anche accennata in modo relativamente chiaro nella sua poesia. Sfortunatamente per lui, era sessualmente attratto non da uomini adulti, fatto che non gli avrebbe procurato guai con la legge, ma da adolescenti tra i 15 e i 17 anni. Lo scandalo fu in pratica la versione francese di ciò che era successo appena pochi anni prima a Oscar Wilde. Dopo che gli ipotetici progetti di matrimonio naufragarono, si trasferì a Capri, costruendo la sua maestosa villa. Al pianterreno vi è un fumoir, ovvero una piccola sala da fumo dove d’Adelswärd-Fersen usava consumare oppio e dove infine si suicidò. (n. 1880)

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web