Tag

, , , , , , ,

2010: Jill Clayburgh, attrice statunitense. Nel corso della sua carriera è stata candidata 2 volte all’Oscar alla miglior attrice per Una donna tutta sola ed E ora: punto e a capo. Sin dai suoi esordi come attrice, vanta anche numerose interpretazioni in svariate serie televisive e film per la tv. Dopo aver avuto una relazione durata cinque anni con Al Pacino, conosciuto nella compagnia teatrale di Boston con cui aveva esordito come attrice, nel 1978 si sposa con il commediografo e sceneggiatore David Rabe, dal quale avrà un figlio, Michael e una figlia, Lily; quest’ultima ha seguito le orme artistiche della madre[1]. È stata anche matrigna di Jason Rabe, figlio che il marito aveva avuto dal precedente matrimonio con Elizabeth Pan. La causa del decesso è una forma di leucemia linfatica cronica, aveva 66 anni.(n. 1944)Jill_Clayburgh_perfettamente_chic

1991: Fred MacMurray, all’anagrafe Fredrick Martin MacMurray, attore statunitense.  Nel corso della sua carriera quarantennale, ha recitato in più di 100 film. Il suo aspetto simpatico e rispettabile e i suoi modi disinvolti e affabili lo resero interprete ideale della commedia, ma fu in grado di interpretare in maniera credibile i personaggi più disparati in altri generi cinematografici. MacMurray è stato sposato due volte. Con la prima moglie Lillian Lamont, sposata il 20 giugno 1936, adottò due bambini. Dopo la morte della prima moglie, 1953, si risposò l’anno seguente con l’attrice June Haver, con la quale adottò altri due bambini. Il disegnatore C. C. Beck si ispirò a MacMurray per il personaggio che sarebbe poi diventato Capitan Marvel. Morto dopo una lunga battaglia contro la leucemia.   (n. 1908)Fred_MacMurray_perfettamente_chic.jpg

1979: Amedeo Nazzari, nome d’arte di Amedeo Carlo Amedeo_Nazzari_perfettamente_chic_.jpgLeone Buffa, è stato un attore italiano. Anna Magnani, a intuire le sue doti: giovane artista allora emergente e moglie del regista Goffredo Alessandrini, la Magnani insiste con suo marito affinché Amedeo faccia parte del cast di Cavalleria. La sua prestanza fisica, arricchita dal fascino della divisa, diventa la principale attrazione del film che diventerà uno dei maggiori incassi del 1936. Ormai Nazzari è un volto conosciuto e sono molte le offerte di lavoro, ma le sue continue discussioni con i produttori per intervenire sui dialoghi dei film che interpreta e per suggerire cambi di sceneggiatura non previsti nei copioni, gli creano una fama di personaggio scomodo e indocile. Dopo una serie di film minori interpretati durante il periodo bellico tra mille difficoltà, dopo il 1945 tornano i ruoli importanti. Richiestissimo anche all’estero, si reca prima in Spagna, poi in Argentina dove però gli propongono di recitare la parte di un italiano criminale e corrotto. All’idea di dover diffamare il suo paese, Nazzari rifiuta di adempiere al contratto e la notizia arriva addirittura a Evita Perón che, dopo essersi fatta illustrare il copione, prende le difese dell’artista e gli offre di rimanere comunque in Argentina per visitare il paese e per conoscere personalmente le molte famiglie di italiani emigrati. Tornato in Italia nel 1949, recita, accanto all’attrice di origine greca Yvonne Sanson. 1957 Nazzari sposa Irene Genna, attrice italo-greca, da cui un anno più tardi nascerà Maria Evelina, oggi anch’essa attrice di teatro. Irene_Genna_perfettamente_chic_amedeo_nazzari.jpgIn Italia si apre la stagione d’oro della commedia all’italiana, ma salvo qualche sporadica eccezione, Nazzari si rifiuta di interpretare questo tipo di copioni, dirà poi, per una questione di gusto e di rispetto verso se stesso e verso il pubblico. Così, mentre attori più giovani saranno sommersi da proposte di lavoro, Nazzari apparirà sempre più raramente sul grande schermo. Qualche soddisfazione arriva invece dalla televisione, dove è protagonista dei rifacimenti televisivi e compare come ospite d’onore in trasmissioni celebri. Nel 1963 si cimenta pure nella conduzione televisiva prendendo parte al varietà del sabato sera. A partire dagli anni settanta, dirada sempre più gli impegni televisivi e cinematografici a causa di una grave forma di insufficienza renale che lo costringe a sottoporsi a numerose dialisi settimanali. Muore per collasso cardiorespiratorio, pochi mesi prima che la figlia Maria Evelina gli desse il primo nipotino, Leonardo.  (n. 1907)Amedeo_Nazzari_perfettamente_chic.jpg

1978: Denis O’Dea, attore irlandese. Negli anni quaranta intraprese la carriera cinematografica e raggiunse il successo con Niagara.  Nel 1946 sposò l’attrice Siobhán McKenna, da cui ebbe un figlio: Donnacha O’Dea. Morì a causa di un arresto cardiaco. (n. 1905)Denis_O'Dea_perfettamente_chic.jpg

1960: Mack Sennett, pseudonimo di Michael Sinnott, è stato un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico canadese naturalizzato statunitense. Sulla sua lapide, oltre all’anno di nascita e di morte compare un epitaffio: Beloved King of Comedy. E Sennett fu davvero il re della commedia, nel periodo d’oro del film muto (1910-1929), quando antepose il proprio nome, come produttore, ai titoli di oltre un migliaio di film. (n. 1880)Mack_Sennett_perfettamente_chic.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.it, web