Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Richard_Carter_perfettamente_chic2019: Richard Carter, Vale Richard Carter, era un attore e artista di doppiaggio australiano apparso in diverse serie televisive e film. (n. 1953)Ruggero_Cara_perfettamente_chic

2018: Ruggero Cara, attore italiano. (n. 1948)

2015: Girolamo Di Stolfo, noto anche con lo pseudonimo di Big Jimmy,  attore, personaggio televisivo e pugile italiano. (n. 1967)

2013: Cory Monteith, Cory Allan Michael Monteith, attore e cantante canadese, noto principalmente per il ruolo di Finn Hudson nella serie televisivaCory_Monteith_perfettamente_chic_.JPG Glee. (n. 1982)

2012: Sage Stallone, Sage Moonblood Stallone, attore e regista statunitense.Sage_Stallone_perfettamente_chic.jpg Sage nacque dal primo matrimonio tra l’attore Sylvester Stallone e Sasha Czack.  (n. 1976)Beverly_Roberts_perfettamente_chic

2009: Beverly Roberts, attrice statunitense. (n. 1914)

2006: Red Buttons, pseudonimo di Aaron Chwatt,  attore statunitense. (n. 1919)

1990: Lois Moran, nata Lois Darlington Dowlin, attrice statunitense. (n. 1909)

John_Bryant_perfettamente_chic.jpg1989: John Bryant, attore statunitense. Ha recitato in oltre 20 film.  (n. 1916)

1985: Claudio Cassinelli, attore italiano.  (n. 1938)

Pina_Renzi_perfettamente_chic.jpg1984: Pina Renzi, è stata un’attrice italiana, attiva dai primi anni Trenta a tutti gli anni Cinquanta. (n. 1901)

John_Alexander_perfettamente_chic.jpg1982: John Alexander, attore statunitense attivo sul grande schermo, a teatro e in televisione. (n. 1897)

1979: Corinne Griffith, nata Corinne Mae Griffith, attrice statunitense. Corinne_Griffith_perfettamente_chic.jpgConsiderata l’attrice più bella del cinema muto, fu soprannominata “The Orchid Lady of the Screen” (La donna orchidea del cinema). (n. 1894)

1978: Enzo Maggio, all’anagrafe Vincenzo Maggio, attore e comico italiano. Appartenente a una famiglia di attori, tutti napoletani, è il primogenito dei fratelli Maggio (Pupella, Rosalia, DanteBeniamino). Dopo una lunga gavetta nei teatrini di avanspettacolo prima e durante la Seconda guerra mondiale, anche Enzo decide di dedicarsi al cinema seguendo le orme dei fratelli. (n. 1902)

1969: Bess Meredyth, nata Helen Elizabeth MacGlashen, sceneggiatrice, attrice e regista statunitense. (n. 1890)

1959: Franco Pastorino, attore italiano. Frequenti le partecipazioni alla prosa della Radio Rai, nelle commedie e nei radiodrammi.  (n. 1933)

1954: Frida Kahlo, all’anagrafe Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón, pittrice messicana. Frida fu una pittrice dalla vita travagliata. Le piaceva dire di essere nata nel 1910, poiché si sentiva profondamente figlia della rivoluzione messicana di quell’anno e del Messico moderno. La sua attività artistica ha avuto di recente una rivalutazione, in particolare in Europa, con l’allestimento di numerose mostre. Affetta da spina bifida, che i genitori e le persone intorno a lei scambiarono per poliomielite (ne era affetta anche sua sorella minore), fin dall’adolescenza manifestò una personalità molto forte, unita a un singolare talento artistico e aveva uno spirito indipendente e passionale, riluttante verso ogni convenzione sociale. Un evento terribile segnò per sempre la sua vita: quando, all’età di 18 anni, all’uscita di scuola salì su un autobus con Alejandro per tornare a casa e pochi minuti dopo rimase vittima di un incidente causato dal veicolo su cui viaggiava e un tram. L’autobus finì schiacciato contro un muro. Le conseguenze dell’incidente furono gravissime per Frida: la colonna vertebrale le si spezzò in tre punti nella regione lombare; si frantumò il collo del femore e le costole; la gamba sinistra riportò 11 fratture e il passamano dell’autobus le trafisse l’anca sinistra; il piede destro rimase slogato e schiacciato; la spalla sinistra restò lussata e l’osso pelvico spezzato in tre punti. Subì 32 operazioni chirurgiche. Dimessa dall’ospedale, fu costretta ad un riposo forzato nel letto di casa, col busto ingessato. Questa situazione la spinse a leggere libri sul movimento comunista e a dipingere. Il suo primo lavoro fu un autoritratto. Da ciò la scelta dei genitori di regalarle un letto a baldacchino con uno specchio sul soffitto, in modo che potesse vedersi, e dei colori. Incominciò così la serie di autoritratti. Dopo che le fu rimosso il gesso riuscì a camminare, con dolori che sopportò per tutta la vita. Fatta dell’arte la sua ragion d’essere, per contribuire finanziariamente alla sua famiglia, un giorno decise di sottoporre i suoi dipinti a Diego Rivera, illustre pittore dell’epoca. Rivera rimase assai colpito dallo stile moderno di Frida, tanto che la prese sotto la propria ala e la inserì nella scena politica e culturale messicana. Nel 1929 lo sposò (lui era al terzo matrimonio), pur sapendo dei continui tradimenti a cui sarebbe andata incontro. Conseguentemente alle sofferenze sentimentali ebbe anche lei numerosi rapporti extraconiugali, comprese varie esperienze omosessuali. Nel 1939 divorziarono a causa del tradimento di Rivera con Cristina Kahlo, la sorella di Frida. Diego tornò da Frida un anno dopo: malgrado i tradimenti disse che non aveva smesso di amarla. Le fece una nuova proposta di matrimonio che lei accettò con riserve. Si risposarono nel 1940. 1953, per un’infezione esitata in gangrena, le fu amputata la gamba destra. Morì di embolia polmonare a 47 anni. La vita di Frida Kahlo è stata raccontata in due film: Frida, Naturaleza Viva (1986),  e interpretato da Ofelia Medina e Frida (2002) e interpretato da Salma Hayek, che proprio grazie a questo film ha ricevuto una nomination all’Oscar come miglior attrice.  (n. 1907)

1945: Alla Nazimova, pseudonimo di Marem-Ides Adelaida Jacovlevna Leventon, è stata un’attrice russa naturalizzata statunitense. (n. 1879)

1932: Jessie Millward, è stata un’attrice teatrale inglese nota per le sue esibizioni sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti. Il padre di Millward era Charles Millward, un noto scrittore degli anni 1860 e 1870. Jessie fece il suo debutto come attrice nel 1881 a Londra. Nel 1885, Millward incontrò, e in seguito ebbe una relazione sentimentale, con William Terriss. Terriss fu assassinato fuori dall’Adelphi Theatre nel 1897.Nel 1907 sposò l’attore John Glendinning. Millward pubblicò un’autobiografia nel 1923, Myself and Others. (n. 1861)

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web