Tag

, , , , , , , , ,

Umberto_Ginocchietti_perfettamente_chic_made_italy2014: Umberto Ginocchietti, è stato uno stilista e imprenditore italiano. Dopo aver conseguito la maturità classica a Rovigo, si iscrive, per volere del padre, all’Università Bocconi di Milano presso la quale, dopo tre anni di studi, fu notato da alcuni dirigenti della famosa LaneRossi che gli proposero di diventare responsabile commerciale. Successivamente divenne Direttore della nuova Divisione Marketing dell’azienda. Visto il suo talento, arrivò la proposta di lavoro da parte del Linificio Canapificio Nazionale, sempre come direttore commerciale. Dopo le esperienze conseguite presso queste aziende, Umberto decise di mettersi in proprio aprendo nel 1966 il Maglificio di Perugia. Nel 1969 commissionò la costruzione di un imponente stabilimento a Solomeo (nella provincia di Perugia), oggi di proprietà di Brunello Cucinelli. Nel 1970 acquistò un altro importante lanificio nella zona, il Lanificio di Ponte Felcino, per poi aprire sempre in Umbria delle fabbriche di confezioni a Valfabbrica e a Colombella.Umberto_Ginocchietti_perfettamente_chic_storia.jpgTra le importantissime collaborazioni di Umberto Ginocchietti, in questi anni, c’è Giorgio Armani al suo fianco dal 1974 al 1976. Dal 1972 fino alla metà degli anni ’80 sono numerosissime le licenze acquisite da Umberto Ginocchietti, ed i nomi che si affidano a lui sono alcuni dei più prestigiosi dell’alta moda. Da Valentino a Yves Saint Laurent, da Dior a Givenchy. Nel 1976 Umberto conobbe a Parigi lo stilista Thierry Mugler al quale acquistò il marchio per poi rivenderlo 13 anni dopo. La realtà aziendale di Umberto Ginocchietti cresceva sempre più rapidamente e nel 1980 i dipendenti del gruppo erano 1400 oltre a 5000 collaboratori esterni. Il progetto era la completa autonomia nel ciclo di fabbricazione dei capi, dalla materia prima cruda, al filato, al tessuto, alla confezione, alla maglieria. Tutto prodotto con massima attenzione alla qualità e al pregio stesso della manifattura, identificandosi come marchio di lusso conosciuto in tutto il mondo. Umberto Ginocchietti ideò per primo il prêt-à-porter di lusso, seguendo la nascita di questa linea produttiva per i più importanti e famosi marchi della moda. Importanti sono le collaborazioni con modelle ed attrici come Claudia Schiffer, Cindy Crawford e Kelly Lebrock, Isabella Rossellini e Tatiana PatizGinocchietti era un grande collezionista di Ferrari, amante della bella vita, dell’arte. Nel 1987 Umberto Ginocchietti si pone ulteriormente in luce con l’acquisto di un’opera “Il Guerriero” attribuita al Tiziano per 2 miliardi e mezzo di lire. Sempre in quegli anni, acquistò l’azienda Primigi, per la produzione di calzature per bambini. Nel 1996 la malattia lo allontana dalla scene, lasciando al fratello Francesco Ginocchietti la guida dell’azienda, anche se molti siti del settore moda indicano che “la produzione Umberto Ginocchietti cessa“. (n. 1940)Umberto_Ginocchietti_perfettamente_chic.jpg

2004: Janet Leigh, nome d’arte di Jeannet Helen Morrison, attrice e scrittrice statunitense. È nota soprattutto per aver interpretato il ruolo di Marion Crane nel film Psyco (1960) di Alfred Hitchcock, per il quale fu premiata con un Golden Globe e nominata per un premio Oscar. L’attrice recitò da protagonista in molti altri film. Apparve anche in due film horror a fianco della figlia Jamie Lee Curtis. ntraprese anche una fortunata carriera di scrittrice, pubblicando vari best seller. Janet Leigh si sposò quattro volte. Nel 1942, all’età di 15 anni (dichiarando di averne 18), sposò il diciottenne John Carlyle. Il matrimonio fu annullato quattro mesi più tardi. Nel 1946, a 19 anni, sposò Stanley Reames, dal quale divorziò nel 1949. Nel 1951 sposò l’attore Tony Curtis, dal quale ebbe due figlie: le attrici Kelly Curtis (1956) e Jamie Lee Curtis (1958). Curtis, che ammise di averla tradita durante il matrimonio, lasciò la Leigh nel giugno del 1962. La Leigh ottenne il divorzio da Curtis e il 15 settembre 1962 si risposò per la quarta volta con Robert Brandt, accanto al quale rimase fino alla morte. (n. 1927)Janet_Leigh_perfettamente_chic_.jpg

1987: Verna Hillie, attrice statunitense.  1933 sposò lo sceneggiatore Frank Gill Jr., con cui avrà due figlie, Kelly e Pamela, la quale avrà una breve carriera di attrice. Nel 1934 contrasse la paralisi di Bell, che indusse la Paramount a rompere il suo contratto. Verna Hillie continuò tuttavia a lavorare con altre case, interpretando ancora una decina di film fino al 1941. Divorziata da Frank Gill, nel 1952 sposò il produttore televisivo Dick Linkroun, dal quale divorziò nel 1962, e lavorò ancora per diversi anni come impiegata nell’amministrazione sanitaria. (n. 1914)Verna_Hillie_perfettamente_chic_.jpg

1994: Virginia Dale, attrice e ballerina statunitense. Apparve negli anni Trenta e Quaranta in diversi film musicali, mentre dagli anni Cinquanta prese parte a molte serie televisive. Lasciò l’attività nel 1958, salvo riapparire in pochi film negli anni Settanta. Fu anche accreditata con il nome di Phyllis Randall. (n. 1917)Virginia_Dale_perfettamente_chic.jpg

1980: Filippo Scelzo, è stato un attore italiano di teatro, cinema, radio e televisione. Attore sobrio, misurato e distinto, mai sopra le righe, ha recitato con i migliori nomi del teatro italiano del Novecento mostrando il suo rigore attoriale e le sue acute sfumature ironiche. Numerosi i film interpretati da Scelzo anche se spesso non eccelsi e comunque sempre con parti secondarie. Dotato di un buon timbro di voce è stato attivo anche come doppiatore. (n. 1900)Filippo_Scelzo_perfettamente_chic_.jpg

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: umbertoginocchietti.it, wikipedia.org, web
Annunci