Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Morgan_Woodward_perfettamente_chic_2019: Morgan Woodward, Thomas Morgan Woodward, attore statunitense.  (n. 1925)

Nanette_Fabray_perfettamente_chic2018: Nanette Fabray, Ruby Bernadette Nanette Theresa Fabares, attrice, cantante e ballerina statunitense attiva in campo teatrale, televisivo e cinematografico.  (n. 1920)

Charlotte_Dawson_perfettamente_chic2014: Charlotte Dawson, modella e personaggio televisivo neozelandese.  (n. 1966)

Nunzio_Gallo_perfettamente_chic_2008: Nunzio Gallo, cantante e attore italiano. Dotato di una bella voce, duttile e potente, prima tenorile e poi baritonale, inizia la carriera come cantante lirico per necessità e per passione.(n. 1928)

Simone_Simon_perfettamente_chic2005: Simone Simon, nata Simonne Thérèse Fernande Simon, attrice francese.  (n. 1910)

Barbara_Valentin_perfettamente_chic2002: Barbara Valentin, pseudonimo di Ursula Ledersteger, attrice austriaca. Soprannominata “la Jayne Mansfield tedesca“. (n. 1940)

Marisa_Maresca_perfettamente_chic1988: Marisa Maresca, è stata una showgirl e ballerina italiana del teatro di rivista degli anni quaranta.  (n. 1923)

Andy_Warhol_perfettamente_chic1987: Andy Warhol, pseudonimo di Andrew Warhola Jr., è stato un pittore, grafico, illustratore, scultore, sceneggiatore, produttore cinematografico, produttore televisivo, regista, direttore della fotografia e attore statunitense, figura predominante del movimento della Pop art e uno dei più influenti artisti del XX secolo. Dopo la laurea, ottenuta nel 1949, si trasferì a New York. La “grande mela” gli offrì subito molteplici possibilità di affermarsi nel mondo della pubblicità, lavorando per riviste come Vogue e Glamour. L’interesse di Warhol per il cinema si manifesta a partire dal 1963. Warhol era omosessuale.  Giugno 1968 una femminista radicale nonché artista, Valerie Solanas, sparò a Warhol e al suo compagno di allora, Mario Amaya. Entrambi sopravvissero, nonostante le gravissime ferite riportate da Warhol avessero fatto temere il peggio. Le apparizioni pubbliche di Warhol dopo questa vicenda diminuirono drasticamente: l’artista si rifiutò di testimoniare contro la sua assalitrice e la vicenda passò in second’ordine per via dell’assassinio di Bob Kennedy, avvenuto due giorni dopo. Morì cinquantottenne in seguito a un intervento chirurgico alla cistifellea, dopo aver realizzato Last Supper, ispirato all’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Nella primavera del 1988, 10.000 oggetti di sua proprietà furono venduti all’asta da Sotheby’s per finanziare la “Andy Warhol Foundation for the Visual Arts“. Nel 1989 il Museum of Modern Art di New York gli dedicò una grande retrospettiva. Dopo la morte, la fama e la quotazione delle opere crebbero al punto da rendere Andy Warhol il “secondo artista più comprato e venduto al mondo dopo Pablo Picasso“.(n. 1928)

Elsa_Merlini_perfettamente_chic1983: Elsa Merlini, nome d’arte di Elsa Tscheliesnig, cantante e attrice italiana. Debutta sul palcoscenico teatrale a diciassette anni. (n. 1903)

Mabel_Normand_perfettamente_chic1930: Mabel Normand, nome completo Mabel Ethelreid Normand, attrice, sceneggiatrice e regista statunitense. Normand fu l’indiscussa regina della commedia durante l’epoca gloriosa e pionieristica del muto. L’appellativo di Charlot femmina, per quanto riduttivo, ben rende il valore del personaggio, una tra le prime grandi star del cinema, protagonista di una carriera sfolgorante e maledetta. Stante le note biografiche attribuite a Mack Sennett (l’amore della sua vita), la famiglia di Mabel era perennemente in movimento da un luogo ad un altro (il che spiegherebbe in parte l’incertezza circa i dati anagrafici). Come asserisce Sennett, Mabel era una lettrice accanita, benché avesse ricevuto una scarsa istruzione; eccelleva inoltre nel nuoto ed era una discreta pianista. Ancora adolescente, trovò occupazione in una tessitura di New York come tagliatrice, ma la precoce e vistosa bellezza le permise di diventare ben presto una modella per disegnatori e fotografi, a dispetto della statura piuttosto modesta: 1 metro e 55. Il cinema era agli albori, e Mabel ne fu attratta; già nel 1910 ebbe la prima esperienza cinematografica, che ben presto l’avrebbe portata a partecipare a un centinaio di cortometraggi. La bellezza e la bravura di Mabel, unitamente allo spiccato senso del ridicolo, contribuirono al successo dei film da lei interpretati, creando tra lei e il pubblico un rapporto speciale e magnetico, come pochi altri artisti ebbero la fortuna di provare. Sennett le affidò anche la direzione di diverse pellicole, e Mabel, oltre che interprete fu anche regista e sceneggiatrice dei primi film di Chaplin; insieme formarono una coppia formidabile, per quanto Chaplin l’apprezzasse più come partner che come regista. Nel 1918, dopo aver girato il suo film più importante, Mickey, Mabel si staccò da Sennett anche professionalmente. Per Mabel si susseguirono numerosi flirt con amanti occasionali: nel 1922 intrattenne una relazione col direttore della Paramount Pictures, William Desmond Taylor, un affascinante manager dalla reputazione di incallito donnaiolo, condiviso e concupito da più di una donna. Nel pomeriggio inoltrato del 1º febbraio 1922, Mabel entrò nel bungalow dove Taylor alloggiava, uscendone dopo circa tre quarti d’ora. Poco prima delle 20.00 Taylor fu rinvenuto cadavere, con il petto squarciato da un proiettile. Del delitto, rimasto poi impunito, furono interrogati diversi sospetti: oltre ad alcune amanti di Taylor, anche Mabel fu indiziata quale amante gelosa, oltre a Sennett per via della rivalità con l’ucciso. Dopo l’enorme ricaduta che ebbe l’evento sull’opinione pubblica, nel 1923 la Normand fu coinvolta in un altro fatto di cronaca: il suo autista personale sparò a un miliardario nel corso di una festa di Capodanno, a cui partecipava anche l’amica rivale Edna Purviance. L’ennesimo scandalo diede il colpo di grazia alla reputazione di Mabel, i cui film iniziarono a essere boicottati. L’attrice trascorse gli anni del declino afflitta da problemi di salute. Nel corso del 1926 si sposò con l’attore Lew Cody, ma le sue condizioni peggiorarono rapidamente: nell’autunno del 1929 la tubercolosi la costrinse al ricovero in un sanatorio dove, sei mesi più tardi, morì prematuramente all’età di 37 anni. (n. 1892)

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web