Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

2015: Keith Michell, Keith_Michell_perfettamente_chicKeith Joseph Michell, è stato un attore australiano che ha lavorato principalmente nel Regno Unito ed era meglio conosciuto per le sue interpretazioni televisive e cinematografiche del re Enrico VIII. Michell fu dapprima insegnante, prima di intraprendere la carriera di attore teatrale, per il piccolo schermo e come direttore artistico. Scrisse vari libri di cucina macrobiotica, e curò un’edizione di Captain Beaky.  Keith si sposò il 18 ottobre 1957 con l’attrice Jeanette Sterke, dalla quale ebbe due figli, Paul e Helena, quest’ultima divenuta attrice.(n. 1926)

June_Vincent_perfettamente_chic2008: June Vincent, attrice statunitense.  La sua carriera per gli schermi cinematografici conta diverse partecipazioni. (n. 1920)

2003: Loris Azzaro, stilista italiano.  Nato in Tunisia, dove già creava degli abiti per sua madre, da genitori siciliani ed in seguito trasferitosi in Francia, Loris studiò scienze politiche a Tolosa e dopo aver passato l’esame di lettere moderne, comincia ad insegnare l’italiano in numerose scuole tunisine. Già nella sua infanzia sognava di diventare architetto o artista prima di fondare il proprio marchio Azzaro nel 1962 a Parigi. Azzaro morì all’età di settant’anni e la direzione della compagnia passò in mano alla figlia Catherine. (n. 1933)Loris_Azzaro_perfettamente_chic_copertina

Lynn_Bari_perfettamente_chic1989: Lynn Bari, nata Margaret Schuyler Fisher, è stata un’attrice statunitense. Ha recitato in oltre 100 film degli anni trenta e quaranta.  (n. 1913)

1984: Carlo Campanini, attore italiano. La sua carriera artistica ha inizio in teatro, in cui si esibisce come attore brillante ma anche come tenore. Carlo_Campanini_perfettamente_chic.jpg(n. 1906)

1968: Helen Gardner, Helen_Gardner_perfettamente_chicnata con il nome Helen Louise Gardner, attrice e produttrice cinematografica statunitense. Ricordata come una delle prime femme fatale dello schermo, Helen è stata, tra gli attori, una delle prime se non la prima a fondare una propria compagnia di produzione, la Helen Gardner Picture Players. Recitò, dal 1910 al 1924, in 55 film. Appare come costumista – col nome di Miss Gardner – in Cleopatra diretto da Charles L. Gaskill, film di cui fu (non accreditata) produttrice e montatrice. Da varie parti viene riportato che Gaskill fosse suo marito, ma i due non si sposarono mai. Nel 1913, sceneggiò Becky, Becky. Considerata una vamp, i suoi erano ruoli di donna forte, dal carattere deciso. Diventò una star interpretando il ruolo di Becky Sharp nella versione del 1911 di Vanity Fair. (n. 1884)

1959: Sylvia Lopez, pseudonimo di Tatjana Bernt, attrice e modella francese. Poliglotta, sapeva parlare perfettamente ben sei lingue. Notata per la sua bellezza mozzafiato dallo stilista Jacques Fath, cominciò a farsi conoscere nelle vesti di ragazza-copertina per riviste come Vogue America, utilizzando lo pseudonimo di Sylvia Sinclair.  1956, divenne la seconda moglie del compositore François Lopez, da cui prese il cognome. Nello stesso anno intraprese la carriera cinematografica, partecipando a film peplum come Ercole e la regina di Lidia (1959). La definitiva conquista della celebrità rimase un sogno destinato ad interrompersi bruscamente pochi mesi più tardi: colpita da una gravissima forma di leucemia fulminante, Sylvia morì all’età di soli ventisei anni. (n. 1933)Sylvia_Lopez_perfettamente_chic

1944: Maria Jacobini, attrice italiana. Proveniente da una nobile famiglia romana, sorella maggiore dell’attrice Diomira. Il primo film che la vide davanti alla macchina da presa fu Beatrice Cenci del 1910, ma il suo primo ruolo importante lo ottenne due anni più tardi con Cesare Borgia. Maria_Jacobini_perfettamente_chicFu l’inizio di una grande attività di attrice cinematografica che la vide diventare una delle maggiori interpreti femminili del cinema italiano dell’epoca.  Nino Oxilia, la diresse in molti film e al quale si legò sentimentalmente. Nel 1913 Maria Jacobini interpretò il ruolo di Giovanna d’Arco.  Si legò professionalmente e sentimentalmente al regista Gennaro Righelli, uno dei più importanti dell’epoca, che sposò nel 1925. Numerosi furono i film in cui venne diretta da Righelli, tra i titoli vi figurano Amore rosso (1921), Il viaggio (1921) e L’isola e il continente (1922). A Berlino l’attrice romana fondò una propria casa di produzione, la Maria Jacobini-Film GmbH. Divenuta una delle dive più acclamate del periodo muto, successivamente con l’arrivo del sonoro, a differenza di altre colleghe che chiusero la loro attività, incapaci di adattarsi al nuovo cinema parlato, continuò a lavorare, ma passò a ruoli secondari o da «caratterista». Nel 1937 la direzione del Centro Sperimentale di Cinematografia le offrì la cattedra di docente di recitazione, dove si occupò della preparazione dei nuovi allievi sino al 1943.(n. 1892)

Adrienne_Morrison_perfettamente_chic1940: Adrienne Morrison, Mabel Adrienne Morrison, attrice del 20esimo secolo. Ha sposato nel 1903 l’attore Richard Bennett, ma lei mantenne il suo nome da nubile, dal quale ha avuto tre figlie che in seguito sarebbero diventate attrici. Barbara BennettConstance Bennett e Joan Bennett. Adrienne era una figlia dell’attrice Rose Wood e dell’attore Lewis Morrison. 1925 Adrienne e Bennett divorziarono. Due anni dopo, nel 1927, sposò Eric Pinker. Quel matrimonio non ha prodotto figli, ma è durato fino alla sua morte a New York per un attacco di cuore. (n. 1883)

Allen_Holubar_perfettamente_chic1923: Allen Holubar, nato Allen Joseph Holubar, attore, regista e sceneggiatore statunitense. Cominciò a lavorare per il cinema nel 1913: 25 anni, alto 1,83, con il nome Alan Holubar è protagonista di A Wolf Among Lambs.  Sul set di The Prophecy, lavora con Dorothy Phillips, un’attrice con cui era si sposato nel 1912. Dal 1913 al 1917, gira come attore 38 film. Dal 1916, si dedica quasi esclusivamente alla regia e alla sceneggiatura, dirigendo 33 pellicole e scrivendo 18 film. Il matrimonio con Dorothy Phillips dura fino al 1923, l’anno in cui Holubar muore a 35 anni per una polmonite. (n. 1888)

Autore: Lynda Di Natale
Fonte: wikipedia.org, web