Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lo stilista italo-francese Loris Azzaro ha fondato la maison Azzaro Paris nota per gli abiti appariscenti e, soprattutto, per la produzione di fragranze.Loris_Azzaro_perfettamente_chicLoris Azzaro nasce a Tunisi da genitori siciliani e nel 1962 a Parigi, nel suo appartamento di Rue de la Chaussèe D’Antin dove viveva con la famiglia, inizia a creare i primi abiti dall’ispirazione mediterranea nei colori (per lo più blu, verde e bianco), riccamente decorati con applicazioni un po’ esotiche di perline e fastosi ricami, con il marchio Creations LLC Loris Azzaro.

Con il debutto nel 1968 di “ajourée di cerchi“, un abito bianco dai tagli circolari con anelli di legno e reggiseno-scollatura, indossato sulla copertina di Elle dalla modella Cheryl Tiegs ufficializza l’entrata nel mondo della moda di Loris Azzaro con il suo stile estremamente lussuoso, sofisticato e eternamente raffinato.

Divengono nell’immediato memorabili i suoi abiti da sera dalle movenze fluide, spesso dorati e argentati o in versione total black e in lurex, lavorati con applicazioni metalliche (come lunghe catenelle), frange, cristalli, pizzi, ruches, paillettes e piume di marabù cucite direttamente sul tessuto. Loris_Azzaro_abito_1968_perfettamente_chic Le copertine di moda e le donne di tutto il mondo deliravano per la “nuova moda Azzaro” considerata sexy, spassionata e super femminile. “Couturier della notte, couturier delle star”  è la definizione affiancata allo stilista che vestì le grandi dive del cinema internazionale e il jet set degli anni ’70 tra cui Raquel Welch, Jane Birkin, Marisa Berenson, Dalida e Brigitte Bardot con capi opulenti e fascinosi, ideali per le grandi soirée a bordo piscina e per i party più esclusivi sugli yacht. Gli evening dresses Azzaro sono caratterizzati da infiniti spacchi e scollature profonde che esaltavano la nudità e la bellezza del corpo femminile. D’effetto sono anche gli abiti in jersey in stile peplo, sempre caratterizzati da tagli circolari, molto gettonati dalle celebrities delle feste più trendy.

Loris_Azzaro_abiti_perfettamente_chic

Nel 1970 Le Figaro scrisse : “Azzaro è diventato il designer d’eccezione per le star che vengono a Parigi”. Nello stesso anno, Loris Azzaro, disegnò gli abiti di scena per le attrici Virna Lisi in Le Beau Monstre, Romy Schneider in Max et les Ferrailleur, Claudia Cardinale in Popsy Pop avec Papillon e anche per Gilda lo stilista realizzò un abito, in crèpe viola backless, che Liza Minelli sfoggiò nel musical Cabaret nel ’72.Sheila_Ringo_nozze_Azzaro_perfettamente_chic

Nel ’73 Loris viene scelto per la realizzazione dell’abito nuziale di Sheila, sposa di Ringo, a Parigi, il 13 febbraio.

Boutique_Azzaro_rue_du_Faubourg-Saint-Honoré_à_Paris_perfettamente_chicNel frattempo vi furono le aperture di nuove boutique, dopo Parigi al numero 65 di rue du Faubourg-Saint-Honoré, a Londra e a Saint Tropez. Le collezioni Azzaro sono sempre state nominate in ordine alfabetico di stagione in stagione. La prima collezione comprendeva abiti i cui nomi iniziavano con la A, la seconda con la B e così via. In seguito lo stilista ammise che avrebbe volentieri saltato alcune lettere come la Q, la X o la Z per la difficoltà di trovare nomi adeguati.

Nel 1975 “Azzaro Couture” è la prima fragranza dal marchio Azzaro che ottiene un grandissimo successo. Enrique_Iglesias_Azzaro_Perfettamente_ChicLo stilista confidò a Vogue Paris: “Il mio profumo dovrebbe apparire come i miei vestiti, deve essere il complice della donna… Io so quello che può essere l’influenza della potenza erotica di un profumo”. Ian_Somerhalder_Azzaro_Perfettamente_Chic Grazie alla collaborazione con l’imprenditore Richard Wirtz, Azzaro iniziò a produrre altri suoi profumi come la fragranza maschile “Azzaro Pour Homme” nel 1978, uno dei più famosi profumi della storia che è ancora venduto oggi. Nel 2012 la fragranza maschile fu nuovamente rilanciato con l’assunzione dell’immagine di Enrique Iglesias e nel 2014 con l’attore di Ian Somerhalder.

Negli Anni successivi vi furono il lancio di nuove linee come occhiali da sole, pelletteria, linee couture su misura, linea sposa e nel 1992 viene lanciata la prima linea di abiti maschili.nicole_kidman_azzaro_perfettamente_chic

Dopo un leggero declino del fascino dello stile Azzaro, nel 2000 riacquista vigore grazie alle attrici come Liz Hurley, Sharon Stone e, in particolare, Nicole Kidman che sfilano sul red carpet con i suoi abiti.

Loris Azzaro ha lavorato fino al giorno della sua morte, avvenuta, a Parigi, il 20 novembre del 2003, all’età di settantanni. La maison Azzaro, dopo la morte dello stilista, passò in mano alla figlia Catherine la quale affidò la direzione artistica alla francese Vanessa Seward, proveniente da Chanel, che restò in carica per otto anni Vanessa_Seward_Perfettamente_Chice successivamente alla designer Mathilde Castello Branco  che ha ricoperto la carica fino al 2012. Mathilde_Castello_Branco_Azzaro_Perfettamente_ChicNel 2006, la maison è stata acquistata dal  Reig Capital Group di Andorra. Attualmente direttori della maison sono Arnaud Maillard e Alvaro Castejon,  che hanno già lavorato insieme da Karl Lagerfeld. Arnaud ha lavorato per Lagerfeld ben 15 anni e Alvaro ha lavorato da Oscar de la Renta, Givenchy e Alexander McQueen, e naturalmente con Karl Lagerfeld.Arnaud_Maillard_e_Alvaro_Castejon_perfettamente_chicDi seguito in elenco le fragranze lanciate dalla maison Loris Azzaro:

1975: “Azzaro Couture” – ispirato alle creazioni sartoriali(gli ajourées di cerchi).
1978: “Azzaro Pour Homme” – ispirato a se stesso, impetuoso, seduttore e carismatico.
1984: “Azzaro 9” -, composto da un bouquet di 9 fiori gialli e bianchi.
1985: “Acteur”
1993: “OhLala”
1995: “Eau Belle”
1996: “Chrome”
1999: “Azzura”
2000: “Pure Vetiver” (Saga Azzaro Collection)
2002: “Orange Tonic”
2003: “Visit for men”
2004: “Visit for woman”, “Chrome Silver Blue Edition”
2005: “Pink Tonic”, “Silver Black”, “Onix”
2006: “Bright Visit”
2007: “Now”

Gli abiti da sera Azzaro, ispirati all’Italia sono tuttora molto apprezzati, anche nei modelli prodotti trent’anni prima, soprattutto nel mercato della moda vintage.

Fonte: azzaroparis.com
Autore: Lynda Di Natale
Annunci