Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Philip_Treacy_perfettamente_chic.jpgPhilip Anthony Treacy OBE, nato nel 1967 nel piccolo villaggio di Ahascragh – nella contea di Galway della Repubblica d’Irlanda-,  è un pluri-premiato modellista haute couture irlandese – o hat-designer – con sede a Londra, che è stato descritto, dalla rivista Vogue, come

forse il più grande modista vivente.

Nel 2000, Treacy è diventato il primo modista degli ultimi ’80 anni a essere stato invitato a partecipare alle esposizioni di alta moda di Parigi. Treacy è stato associato con alcune delle più grandi case di moda e in particolare Chanel e Givenchy , così come le celebrità Isabella Blow, Lady Gaga, Madonna e Sarah Jessica Parker. Più recentemente, Treacy è stato associato ai reali britannici e ha disegnato cappelli per le occasioni speciali britanniche.

L’interesse per “ago e filo“, dello stilista, ha iniziò all’età di cinque anni nata dalla sua ossessione di essere presente ai matrimoni celebrati nella chiesa di fronte alla sua abitazione che lo ispirò a una prima passione per la moda. All’età di 17 anni, Treacy si trasferì a Dublino, nel 1985, per studiare moda al National College of Art and Design, dove trascorse un’esperienza di lavoro di 6 settimane con il miliardario britannico Stephen Jones. Nel 1988, Treacy ha vinto una borsa di studio per il corso di design della moda al Royal College of Art di Londra e si laurea nel 1990 con il massimo dei voti.

When I was interviewed [for the Royal College of Art] I didn’t know whether to play down the hats or play up the hats, but they were thinking of setting up a hat course so I became their guinea pig. After one day there I said to my tutor Sheilagh Brown: “What should I do? Should I make hats or clothes?’ She said: ‘make hats.’ It was very practical, not a great revelation.

— Philip Treacy, Irish Independent, February 2011

Nel 1989 ha portato uno dei suoi cappelli a Michael Roberts, fashion editor della rivista Tatler , e al suo redattore di stile, Isabella Blow la quale ha chiesto a Treacy di creare un cappello da indossare per il suo matrimonio, Philip_Treacy_perfettamente_chic_Isabella_Blow_wedding.jpge poco dopo, lo ha invitato nel 1990, a vivere con lei e il suo nuovo marito Detmar Blow, nella loro casa di Belgravia a Londra, dove Treacy ha lavorato nel loro seminterrato.  Alexander McQueen, un’altra scoperta di Blow, si unisce a Treacy nella sua casa. The Telegraph, in un’intervista del 2011:

She made him famous. He made her look like an icon. When you think of the late, great Blow, you think of her in one of his creations, be it a giant disc or a replica sailing ship.

Nel luglio 2002, il Design Museum di Londra, ha ospitato una mostra dei 30 cappelli più iconici Treacy progettati per Blow, dal titolo: Quando Philip incontrò Isabella. La mostra è stata così ben accolta che ha fatto un tour mondiale per diversi anni, e ha registrato un record di presenze di circa 43.000 quando è stato mostrato a Dublino nel 2005. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Design_Museum.jpg

My biggest inspiration has been Isabella Blow. [..] In twenty years I have met all my heroes and for me nobody has surpassed her. She was incredible. I thought there must be others like her, but there wasn’t. Everyone was boring in comparison to her.

— Philip Treacy, Irish Independent, February 2011

Nel 1991, Treacy – 23 anni -, su suggerimento di Blow, ottenne la sua “grande occasione“, mentre veniva chiesto da Karl Lagerfeld di lavorare negli showroom Chanel di Parigi, in quello che doveva essere l’inizio di un rapporto di lavoro a lungo termine con Chanel. Il primo cappello che Treacy ha disegnato per Chanel è apparso sulla copertina di British Vogue indossata dalla modella Linda Evangelista. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Linda_Evangelista_vogue.jpg

Avevo 23 anni e avevo appena lasciato la scuola d’arte, non sapevo se chiamarlo Mr Lagerfeld o cos’altro. Ero totalmente intimidito ma Issie [Blow] era esattamente se stessa. Entrò nella casa di Chanel e disse: “Vorremmo del tè per favore”. Disegnerei cappelli per Chanel per il prossimo decennio.

-  Philip Treacy, Irish Independent , febbraio 2011

Nel 1991, Treacy apre il suo primo showroom a Londra, e vince il suo primo dei cinque premi per il Designer degli accessori britannici dell’anno. Nel 1993, Treacy ha tenuto la sua prima sfilata di moda durante la London Fashion Week di Harvey Nichols, con Naomi Campbell, Yasmin le Bon, Kate Moss, Christy Turlington e Stella Tennant in cambio del mantenimento dei cappelli di Treacy, che erano tutti neri. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Naomi_Campbell.jpgNel 1994, aprì la sua boutique al 69 di Elizabeth Street, a Belgravia, Londra, proprio accanto alla residenza di Isabella Blow al numero 67.Philip_Treacy_perfettamente_chic_69_Elizabeth_Street_Belgravia_London.jpg

London was in a lull then, he said. The media went crazy when all those girls did my show, but it completely changed perceptions of the hat.

— Philip Treacy, The Sydney Morning Herald, 2007

Treacy ha disegnato cappelli per Alexander McQueen (un’altra scoperta di Isabella Blow), inclusa la white collection 1999 per Givenchy Haute Couture a Parigi, per Karl Lagerfeld a Chanel, e per Valentino, Ralph Lauren, Donna Karan, Versace e Rifat Özbek. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Alexander_McQueen.jpg

Oltre alla haute couture, Treacy ha disegnato cappelli per i film, tra cui: Harry Potter (in particolare il cappello Beauxbatons e per The Goblet of Fire nel 2005. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Beauxbatons.jpgSarah Jessica Parker ha indossato i suoi cappelli a Sex and the City premières (2008, 2011)e Met Galas (2013, 2015).

Philip_Treacy_perfettamente_chic_Sarah_Jessica_Parker.jpg

Treacy ha progettato il copricapo d’oro di Madonna per il suo spettacolo del Super Bowl del 2012.Philip_Treacy_perfettamente_chic_Madonna.jpg Lady Gaga ha descritto Treacy come “il più grande modista di tutti i tempi“, mentre è ospite alla sua sfilata della London Week fashion 2012. Disegni notevoli per Lady Gaga includono un copricapo a forma di telefono con un cappello rimovibile, indossato per la sua apparizione nel Friday Night con Jonathan Ross nel 2010 (ora in mostra permanente a Madame Tussauds ), e un lightning-bolt indossato per i Grammy Awards 2010.Philip_Treacy_perfettamente_chic_Lady_Gaga.jpg

Oltre a Isabella Blow, Sarah Jessica Parker e Lady Gaga, altre importanti personaggi del mondo della musica hanno usato i cappelli di Treacy come la socialite Daphne Guinness, la modella Naomi Campbell, e la cantante, attrice, modella, Grace Jones, che ha usato Treacy come art director e designer per il suo Hurricane tour del 2009.Philip_Treacy_perfettamente_chic_noemi_.jpg

In un’intervista rilasciata a The Guardian nel luglio 2011, Treacy ha distillato ciò che riteneva dovesse fare un cappello (una citazione di Treacy che viene spesso riprodotta):

The Guardian: Does a person carry off a hat or a hat carry off a person?
Philip Treacy: A person carries off the hat. Hats are about emotion. It is all about how it makes you feel. I like hats that make the heart beat faster.

— Philip Treacy, The Guardian, July 2011.

Treacy aveva già scritto un pezzo per The Guardian nel maggio 2001 su ciò che definisce il “cappello perfetto“.Philip_Treacy_perfettamente_chic_logo.JPG

I cappelli di Treacy sono anche associati con la famiglia reale inglese, con trentasei indossati al matrimonio reale del 29 aprile 2011 tra il principe William e Catherine Middleton, incluso il cappello fascinator style indossato dalla principessa Beatrice of York. Il cosiddetto “pretzel hat” è stato messo all’asta per beneficenza dalla principessa Beatrice su eBay per $ 130.000 (£ 80.100.01) nel maggio 2011. Philip_Treacy_perfettamente_chic_royal_wedding.jpgTreacy sentiva che le critiche riguardo al “pretzel hat” erano molto estreme, e nel luglio 2011 ha dichiarato: “In the future, we’ll look back and think she looked wild“. In una radio del luglio 2018, Treacy ha dichiarato: “There was a moment where I thought I would find myself with my head on a spike outside the Tower of London“, dalla polemica del “pretzel hat”. Il cappello risiede al Metropolitan Museum of Art.

Treacy ha disegnato più di venti cappelli indossati il ​​19 maggio 2018 Matrimonio del principe Harry e Meghan Markle, tra cui Camilla, Duchessa di Cornovaglia, di Catherine, Duchessa di Cambridge e Oprah Winfrey. Megan Markle ha scelto un cappello Treacy per il suo primo evento reale ufficiale nel dicembre 2017. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Megan_Markle.jpg

Nel luglio 2018, Treacy ha accreditato alla Queen

single–handedly saving the British hat industry

Treacy ha vinto il titolo di designer inglese dell’anno per gli accessori ai British Fashion Awards cinque volte negli anni ’90. Nel gennaio 2000, Treacy è stato invitato dalla Chambre Syndicale de la Haute Couture a partecipare alle sfilate di moda di Parigi, il primo modista ad essere stata invitato in 80 anni. Nel novembre 2004, Treacy è stato nominato International Designer of the Year, ai China Fashion Awards di Shanghai. Nell’aprile 2006 è stato insignito di un dottorato in belle arti dall’Università nazionale d’Irlanda presso l’ University College di Dublino. Ha ricevuto un OBE onorifico (Order of the British Empire) per i servizi all’industria della moda britannica dal principe Carlo e Camilla, Duchessa di Cornovaglia in una cerimonia speciale a Clarence House nel novembre 2007. Treacy ha progettato il copricapo indossato dalla Duchessa di Cornovaglia per il matrimonio della coppia. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Duchessa_di_Cornovaglia_Camila.jpgNel luglio 2010 Treacy è stato uno dei sei fashion designer irlandesi contemporanee e di fama internazionale, onorata da una serie di francobolli irlandesi. I cappelli di Treacy sono stati esposti e ospitati nelle collezioni di musei del design tra cui il Victoria and Albert Museum, il Metropolitan Museum of Art, e la Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze. La rivista Vogue ha descritto Treacy, in diverse occasioni, come il  “più grande modista del mondo“.

Treacy è gay e nel maggio 2017 ha sposato il suo compagno di lunga data di oltre 21 anni, Stefan Bartlett, in una cerimonia a Las Vegas. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Stefan_Bartlett.jpgTreacy sottolinea anche l’importanza della modella Grace Jones come collaboratrice e amica. Philip_Treacy_perfettamente_chic_Grace_Jones_.jpg

Dal red carpet ai reali più importanti del mondo: Philip Treacy è l’uomo, e la matita, dietro ai cappelli e fascinator più pazzi ed esagerati indossati nelle occasioni ufficiali. Un uomo che non crea cappelli, ma vere e proprie sculture capaci di parlare e raccontare.

aggiornato al 27 maggio 2019
Autore: Lynda Di Natale
Fonte: philiptreacy.co.uk/en, wikipedia.org, web
Annunci