Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

2017: Luigi Maria Burruano, detto Gigi, attore italiano all’inizio degli anni settanta ha cominciato a recitare, dedicandosi al cabaret e al teatro dialettale in lingua siciliana. A metà degli anni settanta ha ottenuto un buon successo di pubblico: particolare scalpore ha fatto lo spettacolo da lui interpretato, La coltellata, che ha proposto per la prima volta in un teatro palermitano una scena di nudo femminile. Dalla protagonista Aurora Quattrocchi, una volta divenuta sua moglie, ha avuto la figlia Gelsomina. Burruano ha esordito nel cinema nel 1970. Il successo per Burruano è arrivato con la partecipazione alla serie televisiva La piovra 8 – Lo scandalo. 2006 ottiene una grande popolarità con le fiction L’onore e il rispetto. Burruano è morto nel sonno, aveva 69 anni ed era malato da tempo.  (n. 1948)Luigi_Maria_Burruano_perfettamente_chic.jpg

2015: Franco Interlenghi, attore italiano. Franco iniziò la carriera come attore bambino nel 1946, quindicenne, come co-protagonista, del film neorealista Sciuscià, di Vittorio De Sica. Il film fu solo l’inizio di una lunga carriera di attore. Con un volto di giovane bello e una recitazione intensa e pulita, fu interprete di molti film diretti da registi di fama. Nel 1955 sposò l’attrice Antonella Lualdi. Dal loro matrimonio nacquero due figlie: Stella ed Antonella, entrambe attrici. Era inoltre nonno della conduttrice Virginia Sanjust di Teulada.  (n. 1931)Franco_Interlenghi_perfettamente_chic.jpg

2011: Cliff Robertson, Cliff_Robertson_perfettamente_chicnome completo Clifford Parker Robertson III, attore statunitense. Robertson fu dapprima giornalista, poi interprete teatrale. Fece il suo debutto cinematografico in Picnic (1955). Robertson vinse il premio Oscar al miglior attore nel 1969 per l’interpretazione ne I due mondi di Charly (1968). Molto attivo anche come interprete televisivo, a metà degli anni sessanta Robertson impersonò il bandito Shame nella serie Batman. Dopo due film di grande successo, I tre giorni del Condor (1975) e il thriller hitchcockiano Obsession – Complesso di colpa (1976), alla metà degli anni settanta la carriera di Robertson subì una battuta d’arresto. Appassionato pilota di aerei da turismo e proprietario di diversi aerei storici, Robertson si trovava sopra New York con il suo Beechcraft Baron la mattina degli attentati dell’11 settembre 2001 quando gli fu ordinato di atterrare immediatamente dopo l’attacco al World Trade Center. (n. 1923)

2007: Jane Wyman, pseudonimo di Sarah Jane Mayfield, attrice, cantante e ballerina statunitense. È conosciuta dal pubblico televisivo italiano anche per essere stata la protagonista, insieme a Lorenzo Lamas, del serial TV Falcon Crest. La Wyman conobbe il collega Ronald Reagan, futuro presidente degli Stati Uniti. La coppia è stata sposata dal 1940 al 1949 ed ebbe tre figli. Successivamente Jane si risposò per due volte con il direttore d’orchestra e compositore Fred Karger. Convertitasi al cattolicesimo nel 1953, dopo il divorzio da Karger non si risposò più. (n. 1917)Jane_Wyman_perfettamente_chic.jpg

1996: Joanne Dru, nome d’arte di Joanne Letitia LaCock, è stata un’attrice cinematografica e televisiva statunitense. All’età di 18 anni, si trasferì a New York dove trovò lavoro come modella. In questo stesso periodo conobbe il popolare cantante Dick Haymes, che sposò nel 1941, e continuò a lavorare in teatro anche quando si trasferì con il marito a Hollywood e venne scritturata per la sua prima apparizione cinematografica. Nel decennio successivo, la carriera cinematografica della Dru fu molto intensa, con la partecipazione a diverse pellicole western al fianco di grandi attori del genere. Dru proseguì anche una brillante carriera televisiva da protagonista durante gli anni cinquanta. Fu proprio in qualità di attrice televisiva che Joanne trovò il suo posto nella Hollywood Walk of Fame. Dopo aver divorziato nel 1949 da Dick Haymes, la Dru si risposò nello stesso anno con l’attore John Ireland, da cui divorziò nel 1957. (n. 1922)Joanne_Dru_perfettamente_chic.jpg

1971: Anna Maria Pierangeli, nota anche con lo pseudonimo di Pier Angeli nei paesi anglofoni, è stata un’attrice italiana attiva anche nel cinema statunitense negli anni cinquanta e sessanta. L’attrice Marisa Pavan è sua sorella gemella.Anna_Maria_Pierangeli_perfettamente_chic_james_dean.jpg La Pierangeli debuttò al fianco di Vittorio De Sica nel melò Domani è troppo tardi, registrò un grande successo di pubblico e l’anno dopo le fece vincere clamorosamente il Nastro d’Argento per la migliore attrice protagonista, caso allora unico nella storia del cinema italiano in cui un’attrice debuttante vinse subito un premio per la sua interpretazione. Di corporatura minuta e piccola di statura ma fresca, spontanea, garbata, con uno sguardo innocente e un sorriso disarmante, Anna Maria ebbe un successo immediato e senza riserve. Fu ribattezzata Pier Angeli, una delle prime attrici italiane ad affermarsi anche nel cinema statunitense. Il più grande insuccesso commerciale della Pierangeli fu Il calice d’argento, sontuoso kolossal del 1954. Anna_Maria_Pierangeli_perfettamente_chic_.jpgDopo una relazione sentimentale con l’attore Kirk Douglas, molto più anziano di lei e nell’estate del 1954 la Pierangeli s’innamorò dell’allora astro nascente James Dean. La relazione e un possibile matrimonio fra i due furono fortemente ostacolati dalla cattolica famiglia della giovane e soprattutto dalla madre. Nonostante ciò sono rimaste memorabili – secondo i biografi – le loro cene a lume di candela nei ristorantini di Santa Monica e le romantiche passeggiate al chiaro di luna. Una lettera, trovata dopo la sua morte, testimonia che James fu “il suo solo e unico amore“. Nel novembre del 1954, a sorpresa, la Pierangeli si unì in matrimonio con il cantante e attore Vic Damone, italo-americano e cattolico, da cui nacque il suo primo figlio, Perry, nell’agosto 1955. Quattro anni dopo si separò da lui e avviò una lunga e tormentata battaglia legale per la custodia del figlio. Quando tornò a vivere a Roma, nel 1960, ebbe un flirt con l’allora popolarissimo attore Maurizio Arena, che aveva conosciuto anni prima quando lui faceva il cameriere in un bar. 1962 si risposò a Londra con il famoso compositore e direttore d’orchestra Armando Trovajoli, di quindici anni più anziano. L’anno seguente la coppia ebbe un figlio, Howard Andrea, ma anche questo secondo matrimonio naufragò molto presto. Alla fine degli anni sessanta la Pierangeli era sola con due divorzi alle spalle, non più giovanissima e professionalmente in declino mentre entrambi i figli, ancora piccoli, vivevano lontano da lei. A seguito di ulteriori fallimenti nella vita sentimentale, movimentate controversie con il fisco italiano e crescenti difficoltà economiche, cadde in un grave stato depressivo che determinò un ricovero in una clinica psichiatrica. Fu trovata morta nel suo appartamento di Beverly Hills: aveva solo 39 anni. Il referto medico parlava di “intossicazione chimica” da sovra-dosaggio di farmaci. (n. 1932)Anna_Maria_Pierangeli_perfettamente_chic.jpg

1954: Armando Falconi,Armando_Falconi_perfettamente_chic è stato un attore italiano, che lavorò principalmente in teatro. Falconi era figlio d’arte: suo padre, Pietro Falconi, fu attore generico poi capocomico; la madre, Adelaide Negri, era anche lei attrice. Anche suo fratello, il meno famoso Arturo, si diede all’arte drammatica riscuotendo però meno successo degli altri componenti della famiglia. Nel 1901 sposò l’attrice Tina Di Lorenzo, dalla quale ebbe un figlio, Dino. La loro unione fu anche professionale, dato che spesso lavorarono assieme. Dopo essere rimasto vedovo della Di Lorenzo nel 1930, si risposò nel 1942 con l’attrice teatrale Elisabetta Svoboda. (n. 1871)

1920: Olive Thomas, all’anagrafe Oliva R. Duffy, è stata una modella e attrice statunitense del teatro di rivista e del cinema muto. Diva delle Ziegfeld Follies, si sposò con Jack Pickford, il fratello della più celebre Olive_Thomas_perfettamente_chicMary. 1911, si sposò con Bernard Krug Thomas (di cui prese il cognome usandolo poi anche nella sua futura carriera di attrice) ma il matrimonio durò solo due anni. Olive era bellissima e così, nel 1914, mentre lavorava come commessa Olivia decise di partecipare al concorso, vincendolo, La più bella ragazza di New York. Olive cominciò a frequentare uomini potenti e ricchissimi. Si chiacchierava sulle perle da 10.000 dollari che le avrebbe regalato l’ambasciatore tedesco. Olive ebbe gravi problemi legati all’alcoolismo, contando ben tre incidenti di macchina in due anni. Un problema che avrebbe condiviso anche con il secondo marito. Morì giovanissima in maniera misteriosa durante un viaggio in Francia insieme a Pickford, suo secondo marito. Olive fu trovata in albergo da un inserviente, nuda e priva di sensi, adagiata su una cappa da sera d’ermellino, accanto a una bottiglietta di veleno, il bicloruro di mercurio in granuli. La notizia di un suo suicidio si sparse sulle prime pagine dei giornali mondiali, ingenerando incredulità per la scomparsa di una stella di vent’anni che aveva apparentemente tutto: bellezza, ricchezza, fama e amore. (n. 1894)

Autore: Lynda Di Natale 
Fonte: wikipedia.org, web