Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il marchio comprende tre linee (Catherine MalandrinoCatherine Malandrino Black Label e Catherine by Catherine Malandrino), cinque negozi monomarca e vari stand in diversi negozi. Il brand è stato ceduto nel 2013 alla Bluestar Alliance.

Le collezioni Catherine Malandrino contemporary, Catherine Malandrino Black Label e Catherine Catherine Malandrino sono distribuite attraverso rivenditori selezionati in tutto il mondo.

La stilista è nata da genitori di origine italiana, nel 1963 a Grenoble, in Francia, e risiede sia a New York che a Parigi. Catherine cominciò ad interessarsi alla moda sin dall’infanzia, ispirata in particolare da un capo firmato da Yves Saint Laurent. Diplomata all’istituto privato ESMOD di Parigi, negli anni ’80 e ’90 lavorò per varie maison come apprendista: quali Dorothée Bis e Emanuel Ungaro, all’atelier di haute couture di Louis Féraud e alla direzione artistica da Et Vous. Nel 1996 parte per New York e si occupa delle collezioni di Diane von Furstenberg. Contemporaneamente apre L’Espace Catherine, la sua boutique, a Soho, il fashion district. Boutique che, oltre a vendere le collezioni firmate dalla stilista, offre alla clientela la vendita delle scarpe da ballerina, di Michel Perry e di Repetto, i libri della Fondazione Maeght, le caramelle tipiche francesi alla violetta e altri articoli ricercati firmati Paris.

Nel 1998 ha fondato la sua omonima etichetta a New York e nello stesso anno presenta la sua prima collezione a New York nelle vetrine di Bergdorf Goodman e Neiman Marcus. Anno, anche, che apre la boutique Catherine Malandrino nel cuore di SoHo. Da allora, ci sono ora undici negozi Catherine Malandrino e vari stand in diversi negozi sparsi per il mondo.

La canotta con la bandiera a stelle e strisce, ideata e realizzata prima dell’attentato dell’11 settembre 2001, è stata indossata da molte star come Madonna e Sharon Stone, perfino dallo stilista John Galliano.

Catherine è il “direttore creativo di tutti i prodotti e marchi CM”. 

Catherine Malandrino è diventata un marchio che incarna femminilità e forza. Unendo lo stile di Parigi, il romanticismo della Provenza e l’energia di New York, il marchio Catherine Malandrino è abbracciato dalle donne di stile di tutto il mondo.

Catherine riesce a rendere questo contrasto tramite l’utilizzo di tessuti morbidi e leggeri, come il jersey e la seta, uniti ad elementi più rigidi, come materiali plastificati e traforati, che mettono in evidenza spalle e decolté della donna rendendola femminile e sexy con eleganza.

Tra i tessuti più utilizzati nella collezione di Catherine Malandrino abbiamo il jersey, la nappa, la seta, il tulle e la plastica. I colori predominanti sono invece il nero, il bianco, il color azalea e il blu notte.

Catherine è sposata col manager Bernard Aidan dal 1998 e ha due figli, Aleda e Oscar.

Il negozio di SoHo appare nel film Sex and the City in una puntata del 2002, rendendola ancor più famosa a livello internazionale oltre al fatto che i suoi capi sono indossati da artiste famose del red carpet e non solo.

Nel 2009 Catherine partecipò come giudice al reality Make Me a Supermodel.

Nel 2013, Bluestar Alliance, LLC e Tahari ASL hanno acquistato il marchio Catherine Malandrino formando una joint venture guidata da Bluestar Alliance in collaborazione con Tahari ASL e Catherine Malandrino.

aggiornato al 22 aprile 2022
Autori: Lynda Di Natale e Paola Moretti
Fonte: cmbeaute.com, bluestaralliance.com, wikipedia.org, web