Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic.jpgSalvatore Ferragamo, è stato uno stilista italiano. È il fondatore della casa di moda omonima. Di umili origini, si avvicinò al mestiere di calzolaio in tenera età, aprendo un negozio a soli 13 anni. Nel 1914 emigrò negli USA, dove aprì un negozio di calzature a Santa Barbara. La fama delle sue creazioni ne fece uno stilista apprezzato, in particolare, a Hollywood, dove nel 1923 aprì l’Hollywood Boot Shop e dove le sue calzature vestirono alcune tra le più celebri star (se ne avvalsero, tra gli altri, registi come DeMille e Griffith). Nel 1927 rientrò in Italia, dove aprì un laboratorio a Firenze ingaggiandovi i più esperti artigiani del tempo: qui seppe coniugare i metodi della catena di montaggio con la manualità artigiana. Dopo aver sfiorato il fallimento in seguito alla crisi del 1929, alla fine degli anni Trenta raggiunse una grande notorietà grazie alla scarpa ortopedica con la suola di sughero. Tra i numerosi riconoscimenti ricevuti, si ricorda il premio Neiman Marcus (1947), vinto grazie al suo sandalo invisibile con tomaia in filo di nylon. Nel 1957 scrisse la sua autobiografia, che in Italia apparve soltanto nel 1971 con il titolo Il calzolaio dei sogni. Alla sua morte, l’azienda familiare Salvatore Ferragamo S.p.a. ha continuato ad espandersi, abbracciando più settori di mercato.  Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_

Salvatore Ferragamo ha creato 20mila modelli e 350 brevetti, tra cui moltissime iconiche scarpe da donna. L’attenzione e l’amore per i materiali hanno accompagnato tutto il lavoro di Salvatore e costituiscono una preziosa eredità che ha lasciato all’azienda ancora oggi. Il materiale, dal quale al pari della forma e della lavorazione, dipende la bellezza, la comodità e la durata di una calzatura, è stato indagato da Salvatore Ferragamo e valorizzato in modo da mantenere il suo carattere e al tempo stesso adattarsi al modello a cui è veniva sottoposto.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_1 Questo interesse e questa continua sperimentazione coinvolgevano non solo i pellami tradizionali e di qualità, ma anche i materiali poveri e insoliti: merletto fiorentino, carta, corteccia d’albero, rafia, canapa, pelle di pesce e cellofan sostituirono, prima e durante la seconda guerra mondiale, i più duttili capretti e vitelli nonché gli esotici coccodrilli. Nell’immediato dopoguerra furono gli ultimi ritrovati della tecnica, il nylon o la rafia sintetica e, per la sera, i raffinati ricami in strass e perline di vetro, a suggerire tomaie uniche e irripetibili.

Ferragamo, come già detto, nel 1927 apre una azienda propria, il “Calzaturificio Ferragamo & C.“; il primo stabilimento si trovava in via Mannelli 57 a Firenze, dove si producevano scarpe da donna destinate, inizialmente, solo al mercato americano. Nel 1933 a causa di una cattiva gestione finanziaria, ed alla situazione generale di crisi economica mondiale, lo stilista è costretto a presentare istanza di bancarotta. Nel 1938, grazie ad una serie di idee e ad un brevetto, Ferragamo acquista Palazzo Spini Feroni e apre due negozi, uno a Londra e uno a Roma.

Nel 1948 apre il primo negozio “Salvatore Ferragamo” in Park Avenue 424, a New York, seguito dal secondo nella Fifth Avenue nel 1975. Nel secondo dopoguerra, l’azienda ha un forte sviluppo, con una produzione di circa 350 scarpe al giorno e 700 artigiani alle dipendenze; nel 1951 presenziò per la prima volta sulle passerelle, durante una sfilata che ebbe luogo a Firenze. In quella occasione appare il simbolo dello stile Ferragamo: il celebre “gancini” (a forma di omega) usato a ornamento di scarpe, borse e capi di abbigliamento.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_logo

Negli anni cinquanta, Palazzo Spini Feroni era una visita d’obbligo per le attrici più famose del periodo così come per regnanti, nobili e capi di Stato: da Audrey Hepburn ai Duchi di Windsor, da Greta Garbo ad Anna Magnani, da Paulette Goddard a Lauren Bacal fino a Sophia Loren. Ferragamo riceveva personalmente i suoi clienti illustri ed era capace di soddisfare ogni richiesta, persino la più stravagante. Anche Marilyn Monroe fu fedelissima cliente di Ferragamo rendendo famose le sue décolleté dalla linea classica e con tacco 11 cm: un’altezza vertiginosa ma non scomoda, dato che Ferragamo aveva brevettato un tacco particolare, realizzato per metà in legno e per metà in acciaio, solido pur essendo sottile. L’attrice possedeva decine di paia di scarpe firmate Ferragamo, che spesso acquistava presso il negozio di New York. A parte qualche ballerina con la confortevole suola a conchiglia, prediligeva le décolleté che le conferivano quella camminata ancheggiante, così seducente e particolare.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Marilyn_Monroe

Nel 1960, con la morte di Salvatore, l’azienda vede una riorganizzazione ai vertici: il posto di presidente viene occupato dalla moglie dello stilista, Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_WandaWanda Ferragamo Miletti, il settore creativo viene affidato alla figlia, Fiamma, sposata al marchese di San Giuliano, e vari ruoli di spicco verranno occupati nel tempo dagli altri cinque figli esponenti della seconda generazione: Giovanna, Ferruccio, Fulvia, Leonardo, Massimo. Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_figliNel 1960 nasce anche il marchio della firma personale del fondatore dell’azienda (il restyling nel 1982 con la stilizzazione della firma). Nel 1965 l’azienda allarga la sua produzione anche alle borse e all’abbigliamento, progetto cominciato già nel 1955, quando lo stilista cominciò la produzione di Foulard.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_décolleté_Vara Ulteriore allargamento avvenne nel 1970, quando la figlia Fulvia Visconti Ferragamo propose una linea maschile, e la produzione di accessori in seta, quali foulard e cravatte, diventa uno dei punti di forza della casa. Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_FiammaNel 1978 sua figlia Fiamma creò la décolleté Vara, che divenne presto un best seller. Oggi, la décolleté Vara è considerata uno degli elementi iconici di Ferragamo.

Nel 1989 viene aperto il primo negozio asiatico dalla maison, al Mandarin Hotel di Hong Kong, primo passo di un’espansione in oriente che culminerà con l’apertura di un negozio a Shanghai nel 1994 ed un flagship store a Seul nel 2011. Nel frattempo la produzione si è allargata anche ad occhiali (1998), fragranze (2001), orologi (2007) e gioielli (2011).Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Palazzo_Spini_Feroni_Firenze

Palazzo Feroni, via de’ Tornabuoni, Firenze, nel maggio 1995 viene inaugurato il museo Ferragamo. Gli oltre 15 mila modelli di scarpe di Salvatore Ferragamo, che appartengono all’archivio della famiglia e dell’azienda, vengono esposti a rotazione – 200 per volta – in modo da raccontare – dagli anni ’20 sino al 1960, quando morì – la straordinaria creatività, la perizia artigiana, lo stile di un grandissimo maestro della calzatura. Il museo ospita e organizza anche mostre diverse.

Nel 1996 Ferragamo compì l’importante acquisizione del marchio Emanuel Ungaro.

Lo stilista francese Marc Audibet creò la collezione Autunno/Inverno 2000/2001. Nello stesso periodo, Leonardo Ferragamo divenne presidente di Altagamma, un’associazione fondata nel 1992 e composta da 43 prestigiose aziende italiane.

Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Donna_Graeme_BlackL’anno 2002 è stato pieno di novità e grandi soddisfazioni. Innanzitutto la joint venture con Ermenegildo Zegna per il lancio del nuovo marchio ZeFer, terminata più avanti nel 2013. Stesso anno viene nominato direttore creativo Donna Graeme Black che rimarrà fino al 2007.

Nel Giugno del 2005 Ferragamo ha siglato un accordo di cooperazione con Porsche Design per la produzione di scarpe, borse ed accessori di pelle.

Famiglia e Management

  • Wanda Ferragamo Miletti, alla guida del gruppo dal 1960, è stata Presidente Onorario fino alla sua scomparsa
  • Ferruccio Ferragamo, classe 1946, è il presidente della Salvatore Ferragamo SpA
  • Giovanna Ferragamo Gentile, è membro del Consiglio di Amministrazione della Salvatore Ferragamo SpA
  • Leonardo Ferragamo, classe 1954, dal 2000 consigliere della Salvatore Ferragamo SpA e Ferragamo Finanziaria, è vicepresidente della Fondazione Ferragamo.
  • Massimo Ferragamo, classe 1959, è il presidente della Ferragamo USA.
  • James Ferragamo, figlio di Ferruccio, è direttore Brand e Prodotto
  • Angelica Visconti, figlia di Fulvia, è Global Wholesale Director con attività di gestione commerciale del Sud Europa e membro del consiglio di Amministrazione
  • Diego Paternò Castello di San Giuliano, figlio di Fiamma, dal 2006 è membro del consiglio di amministrazione della Salvatore Ferragamo S.p.A., è Vice Presidente della holding “Ferragamo Finanziaria S.p.A.”.

Nel 2006 Ferruccio Ferragamo succede alla madre alla presidenza e viene nominato amministratore delegato il manager Michele Norsa. Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Christina_Ortiz

Dal 2007 l’azienda ha avuto come direttore creativo della linea Donna Christina Ortiz, fino al 2010. Nel 2008, l’azienda ha celebrato l’80esimo anniversario allestendo una mostra a Shanghai. L’anno successivo l’azienda rinnovò la storica licenza con Luxottica per la produzione di montature da vista e occhiali da sole.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Massimiliano_Giornetti

A partire dal 2010, il creative director della divisione Donna è stato Massimiliano Giornetti, già direttore creativo della sezione Uomo dal 2004. Il suo ruolo nella moda Donna si è prolungato fino al 2015.

Ferragamo è entrato ufficialmente nella borsa di Milano nel 2011.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Eraldo_Poletto

2016, dopo 10 anni come CEO, Norsa viene sostituito da Eraldo Poletto: rimane in carica per quasi due anni. Inoltre, dopo l’uscita di Giornetti, sono stati assunti 3 nuovi direttori creativi: Guillaume Meilland per l’abbigliamento da uomo, Paul Andrew per le scarpe da donna e Fulvio Rigoni per il prêt-à-porter. Da Ottobre 2017 dopo l’uscita di Rigoni, Andrew ha assunto la carica di Direttore Creativo Collezioni Donna.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Fulvio_Rigoni_Paul_Andrew_Guillaume_Meilland

Nel marzo 2018 la gestione dell’azienda è affidata ad interim a Ferruccio Ferragamo fino a quando, Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Ferruccioa luglio 2018,Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Micaela_le_Divelec_Lemmi viene ufficialmente nominata CEO Micaela le Divelec Lemmi che dopo molti anni ha lasciato Gucci.

Nell’aprile 2018 scompare Fulvia Visconti Ferragamo, la quarta dei sei figli di Salvatore e Wanda. Viveva a Milano e si era sempre occupata degli accessori di seta per donna e uomo della maison.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Fulvia_Visconti

Se gli esponenti della seconda generazione sono sei e tutti sono entrati in azienda, quelli della terza sono 23. Così, in seguito ad un regolamento interno alla famiglia voluto nel 2011 da Ferruccio Ferragamo, gli esponenti della terza generazione in azienda non possono essere più di tre.

I tre sono: James Ferragamo, figlio di Ferruccio; Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_JamesDiego Paternò Castello di San Giuliano, figlio di Fiamma; Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Diego_Paternò_Castello_di_San_GiulianoAngelica Visconti, figlia di Fulvia. Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Angelica_ViscontiL’impegno è stato rinnovato nel luglio 2017.

La casa è oggi attiva nella creazione, produzione e vendita di calzature, pelletteria, abbigliamento, accessori, e profumi. Realizza inoltre attraverso licenze occhiali (Marchon) ed orologi (Timex Group).

I marchi Salvatore Ferragamo comprendono:

Salvatore Ferragamo: Linea principale del gruppo, presenta scarpe, abiti ed accessori di fascia alta, sia per uomo che per donna.
Ferragamo’s creation: Riedizioni di modelli iconici come la borsa “top-hand” o il sandalo invisibile.Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Ferragamo's_creation
Ferragamo Jewels: Edizioni limitate di gioielliSalvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Ferragamo_Jewels
Ferragamo Parfums: Linea di fragranze
Ferragamo Timepieces: orologi

Nel 2018 la rete distributiva del Gruppo è composta da un totale di 672 negozi. Nel 2019 la rete distributiva del Gruppo è composta da un totale di 654 negozi di cui 393 punti vendita diretti e 261 punti vendita monomarca operati da terzi nel canale Wholesale e Travel Retail, nonché sulla presenza nei principali Department Stores e Specialty Stores multimarca di alto livello.

Salvatore_Ferragamo_perfettamente_chic_Michele_NorsaIl 27 maggio 2020 il Consiglio di Amministrazione ha nominato Michele Norsa quale nuovo Consigliere, attribuendogli altresì l’incarico di Vice Presidente Esecutivo e conferendogli i poteri esecutivi in precedenza esercitati dal Presidente Ferruccio Ferragamo.

La Ferragamo Finanziaria detiene il 57,78% della Salvatore Ferragamo; alcuni componenti della famiglia Ferragamo hanno il 10,69%; il 5,93% è in mano a Majestic Honour Limited, società di Hong Kong controllata da Peter Woo Kwong Ching il quale siede nel consiglio d’amministrazione della Salvatore Ferragamo. Il resto delle azioni è in Borsa.

La maison ha collaborato alla produzione di varie pellicole hollywoodiane, da I dieci comandamenti, a Evita e Australia.

aggiornato al 06 agosto 2020
Autore: Lynda Di Natale
Fonte: ferragamo.com, moda.mam-e.it, wikipedia.org, web